«
»
Comunicati stampa del Senato
  • Luglio 2019

    • Martedì 23

      Compleanno Mattarella: gli auguri del Presidente Casellati

      «Desidero esprimere al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella i miei più sinceri auguri per il suo compleanno e rinnovargli in questa giornata l'espressione della mia più alta considerazione per l'impegno con il quale svolge il ruolo di garante delle istituzioni e della democrazia rappresentativa».
      Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione del compleanno del Capo dello Stato.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Grazie a Lei, Presidente Mattarella, il Paese sa di poter contare su una guida saggia e autorevole, capace di tenere la rotta con lungimiranza e senso delle istituzioni e contribuire, con il suo esempio, al rinsaldarsi del sentimento di identità nazionale».
      «Doti rare e preziose che, assieme al rigore morale e all'equilibrio, fanno di Lei l'interprete ideale dello spirito e dei valori della Costituzione Repubblicana» ha concluso.

      Anniversario omicidio Boris Giuliano: il ricordo del Presidente Casellati

      "Quarant'anni fa lo Stato perdeva uno dei suoi servitori più capaci e fedeli in quella terra bellissima e difficile che è la Sicilia.
      Ma il nome di Boris Giuliano non è caduto nell'oblio, il suo sacrificio in nome del supremo interesse della giustizia fa parte della storia del nostro Paese".
      Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando il vicequestore Boris Giuliano ucciso in un attentato di mafia il 21 luglio 1979.
      Il Presidente Casellati aggiunge: "Se la battaglia contro Cosa Nostra negli anni '80 ha vissuto stagioni esaltanti, è anche grazie al lavoro che il vicequestore Giuliano aveva iniziato, mostrando coraggio e doti investigative fuori dal comune".
      "Il suo esempio - conclude - continui a ispirare il lavoro delle forze dell'ordine impegnate ogni giorno nell'azione di contrasto alla criminalità organizzata".

      Scomparsa Francesco Saverio Borrelli: il cordoglio del Presidente Casellati

      "Esprimo il mio cordoglio per la morte di Francesco Saverio Borrelli, un magistrato il cui lungo percorso professionale è stato contraddistinto da incarichi di grande prestigio ed estrema delicatezza".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando la figura del giudice scomparso oggi.

      «SOSTENIBILITÀ UNICA STRADA PER PRESERVARE IL FUTURO»: IL PRESIDENTE CASELLATI LANCIA IL CONCORSO "SENATO&AMBIENTE"

      «La sostenibilità è l'unica strada per preservare il futuro. E, come avevo promesso pubblicamente in occasione del convegno con Greta Thunberg sui cambiamenti climatici, ho deciso di avviare "Senato&Ambiente", un concorso rivolto alle scuole che punta a stimolare i ragazzi all'esercizio di una cittadinanza consapevole».
      Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati annuncia il lancio di un'iniziativa, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, che ha l'obiettivo di promuovere tra i giovani i valori della tutela e della sostenibilità ambientale.
      Alla fine del prossimo anno scolastico 2019-2020 saranno premiati le migliori idee e i migliori progetti a difesa dell'ambiente presentati dagli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, e alle classi vincitrici verrà chiesto di redigere una risoluzione da presentare poi in Senato.
      «È un'iniziativa in linea con l'impegno che fin dall'inizio della mia Presidenza ho profuso in favore della tutela e della salvaguardia dei territori rispetto al rischio del dissesto idrogeologico» conclude il Presidente Casellati.

      Casellati: «Sbarco sulla Luna insegna che nessuna conquista è preclusa alle capacità dell'uomo»

      «L'uomo che sbarca sulla Luna non è stato solo una conquista aerospaziale e una vittoria della scienza e della tecnologia, ma è stato la riprova che l'unico orizzonte al quale il mondo non deve mai smettere di guardare è quello della speranza».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati chiudendo il convegno con il quale oggi il Senato ha voluto celebrare il 50esimo anniversario dell'allunaggio.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Quella notte in cui Neil Armstrong poggiando il piede sul suolo lunare pronunciò la frase "Un piccolo passo per l'uomo, un grande passo per l'umanità", fu la notte in cui sembrò che qualunque sfida potesse essere superata. E l'applauso che il mondo intero fece ai tre astronauti americani di Apollo 11, era in realtà un applauso verso le infinite capacità dell'uomo, verso l'incredibile combinazione di intelligenza, coraggio, determinazione e competenze che aveva reso possibile quel balzo tecnologico».

      «La conquista della Luna di mezzo secolo fa ci deve insegnare che quando la politica si allea alla scienza anche la fantasia può essere tradotta in realtà, ci deve ricordare che quando la politica si fa "ricerca del fare tutto ciò che è possibile" diventa uno strumento di infinita potenza» ha concluso.

      Anniversario strage Via D'Amelio: dichiarazione del Presidente Casellati

      «Libertà, giustizia, coraggio, rigore morale: ancora oggi, a 27 anni di distanza dalla strage di via D'Amelio, il ricordo degli ideali che animavano Paolo Borsellino e ai quali egli improntò tutta la sua vita privata e professionale, è vivo e pulsante nella memoria collettiva del Paese. Un segno indelebile dell'esempio che Borsellino ancora oggi incarna per tante generazioni di italiani».

      Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione dell'anniversario dell'attentato di mafia nel quale, assieme al giudice Borsellino, persero la vita gli agenti Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Claudio Traina.

      Il Presidente Casellati aggiunge: «Ai familiari di Paolo Borsellino e degli uomini della sua scorta esprimo la mia vicinanza: il dovere delle istituzioni deve essere quello di sostenerli fino in fondo nella ricerca della verità assoluta dei fatti. Finché ciò non avverrà e finché le organizzazioni criminali non verranno definitivamente disarticolate e sconfitte, il loro ricordo non potrà mai dirsi davvero onorato».

      «È guardando a figure come Paolo Borsellino - conclude - che i magistrati e le istituzioni giudiziarie italiane possono e debbono attingere le energie per rinnovare ogni giorno il loro impegno in nome della giustizia e della legalità»

      Il Senato celebra i 50 anni dall'allunaggio con il convegno "1969, l'Italia vista dalla luna" voluto dal Presidente Casellati

      Venerdì 19 luglio alle ore 11 si terrà in sala Koch a Palazzo Madama il convegno "1969, l'Italia vista dalla Luna. Dalle conquiste del passato alle nuove sfide del futuro".

      L'evento, voluto e organizzato dal Presidente del Senato Elisabetta Casellati, è la celebrazione del 50esimo anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna e vedrà la partecipazione dell'astronauta Samantha Cristoforetti, del Presidente e dell'Amministratore Delegato RAI Marcello Foa e Fabrizio Salini, del giornalista Piero Angela e del critico televisivo Aldo Grasso.

      Prima del dibattito, moderato dalla giornalista Silvia Rosa Brusin, verrà proiettato in sala un estratto del documentario Rai "1969 l'Italia vista dalla luna" e successivamente un filmato dell'Agenzia Spaziale Italiana.

      Seguiranno gli interventi di Marcello Foa, Piero Angela, Aldo Grasso e Samantha Cristoforetti.

      A chiudere il convegno sarà l'intervento del Presidente del Senato Elisabetta Casellati.

      MODALITÀ DI ACCREDITI STAMPA

      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro giovedì 18 luglio via mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it

      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Ursula von der Leyen Presidente della Commissione europea: le congratulazioni del Presidente Casellati

      «Desidero porgere le mie più vive congratulazioni all'onorevole Ursula von der Leyen, prima donna eletta all'alto incarico di Presidente della Commissione europea. Un traguardo che segna un nuovo e fondamentale passaggio nel cammino di crescita e piena affermazione delle donne in Europa. La prossima sfida che ci attende, a questo punto, è che l'ascesa delle donne ai più alti vertici delle istituzioni, della politica e dell'economia mondiale non venga più considerato un fatto straordinario». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito all'elezione di Ursula von der Leyen alla Presidenza della Commissione europea.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Alla gestione delle complesse sfide che impegneranno nei prossimi anni le istituzioni dell'Unione europea e la Commissione in modo particolare, Ursula von der Leyen saprà portare il contributo prezioso di una autorevole e consolidata esperienza istituzionale e di governo».
      «Nel rinnovare i più fervidi auguri di buon lavoro al Presidente della Commissione europea, auspico una cooperazione sempre più intensa e fruttuosa fra il Senato italiano, che ho l'onore di presiedere, e le istituzioni dell'Unione europea» ha concluso.

      ALZHEIMER, CASELLATI: «MALATTIA TERRIBILE CHE SCONVOLGE LE FAMIGLIE, I FAMILIARI DEI MALATI NON VANNO LASCIATI SOLI»

      «Il morbo di Alzheimer è una patologia assai diffusa ma ancora poco conosciuta e che, forse più di altre, sconvolge gli equilibri della vita individuale e familiare. Il malato è solo, intrappolato nella sua malattia, ma spesso ancora più solo è chi gli sta vicino. È fondamentale pertanto che i familiari dei malati, spesso privi di competenze e riferimenti, siano destinatari di specifici interventi di sostegno».
      Lo ha detto oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nell'intervento di presentazione del libro "Alois Alzheimer e Chiara. La nonna che non c'è" scritto da Giorgio Soffiantini.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «In Senato, presso le Commissioni competenti, è stata già avviata una riflessione sui cosiddetti "caregiver", i prestatori di assistenza a un familiare in situazione di necessità e malattia. Si tratta di figure indispensabili per le quali è necessario un intervento che ne riconosca, anche dal punto di vista normativo, ruoli, diritti e responsabilità».
      «Riconoscere il valore sociale e economico del caregiver è diventato urgente per la famiglia e per la collettività - ha concluso - per la famiglia, perché, nel caso di patologie come l'Alzheimer, solo la famiglia è in grado di offrire solidità e solidarietà. E per la collettività, perché la tutela del caregiver è anche un'innovazione e un investimento per il nostro Welfare».

      Donne in politica, Casellati: «La leadership femminile è ormai una realtà»

      «Oggi la leadership femminile nelle istituzioni, nelle imprese e nel mondo del lavoro si sta affermando come una realtà solida e sempre più diffusa. Il percorso è stato lungo e non facile ma le esperienze e le conquiste ottenute anche grazie ad importanti interventi legislativi, non possono non farci guardare al futuro con fiducia».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati aprendo oggi alla Camera dei Deputati il convegno "Women in Politics".

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «La mia stessa elezione a Presidente del Senato, prima donna nella storia della Camera alta, è stato un segnale importante proprio perché si accompagna ad un più generale andamento che vede oggi le donne senatrici passare dalle 4 della prima legislatura alle attuali 110».

      «L'emancipazione femminile passa anche attraverso la valorizzazione degli esempi di donne che ce l'hanno fatta e si sono affermate grazie ai loro meriti e alle loro competenze. Per continuare il percorso, le politiche di empowerment femminile sono uno strumento irrinunciabile per infondere tra le donne fiducia, sicurezza e consapevolezza delle proprie potenzialità» ha concluso.

      Comunicato dell'ufficio stampa del Presidente del Senato

      Le tre interrogazioni che sono state presentate nel febbraio e nel maggio scorso da alcuni senatori del Partito Democratico in merito a presunti finanziamenti di provenienza russa alla Lega, sono tecnicamente inammissibili in quanto contenenti mere supposizioni e circostanze presumibili, tutte infatti coniugate al condizionale.

      Nessuna posizione "faziosa" quindi del Presidente del Senato, ma esclusivamente l'osservanza del Regolamento che, all'articolo 145, prevede che il contenuto di un'interrogazione abbia un oggetto determinato.

      Per questa ragione, in precedenza, era stata dichiarata ammissibile un'interrogazione presentata dal Partito Democratico relativa ai fondi sequestrati alla Lega, così come allo stesso modo di recente è stata dichiarata l'inammissibilità di interrogazioni presentate da altri gruppi parlamentari.

      Messaggio intimidatorio a Salvini: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Il nuovo messaggio intimidatorio a Matteo Salvini è la dimostrazione che nel nostro Paese la contrapposizione politica sta toccando preoccupanti livelli di aggressività e pericolosità.
      Minacce e intimidazioni, in qualunque forma, sono metodi che un Paese democratico e civile deve rigettare, condannare e fare di tutto perché vengano arginati e messi al bando dal consesso civile e dal confronto politico".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati manifestando solidarietà e vicinanza al ministro e vicepremier Salvini fatto oggetto ancora una volta di un messaggio intimidatorio a mezzo di una busta anonima contenente un proiettile.
      "Mi auguro - ha concluso il Presidente Casellati - che i responsabili di questo vile gesto, così come di tanti altri atti analoghi, vengano presto individuati e perseguiti dalla giustizia".

      Casellati: «Imprese e manager puntino su scelte etiche e obiettivi sostenibili»

      «Oggi, nell'epoca dei cambiamenti epocali che stanno interessando il mondo del lavoro e il rapporto tra imprese e lavoratori, mettere al centro l'etica è la chiave per garantire la sostenibilità della produzione. Non solo dal punto di vista ambientale ed economico, ma anche e soprattutto sociale».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo oggi alla presentazione del volume "Etica, Responsabilità Pubblica, Imprenditorialità e Management" realizzato dal gruppo di lavoro ASFOR con il coordinamento del professor Elio Borgonovi.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Il rispetto dei principi etici finisce per produrre effetti positivi a livello aziendale. E, nella cultura del Paese, l'esempio che proviene dai vertici aziendali è fondamentale. Fa piacere ad esempio che le donne, come si evince dalla ricerca presentata oggi, sulla centralità dell'etica mostrino un atteggiamento molto positivo».

      «Correttezza, integrità, legalità, giustizia, moralità, meritocrazia e imparzialità: sono questi i valori che stanno alla base delle scelte etiche - ha concluso - sta all'intero sistema pubblico e privato fare in modo, soprattutto attraverso la leva della formazione continua, che siano il cardine della vita dei lavoratori di oggi e di domani».

      Riconoscimento Unesco alle Colline del Prosecco: dichiarazione del Presidente Casellati

      "L'iscrizione delle Colline del Prosecco alla World Heritage List dell'Unesco è il meritato riconoscimento per un territorio unico che da sempre sa coniugare bellezza paesaggistica e capacità produttiva, talento umano e vocazione naturale, storia e ingegno. L'Italia, grazie alle risorse infinite della gente veneta e al lavoro di squadra fatto dai promotori, oggi può appuntare sul petto un'altra straordinaria medaglia che va a consolidare la nostra leadership culturale nel mondo".
      Lo ha detto il Presidente del Senato commentando l'elezione delle colline di Conegliano e Valdobbiadene a Patrimonio dell'Umanità.
      "La cultura è il "petrolio" dell'Italia, la peculiarità che fa del nostro un Paese unico al mondo. Investire su di essa come leva per incrementare il turismo e l'economia è anche la strada migliore per preservare i territori e garantire agli italiani di domani un futuro sostenibile" ha concluso il Presidente Casellati.

      Presidente Casellati premia Lina Wertmüller "eccellenza italiana"

      «Una donna e un'artista straordinaria che ci ha fatto ridere e sorridere, piangere e pensare, sempre con l'originalità e la fantasia che ne hanno caratterizzato l'intera produzione culturale». È con queste parole che oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha accompagnato la consegna alla regista Lina Wertmüller del premio "Genio ed Eccellenza Italiana nel Mondo". La premiazione si è svolta nell'Aula di Palazzo Madama nel corso del sesto appuntamento della rassegna "Senato&Cultura".

      «Oggi - ha aggiunto il Presidente Casellati - abbiamo voluto rendere omaggio al cinema italiano, ai protagonisti di oggi e di domani, a quella straordinaria espressione artistica che ha sempre accompagnato la storia del nostro Paese».

      L'evento, al quale ha partecipato il Centro Sperimentale di Cinematografia, è stato un tributo alle opere di Lina Wertmüller, la cui vita artistica e i successi sono stati raccontati prima da un video a cura di Rai Cultura e poi dalle coreografie tratte dai suoi film più famosi e portate in scena nell'emiciclo a Palazzo Madama dagli allievi e dagli attori del Centro Sperimentale di Cinematografia.
      A ripercorrere la carriera della regista sono intervenuti quindi Francesca Archibugi, Liliana Cavani, Cristina Comencini, Riccardo Scamarcio e Lina Sastri che le ha dedicato un omaggio musicale.

      Scomparsa Ugo Gregoretti: il cordoglio del Presidente Casellati

      «Attore, regista, giornalista, scrittore, uomo di cinema, di teatro, di televisione: Ugo Gregoretti è stato un intellettuale a tutto tondo, una figura poliedrica unica nel mondo della cultura e dello spettacolo italiano. Un uomo di grande ironia, visione e raro spirito di osservazione che ci lascia in eredità una produzione culturale variegata e di enorme valore». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando Ugo Gregoretti, il regista scomparso.

      «La cultura italiana oggi ha perso un grande personaggio. Di lui ricorderemo soprattutto la straordinaria capacità di essere un pioniere in tutte le attività in cui si è cimentato, dai film ai documentari ai programmi televisivi. Ai suoi familiari esprimo tutto il mio cordoglio personale» ha concluso il Presidente Casellati.

      CASELLATI: «DECLINO DEMOGRAFICO È EMERGENZA NAZIONALE»

      «Gli ultimi dati sulla drastica diminuzione delle nascite ci dicono che in Italia il declino demografico e il problema del ricambio generazionale sono emergenze nazionali che vanno affrontate al più presto e nella maniera più efficace».

      Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando il report dell'Istituto di Statistica secondo il quale, nel 2018, con oltre 18 mila unità in meno rispetto all'anno prima, si è registrato un nuovo minimo storico delle nascite dall'Unità d'Italia.

      Il Presidente Casellati aggiunge: «La politica deve trattare in maniera diversa e condivisa questo problema, varando al più presto un piano straordinario per la natalità, con l'introduzione di agevolazioni fiscali per i figli, potenziamento degli assegni familiari, nuovi istituti di welfare e di conciliazione lavoro-famiglia, investimenti sugli asili nido».

      «È più che mai necessario - conclude - incentrare l'attenzione sulla distanza che, nelle famiglie e tra i giovani, si crea "tra i figli che si vorrebbero avere e i figli che si riescono a fare". Una distanza dovuta a condizioni economiche precarie, al costo che un figlio comporta, alla mancanza di fiducia in un'occupazione stabile e in un mercato del lavoro che non è più capace di garantire opportunità»

      Casellati premia Lina Wertmüller “Eccellenza Italiana nel Mondo”

      Per "Senato&Cultura" un Omaggio al Cinema a Palazzo Madama

      Sabato 6 luglio il Presidente del Senato Elisabetta Casellati consegnerà a Lina Wertmüller il premio "Genio ed Eccellenza Italiana nel Mondo", per lo stile e l'originalità con i quali la regista ha saputo reinventare la tradizione italiana della commedia.

      La premiazione si svolgerà nell'Aula di Palazzo Madama nel corso del sesto appuntamento della rassegna "Senato&Cultura", dedicato al cinema.

      L'evento, al quale parteciperà il Centro Sperimentale di Cinematografia, sarà un tributo alle opere della regista: in apertura, un video a cura di Rai Cultura racconterà la storia artistica e i successi della Wertmüller.

      Durante lo spettacolo, sotto la conduzione di Andrea Delogu, gli allievi e gli attori del Centro Sperimentale si esibiranno in una coreografia tratta dal film "C'era una volta in America" e nell'interpretazione di alcune scene di "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto" e "Pasqualino Settebellezze". Riccardo Scamarcio, dopo un omaggio personale a Lina Wertmüller, presenterà insieme a Felice Laudadio una clip della versione restaurata di "Pasqualino Settebellezze". A ripercorrere la carriera della regista saranno Francesca Archibugi, Liliana Cavani e Cristina Comencini mentre nel finale Lina Sastri proporrà un omaggio musicale a lei dedicato.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO

      Le richieste di accredito dovranno essere inviate dai giornalisti entro venerdì 5 luglio all'indirizzo accrediti.stampa@senato.it

      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Parlamento europeo: le congratulazioni del Presidente Casellati a David Sassoli

      «Desidero porgere le più vive congratulazioni, a nome mio personale e dell'intero Senato della Repubblica, a David Sassoli per l'elezione a Presidente del Parlamento europeo e formulare i più fervidi auguri di buon lavoro per le sfide impegnative cui è chiamata l'Istituzione che è il cuore della democrazia rappresentativa europea».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito all'elezione di David Sassoli a Presidente del Parlamento Europeo.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «È motivo di particolare soddisfazione il fatto che la casa comune dei cittadini europei sia affidata ancora una volta alla guida di un esponente italiano che potrà mettere a servizio della grande famiglia europea il suo riconosciuto bagaglio di competenze e la sua notevole esperienza parlamentare».

      «Un grazie doveroso va rivolto al Presidente uscente Antonio Tajani che nella scorsa legislatura europea ha saputo interpretare il ruolo con professionalità, equilibrio e grande senso delle istituzioni, incarnando al meglio i valori simbolo del nostro Paese» ha concluso.

      Carabiniere ferito: la solidarietà del Presidente Casellati

      «Al brigadiere ferito in servizio a Montegranaro esprimo tutta la mia solidarietà e auguro di rimettersi presto. Agli uomini e alle donne dell'Arma dei Carabinieri va rivolto un grazie per il lavoro che svolgono ogni giorno per tutelare la sicurezza degli italiani, con coraggio e professionalità».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito al ferimento del militare dell'Arma avvenuto in provincia di Fermo ieri sera.
      «Le nostre forze dell'ordine rendono un servizio impagabile alla nazione. Bisogna sostenerle e garantire tutto il supporto possibile perché possano svolgere il loro compito quotidiano nelle condizioni più ottimali» ha concluso il Presidente del Senato.

      Agente di polizia ferito a Roma. Solidarietà Presidente Casellati

      «Esprimo vicinanza e solidarietà all'agente di Polizia che oggi è stato ferito gravemente a Roma mentre compiva, come ogni giorno, il suo dovere con dedizione e spirito di sacrificio.
      A lui e ai suoi familiari vanno i miei auguri di pronta guarigione e il ringraziamento, esteso a tutta la Polizia di Stato, per il costante impegno profuso a tutela della sicurezza e della legalità sulle nostre strade».
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati rivolgendo un pensiero al poliziotto ferito mentre stava tentando di sedare una lite nel quartiere di Tor Bella Monaca.

      Ricostruzione ex Ponte Morandi: dichiarazione Presidente Casellati

      «Oggi a Genova sull'ex Ponte Morandi è riapparsa la speranza. Oggi per Genova è un giorno di rinascita, un passo in avanti sul cammino della ricostruzione materiale e morale per una città che deve ritornare al più presto ad essere ciò che era prima del 14 agosto scorso».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando le implosioni controllate sull'ex Ponte Morandi a Genova che hanno dato il via alla ricostruzione del viadotto crollato poco più di 10 mesi fa.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Anche se la ricostruzione non potrà cancellare il dolore per le 43 vittime e i disagi degli sfollati, questa giornata fa registrare un segnale importante del Paese nei confronti di una comunità che era stata messa in ginocchio da quella tragedia».
      «Se il Ponte Morandi fino a ieri rappresentava una metafora della fragilità infrastrutturale di cui soffre l'Italia - ha continuato il Presidente del Senato - la sua ricostruzione dovrà essere l'occasione per dimostrare che, con la capacità progettuale e le giuste strategie di prevenzione, il dissesto idrogeologico è un fenomeno i cui effetti possono essere arginati».
      «Un grazie doveroso - ha detto in conclusione - va rivolto a tutti coloro i quali, tra vigili del Fuoco, Protezione Civile, forze dell'ordine, militari, civili, enti locali e governo centrale, si sono prodigati nell'emergenza e stanno collaborando alla ricostruzione».

      Strage di Ustica: dichiarazione del Presidente Casellati

      «La strage di Ustica ancora oggi, a quasi 40 anni dal disastro aereo del DC-9 dell'Itavia, provoca dolore e sdegno a tutto il Paese. Una pagina nera della nostra storia che ci ricorda non soltanto la morte di 81 persone innocenti ma anche lo strazio subìto dai loro familiari prima per la perdita degli affetti e poi per una verità troppo a lungo negata».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando la strage di Ustica avvenuta il 27 giugno del 1980.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Bisogna percorrere fino in fondo il sentiero della chiarezza su quanto avvenuto, per onorare il ricordo di chi ha perso la vita e per il rispetto del principio della giustizia e dello Stato di diritto».

      «Alle famiglie delle vittime, e all'Associazione che li rappresenta, va tutta la mia vicinanza assieme all'impegno a non disperdere la memoria di quella tragedia» conclude.

      Senato&Cultura, il 6 luglio Casellati premierà Lina Wertmüller

      Per "l'Omaggio al Cinema" a Palazzo Madama saranno presenti Francesca Archibugi, Liliana Cavani, Cristina Comencini, Lina Sastri, Riccardo Scamarcio e Felice Laudadio con gli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia

      Sabato 6 luglio sarà il grande cinema italiano il protagonista del sesto appuntamento di "Senato&Cultura", la rassegna voluta dal Presidente Elisabetta Casellati nell'ambito del protocollo d'intesa che vede il Senato e Rai Cultura impegnati a valorizzare il patrimonio artistico-culturale italiano.
      Nell'occasione il Presidente Casellati renderà omaggio alla genialità artistica di Lina Wertmüller consegnandole una targa alla carriera.
      Mentre sullo sfondo scorreranno le immagini dei celebri film della regista, al centro dell'Aula Legislativa, con la conduzione di Andrea Delogu, si susseguiranno le performance dei giovani allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia i quali riproporranno alcuni brani tratti dalle sue sceneggiature originali più famose.
      A celebrare Lina Wertmüller interverranno nell'Emiciclo l'attore Riccardo Scamarcio, che è stato suo allievo, e Felice Laudadio, Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, ai quali - nel ripercorrerne la carriera - si alterneranno i contributi delle registe Francesca Archibugi, Liliana Cavani e Cristina Comencini mentre l'attrice e cantante Lina Sastri le dedicherà un omaggio musicale.

      MODALITÀ DI PRENOTAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE DEL PUBBLICO: www.senato.it/visitareilsenato/privati

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro venerdì 5 luglio via mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it
      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Olimpiadi invernali a Milano-Cortina, il Presidente Casellati: «Vittoria di tutti, dimostra stima che l'Italia ha all’estero»

      «La vittoria di Milano e Cortina nella corsa ad ospitare i Giochi Olimpici invernali del 2026 non è solo un grande e meritato risultato che il nostro Paese attendeva da anni, ma è l'affermazione di un principio: quando si lavora uniti e compatti, per l'Italia nessun obiettivo è precluso. In questa giornata possiamo e dobbiamo sentirci orgogliosamente italiani».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando la scelta del Comitato Internazionale Olimpico di assegnare a Milano e Cortina le Olimpiadi invernali del 2026.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Oggi abbiamo avuto anche la riprova che il nostro Paese all'estero gode di un'immagine e di una stima superiore a quella che abbiamo noi stessi. Da domani bisognerà lavorare per ripagare la fiducia che ci è stata accordata. Ma il Veneto, e Cortina in particolare, così come la Lombardia, hanno una grande tradizione per ciò che riguarda gli sport della neve e del ghiaccio e sapranno certamente essere all'altezza delle aspettative. Ci sono tutti i presupposti perché i Giochi Olimpici 2026 siano una grande festa di sport e di passione ma anche un'importante leva per l'economia, il turismo e lo sviluppo delle infrastrutture nei territori interessati».

      «Un grazie doveroso - ha concluso il Presidente del Senato - va rivolto a chi, dal Coni al Governo, dalle Regioni Lombardia e Veneto ai comuni di Milano e Cortina, ha lavorato nei mesi scorsi per arrivare a questo prestigioso traguardo. A tutti loro l'Italia deve rendere merito ed essere riconoscente se nel 2026 il Paese potrà godere di questa straordinaria vetrina».

      CASELLATI RICORDA SPADOLINI: «UOMO DI PENSIERO E DI AZIONE: UN PERSONAGGIO UNICO NELLA STORIA D’ITALIA»

      «Intellettuale, docente universitario, direttore di giornale e poi parlamentare, leader politico, uomo di governo, figura istituzionale: Giovanni Spadolini è stato un personaggio unico nella storia della nostra Repubblica. Un uomo di ingegno politico-culturale ma anche di azione, come nella migliore tradizione del pensiero di ispirazione risorgimentale e mazziniana».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando la figura di Giovanni Spadolini di cui oggi, 21 giugno, ricorre l'anniversario della nascita avvenuta nel 1925.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Spadolini fu tante cose, riuscendo ad accorpare in un'unica figura non solo le migliori espressioni dell'attività culturale e politica ma anche i tratti più nobili dell'animo. All'integrità morale e ad un alto senso delle istituzioni informò infatti tutta la sua vita, privata e pubblica».
      «Resta ancora oggi un modello da guardare con ammirazione e da emulare per gli uomini politici italiani delle generazioni successive alla sua» ha concluso.

      Scomparsa Sindaco di Rocca di Papa: il cordoglio del Presidente Casellati

      "È con grande commozione che esprimo tutto il mio cordoglio ai familiari e alla comunità di Rocca di Papa per la scomparsa del sindaco Emanuele Crestini".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando il primo cittadino scomparso a seguito delle ferite riportate mentre portava in salvo le persone rimaste dentro i locali del Municipio dopo l'esplosione avvenuta il 10 giugno scorso.
      "Di lui rimarrà il ricordo di un uomo coraggioso e altruista. Un ricordo che abbiamo il dovere di non lasciar cadere nell'oblio" ha aggiunto.

      CASELLATI RENDE OMAGGIO ALLA GUARDIA DI FINANZA

      «Nel giorno che celebra il 245° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, rivolgo un saluto affettuoso alle donne e agli uomini delle Fiamme Gialle».
      Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nella ricorrenza della fondazione della Guardia di Finanza.
      Il Presidente Casellati aggiunge: «Da quasi due secoli e mezzo la Guardia di Finanza protegge gli interessi e tutela la sicurezza degli italiani e combatte la mala pianta della corruzione, senza mai mancare di apportare il suo contributo anche nelle emergenze nelle quali è chiamata a fornire soccorso e assistenza».
      «A tutti i nostri Finanzieri - conclude - va la riconoscenza della Repubblica per il servizio che quotidianamente svolgono, con professionalità, spirito di sacrificio e dedizione, nell'azione di contrasto ai reati economici e finanziari e per la difesa della legalità e della giustizia»

      Crollo palazzina a Gorizia: il cordoglio del Presidente del Senato ai familiari delle vittime

      "Esprimo il mio personale cordoglio ai familiari delle vittime e rivolgo un pensiero commosso a chi ha perso la vita nel tragico crollo della palazzina che si è verificato oggi a Gorizia.
      Un grazie doveroso va ai soccorritori impegnati come sempre a prestare la loro opera di aiuto nell'emergenza".
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando l'incidente avvenuto a Gorizia che ha provocato la morte di tre persone.

      Giornata Mondiale del Rifugiato, il Presidente del Senato Casellati: «Accoglienza è principio inderogabile ma sulla crisi migratoria serve cooperazione su larga scala»

      «Il soccorso, l'assistenza e l'accoglienza a chi fugge dalla miseria, dalla guerra, dalle violenze, sono principi universali ai quali nessun Paese civile può derogare. Ma perché l'accoglienza possa andare di pari passo con l'integrazione e l'inclusione, serve una cooperazione concreta e su larga scala».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato istituita per volere delle Nazioni Unite.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «La storia del nostro Paese è una storia fatta di solidarietà, elemento fondante del nostro Stato di diritto. Ma non si può pensare di continuare a chiedere all'Italia di affrontare pressoché da sola una crisi migratoria di così ampia portata e che sarà "il" fenomeno" con cui bisognerà fare i conti anche nei prossimi decenni»
      «Non va dimenticato che oggi i cittadini mettono la sicurezza al primo posto fra le loro esigenze e questa istanza non può rimanere inascoltata. L'Europa del futuro dovrà essere necessariamente un'Europa più solidale ma anche più sicura. E nessuno tra i Paese europei dovrà più girarsi dall'altra parte» ha concluso.

      ESAMI DI MATURITÀ: LA DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DEL SENATO

      "Oggi per tante ragazze e tanti ragazzi italiani è una giornata da ricordare. Uno snodo fondamentale nel percorso di vita: l'esame di maturità. Un momento importante perché segna un passaggio cruciale verso l'età adulta.
      Ai nostri giovani faccio un "in bocca al lupo" sincero, augurando loro che possano trasformare presto i sogni in progetti concreti".
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione del giorno di inizio degli esami di maturità.

      Salone Nautico di Venezia, il Presidente Casellati: «Intuizione di successo, rievoca la storia e disegna il futuro di Venezia»

      «Il Salone Nautico di Venezia ha tutte le carte in regola per affermarsi come una realtà di primaria importanza a livello internazionale. La location, l'organizzazione, la sinergia tra le tante eccellenze del territorio e le ritrovate ambizioni della città confermeranno, nei prossimi anni, che è stata un'intuizione di assoluto successo».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo alla cerimonia di inaugurazione della prima edizione del Salone Nautico di Venezia all'Arsenale.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Qui già nel '500 si producevano imbarcazioni innovative: il Salone è dunque un progetto che rievoca la storia e le affermazioni di Venezia in tutto il mondo navigabile e proietta allo stesso tempo la città verso il futuro, disegnando una nuova strategia nel suo rapporto con il mare».

      Il Presidente del Senato ha sottolineato ancora: «Le imprese e le città venete sono da sempre all'avanguardia per la capacità di generare ricchezza preservando e valorizzando il territorio. Una capacità che a Venezia si è manifestata con importanti scelte istituzionali e amministrative sul piano della sostenibilità» ha aggiunto.

      «Una filosofia "verde" che si integra perfettamente con l'economia blu, l'economia del mare. Un binomio perfetto per Venezia, per il Veneto e per l'Italia, che consentirà di consegnare alle future generazioni un territorio integro, più affascinante e più attrattivo» ha concluso.

      Relazione Commissione di garanzia sullo sciopero: intervento del Presidente Casellati

      «Il diritto di sciopero deve conciliarsi sempre con l'esigenza di assicurare quei servizi essenziali e strumentali alla tutela dei bisogni, di cui ogni cittadino ha diritto. A quasi 30 anni dall'entrata in vigore della legge 146 del 1990, possiamo dire che la Commissione di garanzia sullo sciopero è riuscita ad operare un delicato bilanciamento tra questi diritti costituzionali».

      Lo ha detto stamattina il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel suo intervento alla presentazione della Relazione della Commissione di garanzia sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali per l'anno 2018.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «La Commissione si è affermata come interlocutore strategico al fine di perseguire quella che viene definita la "civilizzazione" del conflitto. Grazie a questa riforma, le parti hanno imparato a canalizzare la conflittualità, partecipando in maniera costruttiva alle decisioni e interpretando il diritto di sciopero con senso di crescente responsabilità».

      «Non a caso nel settore dei servizi pubblici essenziali la diminuzione degli scioperi nel corso del 2018 è risultata particolarmente significativa e i benefici sono stati immediatamente percepiti dai cittadini, sia sotto il profilo del risparmio e della razionalizzazione delle risorse, sia rispetto all'immagine e alla competitività del sistema Paese» ha concluso.

      Carabiniere travolto e ucciso da un'auto: il cordoglio del Presidente Elisabetta Casellati

      "Cordoglio alla famiglia e all'Arma dei Carabinieri per il tragico episodio che stanotte ha portato via uno dei nostri "eroi della quotidianità": un carabiniere che con dedizione e sacrificio stava compiendo, come ogni giorno, il proprio dovere".
      Lo ha detto il Presidente Elisabetta Casellati rivolgendo un pensiero commosso all'appuntato scelto Emanuele Anzini, travolto e ucciso in un incidente stradale stanotte in provincia di Bergamo.

      NOTA PER LE REDAZIONI

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati oggi pomeriggio alle 17.30 visiterà la sede di Via degli Aldobrandeschi dell'Associazione "Andrea Tudisco" Onlus, struttura che gestisce quattro Case di accoglienza per famiglie e bambini affetti da varie patologie, provenienti da tutti i Paesi del mondo e in cura presso le strutture ospedaliere di Roma.

      Comunicato stampa

      «Oggi la povertà di argomenti della politica rispetto ai problemi reali del Paese, fa sì che l'attenzione spesso venga spostata su "presunti privilegi". Ed eccomi tristemente a rispondere a una richiesta di chiarimenti del senatore Patuanelli rispetto al fatto di utilizzare - anziché voli di Stato - il vettore Alitalia per i miei spostamenti in occasione di importanti impegni istituzionali».

      Lo afferma il Presidente del Senato Elisabetta Casellati.

      Il Presidente Casellati aggiunge: «È successo di recente, e per più delle due volte indicate, che venissi chiamata dalla saletta dell'aeroporto per imbarcarmi con gli altri passeggeri e che poi fossi costretta invece ad attendere, due ore una prima volta e mezz'ora l'ultima, prima del decollo. In tutti i casi mi sono ritrovata a discutere con gli altri passeggeri e a constatare che quella dei ritardi nei voli aerei è ormai una piaga».

      «I comandanti - chiarisce ancora il Presidente del Senato - hanno addotto ogni volta spiegazioni diverse: nel caso del volo Venezia-Roma del 10 giugno per "lavori in corso", e nel Roma-Parigi del 12 giugno per "traffico nell'aeroporto francese e condizioni meteorologiche avverse. Il tutto è ovviamente verificabile dalle registrazioni aeree, dalle telecamere, dalle testimonianze dei passeggeri e del personale di terra"».

      «Non fa parte del mio modo di agire né di rapportarmi usare privilegi impropri né mettere in difficoltà chicchessia. Non l'ho mai fatto prima e men che meno oggi che rivesto un ruolo di rappresentanza del mio Paese» conclude.

      Cordoglio per la scomparsa del Maestro Franco Zeffirelli

      «Esprimo tutto il mio cordoglio personale e come Presidente del Senato per la scomparsa del Maestro Franco Zeffirelli, un genio dell'arte e della cultura che nel corso della sua carriera ha fatto della bellezza il suo linguaggio e ha portato lustro al nostro Paese anche come senatore della Repubblica».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati dopo aver appreso della scomparsa del grande regista fiorentino.

      Il Presidente Casellati ha ricordato ancora: «Nel mese di aprile l'ho voluto in Senato per tributargli un omaggio quale eccellenza italiana universalmente riconosciuta, capace di trasporre sui palcoscenici più importanti del mondo e sul grande schermo le atmosfere, lo spirito e le emozioni del teatro e dell'opera lirica. È stato un momento di grandissima emozione e commozione».

      «Zeffirelli lascerà un grande vuoto nella cultura italiana. Il suo genio dovrà essere ricordato quale esempio per le future generazioni» ha concluso.

      Intervento alla XX Riunione dei Senati europei a Parigi

      "Viviamo in un'epoca contraddistinta dal "dominio" degli esecutivi. A livello nazionale così come sovranazionale, i governi sono predominanti in molte sfere della decisione pubblica. Questa tensione rende necessario un ribilanciamento tra i poteri attraverso la presenza di un Parlamento che, a due voci, sappia indirizzare e controllare l'operato degli esecutivi, evitando che la decisionalità politica si esaurisca nel continuum tra la maggioranza parlamentare e il proprio governo". Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo a Parigi alla XX Riunione dell'Associazione dei Senati d'Europa sul tema del bicameralismo.
      "In questo senso - ha aggiunto - è possibile affermare che le seconde Camere garantiscono più controllo del governo, ma anche più stabilità, perché un esecutivo esposto ad una sola camera rischia di essere vacillante". Il bicameralismo, insomma, ha sottolineato il Presidente, "nasce anche per garantire maggiore ponderazione delle decisioni e spazi di dibattito" e "si conferma il sistema nettamente prevalente negli ordinamenti ad alto indice di stabilità democratica".
      "La garanzia di pluralismo nella rappresentanza offerta dal bicameralismo è un autentico atout per il rafforzamento del senso di appartenenza nazionale, contribuendo alla fondazione di una identità nazionale collettiva alimentata da una reale inclusività", ha concluso il Presidente Casellati.

      Presidente Casellati: migranti? Serve un nuovo Piano Marshall per l'Africa

      «L'Africa è il futuro del mondo. E l'Europa è obbligata a costruire una strategia che non si limiti alla sola gestione delle dinamiche migratorie. Serve una mobilitazione straordinaria di risorse, un nuovo Piano Marshall per il continente africano. Perché gli equilibri globali e il futuro dell'Europa saranno determinati da ciò che accadrà nei prossimi decenni nel continente africano».
      Lo ha detto oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel suo intervento a Parigi alla XX riunione dell'Associazione dei Senati d'Europa nel corso della quale si è discusso di "Dialogo euro-africano delle Seconde Camere" e di "Bicameralismo, un atout per la democrazia".
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Le istituzioni europee hanno il dovere di scrivere una storia comune che guardi al futuro e coinvolga l'Africa e il Mediterraneo nell'obiettivo di costruire un domani di sviluppo, diritti e benessere per tutti. Per farlo bisogna mettere insieme volontà politica, energie e risorse»
      «In questo sforzo - ha continuato - un ruolo non secondario spetta proprio ai nostri Parlamenti che possono svolgere una funzione rilevante nello stimolare, elaborare e monitorare le nuove politiche di crescita».

      Casellati alla Sorbona a Parigi: «Italia e Francia unite da storico protagonismo in Europa: anche per il futuro serve contributo congiunto»

      «Italia e Francia sono legati da una relazione alimentata da vincoli storici, culturali e umani strettissimi e dall'amicizia e collaborazione fra due popoli per molti aspetti fratelli. Il legame italo-francese ha attraversato i grandi movimenti culturali, artistici, filosofici che hanno forgiato l'identità dell'Europa nell'età moderna e ancora oggi rappresenta una risorsa fondamentale per il Vecchio Continente». Lo ha detto stamattina il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel corso del suo intervento all'Université de la Sorbonne di Parigi, il più prestigioso ateneo di Francia che proprio all'Italia ha dedicato il prossimo anno accademico.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Dopo la tragedia della Seconda guerra mondiale, i nostri due Paesi sono stati tra i fondatori dell'Unione europea svolgendo un ruolo da protagonisti nel suo sviluppo e nel suo ampliamento. E oggi, come in passato, Italia e Francia sono chiamati a dare un contributo decisivo al futuro dell'Europa che deve affrontare sfide impegnative crescita economica, coesione sociale, rivoluzione digitale, salvaguardia del clima, sicurezza e lotta al terrorismo, gestione dei flussi migratori».

      Davanti ad una platea nella quale c'erano molti esponenti della cultura e studenti italiani, il Presidente del Senato ha ricordato anche la figura Leonardo Da Vinci, genio italiano di cui quest'anno ricorrono i 500 anni dalla morte: «Ricordare Leonardo in una delle più prestigiose sedi dello studio e della cultura mondiali, come la Sorbona, è il modo migliore per onorarne il lascito più profondo: l'invito ad acquisire princìpi e nozioni conservando sempre una concezione ampia e interdipendente del sapere».

      Il Presidente del Senato a Parigi per la XX Riunione dell’Associazione dei Senati d’Europa

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati è partita oggi per Parigi dove parteciperà alla XX riunione dell'Associazione dei Senati d'Europa.

      Domani mattina alle 11.30 sarà presente all'inaugurazione dell'anno accademico dedicato all'Italia presso l'Université de la Sorbonne e qui terrà un discorso davanti a una platea della quale faranno parte anche esponenti italiani del mondo della cultura, della ricerca e della scuola.

      Sempre domani, alle 15, il Presidente del Senato andrà all'OCSE dove incontrerà il segretario generale Àngel Gurrìa e i funzionari italiani dell'organizzazione.

      Successivamente, nella sede dell'UNESCO incontrerà la Direttrice Generale per l'Educazione Audrey Azoulay e i funzionari italiani che lavorano a Parigi presso l'Organizzazione Mondiale.

      Venerdì 13 giugno il Presidente Casellati prenderà parte alla XX riunione dell'Associazione dei Senati d'Europa che verrà aperta dall'intervento del Presidente del Senato francese Gérard Larcher e si articolerà in due sessioni di lavoro: la prima sul "Dialogo euro-africano delle Seconde Camere" e la seconda sul tema "Il Bicameralismo: un atout per la democrazia".

      L'intervento del Presidente di Palazzo Madama è previsto nell'ambito della seconda sessione che inizierà alle 14.45.

      Presidente Casellati: Berlinguer uomo del dialogo e delle istituzioni

      «Uomo del dialogo e delle istituzioni, Enrico Berlinguer è una figura politica di cui ancora oggi, a 35 anni dalla scomparsa, il panorama politico italiano sente la mancanza. Lo ricordiamo come un leader capace di farsi apprezzare da alleati e avversari, per autorevolezza e visione. Commemorarlo è doveroso, così come lo è ricordare il suo impegno a difesa della democrazia negli anni più bui della Repubblica, quelli dello stragismo di matrice terroristica».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando il segretario del PCI scomparso l'11 giugno 1984.
      «Della sua eredità politica resta ancora attuale la denuncia della "questione morale" rispetto alla modalità di gestione della cosa pubblica. Una denuncia da cui traspare l'etica e il forte idealismo con cui Berlinguer ha sempre vissuto e interpretato il suo impegno politico» ha concluso il Presidente Casellati.

      Casellati ricorda Gianni De Michelis: «Uomo di visione e pragmatismo, seppe intuire come il mondo stava cambiando»

      «Uomo di grandi intuizioni in politica estera e sul mondo del lavoro, difensore dell'interesse nazionale, figura istituzionale che ha contribuito per anni alla vita democratica del Paese: Gianni De Michelis è stato tante cose, e lo è sempre stato con il tratto della competenza, della risolutezza e del pragmatismo».

      Lo ha affermato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel suo intervento al convegno che si è tenuto oggi a Palazzo Madama per ricordare l'ex deputato, ministro e vicepremier di recente scomparso.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Il suo contributo alla politica internazionale ha una rilevanza proporzionale agli sconvolgimenti epocali che caratterizzarono quel periodo storico. Dalla caduta del Muro di Berlino in avanti, De Michelis visse in prima linea tutti i fatti che hanno cambiato radicalmente l'Europa. E fu il primo a capire quanto avrebbero influito sul nostro Paese. La sua azione dalla Farnesina diede forza alla nostra diplomazia».

      «Vide in anticipo - ha concluso il Presidente del Senato - che in un mondo rinnovato l'Unione Europea sarebbe diventata indispensabile protagonista sullo scacchiere internazionale. Una posizione coerente con il suo ruolo di padre fondatore dell'Ue: fu lui infatti, insieme a Guido Carli e Giulio Andreotti, a firmare il trattato di Maastricht»

      Casellati ricorda Giacomo Matteotti: «Esempio per gli italiani di tutte le generazioni»

      «Commemorare Giacomo Matteotti a 95 anni dalla morte vuol dire continuare a rendere omaggio a un uomo che ha contribuito a formare le basi di libertà e democrazia su cui è stata eretta la nostra Repubblica».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando la figura del deputato socialista Giacomo Matteotti rapito e ucciso il 10 giugno del 1924 da una squadra fascista, dopo aver denunciato alla Camera dei Deputati i brogli elettorali che avevano caratterizzato le elezioni di quell'anno.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Ricordarlo vuol dire adempiere anche a un dovere morale nei confronti di un martire della libertà di espressione il cui sacrificio non dovrà mai cadere nell'oblio. Il suo coraggio e i suoi ideali rappresentano un esempio per gli italiani di tutte le generazioni».

      «Un Paese che non fa lezione del passato non potrà mai costruire un futuro di progresso e di crescita» ha concluso.

      FESTA DELLA MARINA MILITARE, CASELLATI: «GRAZIE AI NOSTRI MARINAI: SALVANO VITE E GARANTISCONO PACE E LIBERTÀ AI NOSTRI MARI»

      «La Marina Militare è un orgoglio della Repubblica. Se le nostre coste sono sicure e le acque che circondano la Penisola continuano ad essere mari di pace e di libertà, il merito è anche della sua preziosa opera».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Festa della Marina Militare che si celebra oggi.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «L'importanza della Marina, per il nostro Paese, è testimoniata dai servigi che ha reso all'Italia in passato e dal contributo che oggi i suoi uomini e le sue donne danno in tutte le emergenze che ci sono nel Mediterraneo, in particolare quelle umanitarie».
      «A tutti i marinai italiani va il nostro grazie per la loro professionalità e umanità e per il lustro che, in tutte le loro attività, riescono a dare al Paese anche sul piano internazionale» ha concluso.

      Il Presidente Casellati al Centenario della Fiera Campionaria di Padova

      «Da cento anni una vetrina che racconta al mondo la storia di un Paese che ha voglia di fare»

      «La Fiera di Padova è una vetrina che da un secolo racconta al mondo la storia di un Paese che ha voglia di fare, di fare bene e di guardare al futuro con intraprendenza e fiducia nelle proprie capacità».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo alla centesima edizione della Fiera Campionaria di Padova la cui storia ebbe inizio il 10 giugno del 1919.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Oggi non si celebrano solo i suoi cento anni. Si festeggiano cento anni di cui essere fieri orgogliosi perché questa fiera, nel corso di un secolo di trasformazioni, è sempre stata l'occasione in cui le nostre realtà economiche hanno dato prova della loro straordinaria predisposizione di vivere i mutamenti e anticiparli per rinnovarsi e continuare ad affermarsi sui mercati. Uno spirito di adattamento che è prova di intelligenza, creatività, vivacità».

      «Non possiamo non riflettere su cosa abbia rappresentato la sua prima edizione, inaugurata solo pochi mesi dopo l'armistizio, firmato sempre qui a Padova, che ha posto fine alla Prima Guerra Mondiale. In quel contesto di devastazione e di lacerazioni, l'intuizione di Ettore Da Molin, allora Segretario della Camera di Commercio, divenne un progetto ambizioso che consentì di allestire, per la prima volta in Italia, un evento espositivo di respiro internazionale e di dare impulso a una nuova stagione di relazioni economiche e diplomatiche fondamentali per avviare la ricostruzione del nostro Paese» ha concluso.

      Senato&Cultura, la Banda dei Carabinieri in concerto nell’Aula di Palazzo Madama

      «A 199 anni dalla sua fondazione, la Banda dei Carabinieri dimostra di aver saputo costantemente aumentare il proprio prestigio e il proprio fascino, grazie ad una riconosciuta perfezione stilistica e musicale e ad un repertorio di straordinaria varietà».
      Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto oggi pomeriggio nell'Aula di Palazzo Madama il quinto appuntamento di "Senato&Cultura" dedicato, nell'occasione, al tema "la Banda nella sua tradizione popolare".
      La Banda dei Carabinieri, diretta dal Maestro Massimo Martinelli, si è esibita con un programma d'eccezione: dall'800 musicale di Verdi, Rossini, Offenbach, Ponchielli e Puccini alle melodie contemporanee di Lucio Quarantotto ed Ennio Morricone.
      Nel corso del concerto, un ruolo importante lo ha avuto anche il tenore Carabiniere Roberto Lenoci mentre la conclusione è stata affidata a "La Fedelissima" di Luigi Cirenei, marcia di ordinanza dell'Arma.
      «A pochi giorni dalla parata militare di via dei Fori Imperiali e dalle altre celebrazioni per la Festa della Repubblica, questo concerto rappresenta un'ulteriore suggestiva occasione per ascoltare e ammirare un'eccellenza italiana unanimemente riconosciuta» aveva detto in apertura il Presidente del Senato.

      Il premio fair-play al Presidente del Senato Casellati: «Come nello sport, anche in politica fondamentale il rispetto per l’avversario»

      «In politica il confronto non deve mai tradursi nello scontro frontale o nella delegittimazione. Come avviene nello sport, partire dal fair play è il miglior inizio possibile per migliorare la vita delle istituzioni e favorire, in tutti i contesti, il bene comune».

      Lo ha detto oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel ricevere a Palazzo San Macuto il premio "Fair Play della politica" che le è stato assegnato "quale rappresentante del Parlamento che si è saputa distinguere dentro e fuori le sedi istituzionali, assumendo la responsabilità delle sue azioni e del suo comportamento in modo etico e rispettoso degli avversari".

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Ispirare i propri comportamenti ad una rispettosa condotta, a partire dalle Aule parlamentari, è una precondizione per poter essere ascoltati, per essere autorevoli, per fare breccia anche in chi la pensa diversamente da noi».

      «Apprezzo molto questo riconoscimento perché dimostra esattamente lo spirito con il quale, sin dall'inizio del mio mandato alla guida del Senato, ho cercato di ispirare la mia presidenza» ha concluso.

      Le deliberazioni del Consiglio di Presidenza

      Il Consiglio di Presidenza del Senato presieduto dal Presidente Elisabetta Casellati si è riunito oggi a Palazzo Madama e ha deliberato una serie di importanti provvedimenti, quali il diritto di accesso agli atti, per rendere trasparente l'attività amministrativa del Senato.
      È stato sbloccato, finalmente, dopo tanti anni, il turnover e il Presidente è stato autorizzato ad indire i concorsi per le varie categorie dei dipendenti di Palazzo Madama il cui personale risulta attualmente sotto organico: il 30 per cento di media sotto il fabbisogno minimo, con punte di assenza del 45 per cento.
      Si tratta dell'attuazione dei due punti più importanti del discorso che il Presidente Casellati rivolse al personale del Senato nel dicembre 2018 e rispetto ai quali c'era grande aspettativa.
      Quanto agli altri due punti, sempre dello stesso discorso di dicembre del Presidente, uno, e cioè la Convenzione con Palazzo Chigi per l' asilo nido, era già stato definito in precedenza, mentre l'altro, relativo ai congedi parentali, è stato già oggetto di una bozza di modifica da parte della Presidenza già portata all'attenzione dell'Amministrazione.

      Confcommercio. Partecipazione del Presidente Casellati all'Assemblea Generale

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha preso parte questa mattina all'Assemblea Generale di Confcommercio che si è tenuta all'Auditorium della Conciliazione. Ad accoglierla il Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli.

      Venerdì 7 giugno quinto appuntamento con Senato &' Cultura

      Il quinto appuntamento di "Senato&Cultura" si terrà nell'Aula di Palazzo Madama il prossimo 7 giugno alle 17,30 e sarà un omaggio alla Banda nella tradizione popolare. A un anno dal 200esimo anniversario della sua nascita, la Banda dei Carabinieri, diretta dal Maestro Massimo Martinelli, si esibirà con un programma d'eccezione: dall'800 musicale di Verdi, Rossini, Offenbach, Ponchielli e Puccini alle melodie contemporanee di Lucio Quarantotto ed Ennio Morricone.
      Nel corso del concerto si esibirà anche il tenore Carabiniere Roberto Lenoci, mentre la conclusione sarà ovviamente affidata a "La Fedelissima" di Luigi Cirenei, marcia di ordinanza dell'Arma.

      Ambiente, Casellati: «Sostenibilità unica strada per preservare il futuro dei nostri giovani»

      «Le istituzioni di tutto il mondo hanno una sola via percorribile: ispirare le politiche pubbliche ad una totale sostenibilità. Il tema è semplice: dobbiamo fare in modo che le future generazioni possano ricevere le stesse opportunità e le stesse risorse di quante ne abbiamo a disposizione oggi».

      Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente che si celebra oggi per volontà delle Nazioni Unite.

      Il Presidente Casellati aggiunge: «Per questo sono convinta che i tanti giovani che sono scesi in piazza in tutto il mondo per difendere il pianeta, il loro futuro e quello di tutti noi, costituiscano una grande speranza e una bellissima realtà».

      «L'ultimo allarme dell'Onu sullo stato dell'ambiente è molto chiaro: l'inquinamento atmosferico è la principale causa di malattie e provoca tra i 6 e i 7 milioni di morti premature all'anno, con perdite economiche stimate in 5 mila milioni di dollari» ha concluso.

      Festa dei Carabinieri, l’omaggio del Presidente Casellati: «Grati a questi eroi della quotidianità»

      «I Carabinieri rappresentano per il nostro Paese "gli eroi della quotidianità": uomini e donne ai quali ogni giorno affidiamo la tutela della nostra sicurezza e il ruolo cruciale di presidio di legalità. Compiti che l'Arma assolve con abnegazione, sacrificio e professionalità e per i quali merita la stima e la riconoscenza di tutti gli italiani».

      Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della festa per il 205° anniversario della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri.

      Il Presidente Casellati aggiunge: «Da più di duecento anni, l'Arma cammina di pari passo con la storia d'Italia senza mai venire meno al ruolo di custode delle istituzioni e dei cittadini. E il Paese è consapevole che, in qualunque incombenza e in qualunque territorio, potrà sempre contare sui Carabinieri».

      «Proprio in questa giornata, è giusto rivolgere un pensiero alle famiglie dei carabinieri caduti mentre compivano il proprio dovere contro la delinquenza e contro le mafie e a difesa della vita umana, dell'ordine pubblico e di libertà, pace e democrazia» conclude.

      CASELLATI: «NONNI-NIPOTI, RAPPORTO UNICO FATTO DI SCAMBIO E RECIPROCITÀ»

      «I nonni sono un patrimonio irrinunciabile per la famiglia e per la nostra società. Sono fonte di insegnamento, di svago e di supporto economico. E con i nipoti c'è anche uno scambio culturale che porta a un inedito ribaltamento di ruoli: i nonni possono apprendere dai ragazzi nuove competenze, come nel caso del funzionamento di computer, tablet o telefoni cellulari. È la reciprocità che rende unica e insostituibile questa relazione».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della cerimonia di premiazione del concorso nazionale "Io e i miei nonni: esperienze e riflessioni" che si è tenuta oggi a Palazzo Madama.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «La disponibilità a essere attivi in tutte le incombenze, sempre pronti a dare una mano e ad adattarsi ai cambiamenti sociali, fa dei nonni un modello di vita positivo. Un esempio virtuoso per le giovani generazioni che dall'esperienza del passato hanno il dovere di trarre l'insegnamento per vivere il futuro» ha concluso.

      Il Presidente Casellati riceve il Capo di Stato Maggiore della Marina Valter Girardelli

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto questa mattina a Palazzo Madama l'Ammiraglio Valter Girardelli, Capo di Stato Maggiore della Marina.
      L'incontro è stata l'occasione per un saluto di commiato in quanto il termine dell'incarico di Capo di Stato Maggiore per l'Ammiraglio è previsto il 21 giugno.

      Vorrei una legge che...": oggi il Presidente Casellati premierà le scuole vincitrici nell'Aula del Senato

      L'Aula di Palazzo Madama ospita oggi la cerimonia di premiazione degli Istituti vincitori dell'undicesima edizione di "Vorrei una legge che..." per l'anno scolastico 2018-2019, iniziativa promossa dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.
      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati consegnerà le targhe di premiazione a ciascuna scuola, alla presenza di tutti gli studenti vincitori e dei loro docenti.
      L'iniziativa, che prenderà il via nel pomeriggio alle 17.15, si rivolge ai bambini dell'ultimo anno della scuola primaria, con l'obiettivo di far comprendere il procedimento legislativo anche ai più piccoli, avvicinarli alle Istituzioni e incentivarne il senso civico attraverso l'elaborazione e la proposta di disegni di legge illustrati con disegni, video, foto e musica.
      Anche quest'anno hanno partecipato al concorso studenti provenienti da ogni parte d'Italia. Saranno infatti premiati a Palazzo Madama progetti realizzati da scuole provenienti da Avezzano e Sulmona (L'Aquila, Abruzzo), Lamezia Terme (Catanzaro, Calabria), Mondragone (Caserta, Campania), Roma, Tavernole sul Mella (Brescia, Lombardia), Sassocorvaro (Pesaro-Urbino, Marche), Carovilli (Isernia, Molise) Santa Teresa di Riva (Messina, Sicilia), Taranto (Puglia), Piegaio Pescaglia (Lucca, Toscana) e Nervesa della Battaglia (Treviso, Veneto).
      La cerimonia verrà trasmessa in diretta dal canale satellitare, dalla WebTv e dal canale YouTube del Senato. Gli elaborati prodotti dalle scuole vincitrici sono esposti a Palazzo Madama, nel Salone Garibaldi.
      Sul sito www.senatoragazzi.it è disponibile l'elenco completo degli Istituti selezionati.

      2 GIUGNO, IL PRESIDENTE ALBERTI CASELLATI: "CELEBRAZIONE DI GRANDE VALENZA PER ISTITUZIONI E CITTADINI"

      "La Festa della Repubblica è una festa che esprime i più alti valori di unità, appartenenza e identità collettiva. È una celebrazione di grande valenza simbolica per le istituzioni e per i cittadini perché ricorda un passaggio fondamentale per la nostra storia: la scelta degli italiani di aderire all'ideale repubblicano attraverso il referendum del 1946. L'augurio che oggi voglio esprimere è che il Paese intero ricordi e festeggi il momento in cui l'Italia, dopo la guerra e le divisioni, s'è fatta nazione. Buona festa della Repubblica a tutti gli italiani".

      Lo ha detto il presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione del 73esimo anniversario della Festa della Repubblica, dopo aver preso parte alle celebrazioni assieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e alle altre Alte Cariche dello Stato.

      Roma, 2 giugno 2019

      IL PRESIDENTE CASELLATI HA RICEVUTO IN SENATO LA NAZIONALE DI CALCIO FEMMINILE

      «Il calcio italiano rinascerà attraverso le donne. Per troppo tempo questo sport è stato considerato prerogativa degli uomini. Oggi invece è stato superato uno degli ultimi pregiudizi che segna un ulteriore passaggio nel cammino di emancipazione della donna. Attorno al movimento calcistico femminile c'è grande fermento, grandi aspettative». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati alle atlete della nazionale di calcio femminile che stamattina - insieme al Presidente della Figc Gabriele Gravina, al commissario tecnico Milena Bertolini, alla Vicepresidente della Lega Pro Cristiana Capotondi e agli altri componenti dello staff azzurro - sono state ricevute nel Cortile d'Onore di Palazzo Madama prima della loro partenza per i Mondiali di Francia che prenderanno il via il 7 giugno.

      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Il calcio è uno sport meraviglioso e ispirato a valori come altruismo, lealtà, rispetto delle regole. Nel nostro Paese è uno straordinario protagonista sociale capace di accendere i cuori e il senso di appartenenza».

      «L'augurio che esprimo è che questa partecipazione ai Mondiali rappresenti un punto di partenza e non di arrivo per il movimento calcistico femminile» ha concluso il Presidente prima di ricevere in dono dalle "azzurre" la maglia della Nazionale.

      Il Presidente Casellati domani accoglierà “le azzurre” nel Cortile d’Onore di Palazzo Madama

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati, domani 1° giugno alle ore 11.30 riceverà a Palazzo Madama le atlete della nazionale di calcio femminile accompagnate dal Presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio Gabriele Gravina, dal Commissario Tecnico Milena Bertolini e dal Vicepresidente della Lega Pro Cristiana Capotondi.
      È la prima volta che una squadra di calcio femminile viene ricevuta in Senato.
      La cerimonia si svolgerà nel Cortile d'Onore di Piazza Madama. La delegazione porterà in omaggio al Presidente Casellati la maglia della Nazionale, prima di partire per i Mondiali in Francia che si terranno dal 7 giugno al 7 luglio.

      La vicinanza del Presidente Casellati al sindaco di Roma

      «Sono vicina al sindaco Virginia Raggi. Il suo impegno non deve venir meno di fronte alle minacce della criminalità. Al contrario, devono rappresentare uno sprone ad andare avanti sulla strada della legalità». È quanto ha affermato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando la notizia del rafforzamento della scorta al sindaco di Roma dovuto a presunte minacce da parte del clan Casamonica.

      Intimidazione a Martina. La solidarietà del Presidente Casellati

      "Esprimo tutta la mia solidarietà a Maurizio Martina per il vile messaggio intimidatorio di cui è stato destinatario. È inaccettabile che ancora una volta nel nostro Paese il dibattito debba essere contaminato e condizionato da gesti e minacce che nulla hanno a che vedere con la dialettica politica. La democrazia non può permetterlo".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati dopo aver appreso della busta contenente un proiettile che è stata recapitata all'ex segretario del Partito democratico Maurizio Martina.

      CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE, CASELLATI INAUGURA L’ANNO GIUDIZIARIO

      «È necessario riconoscere anche sul piano costituzionale l'obbligo della difesa tecnica e la garanzia che l'avvocato possa esercitare la propria attività in posizione di libertà, autonomia e indipendenza». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel suo intervento all'inaugurazione dell'anno giudiziario al Consiglio Nazionale Forense.

      Il Presidente del Senato ha ricordato che «la Costituzione non si limita a considerare la professionalità dell'avvocato quale risorsa a cui attingere per la copertura di cariche pubbliche ma la qualifica come espressione concreta dell'inviolabilità del diritto di difesa».

      «Per queste ragioni - ha concluso - guardo con attenzione al percorso parlamentare che si sta per avviare proprio in Senato in relazione al disegno di legge di modifica integrativa dell'articolo 111 della Costituzione. Si tratta di costituzionalizzare principi già formalmente sanciti nella legge sulla professione forense che, nella mia precedente funzione di Sottosegretario di Stato alla giustizia, ho fortemente voluto e sostenuto».

      Il Presidente Casellati riceverà sabato la Nazionale di calcio femminile

      Il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, riceverà il 1 giugno, alle ore 11.30, a Palazzo Giustiniani le atlete della Nazionale di calcio femminile accompagnate dal Presidente della Federazione italiana Gioco Calcio, Gabriele Gravina, dal Commissario Tecnico, Milena Bertolini e dal Vicepresidente della Lega Pro, Cristiana Capotondi.

      E' la prima volta che una squadra di calcio femminile viene ricevuta al Senato. La delegazione porterà in omaggio al Presidente la maglia della Nazionale prima di partire per i Mondiali di Francia che si terranno dal 7 giugno al 7 luglio.

      Il Presidente Casellati e il Presidente Fico incontrano il Presidente dell'Antitrust

      I Presidenti del Senato, Elisabetta Casellati, e della Camera, Roberto Fico, hanno incontrato a Palazzo Giustiniani il Presidente dell'Antitrust, Roberto Rustichelli.

      Si tratta del primo incontro ufficiale tra i massimi rappresentanti del Parlamento e il vertice dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

      Piazza della Loggia, Casellati: "Un colpo drammatico inflitto a tutta la democrazia italiana"

      "La tragedia che ha colpito 45 anni fa Brescia è stata un colpo drammatico che si è voluto infliggere a tutta la democrazia italiana: far esplodere una bomba durante una grande manifestazione di popolo non è solo un vile e inqualificabile atto di barbarie, ma un messaggio brutale all'intero Paese. Una vera e propria intimidazione contro la scelta dei cittadini di impegnarsi per un interesse comune". Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricorda la strage di Piazza della Loggia.

      "Il 28 maggio del 1974 il terrorismo stragista ha mostrato il proprio volto. Non si cancelleranno mai dalla nostra memoria le immagini drammatiche catturate negli istanti successivi all'esplosione: il dolore, la paura, il caos nella piazza e nelle anime di chi fu colpito. La memoria - aggiunge il presidente Casellati - è quindi una risorsa fondamentale contro il risorgere di vecchi fantasmi e per l'edificazione di una cultura della legalità che dia nuova linfa vitale alla nostra convivenza civile".

      Lezioni di Costituzione. Presidente Casellati: "Formare i giovani ai valori della Costituzione"

      Formare i giovani ai valori della Costituzione per farli crescere nella consapevolezza dei principi cardine della convivenza civile. E' questo l'obiettivo principale del concorso "Dalle Aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione", per il quale oggi a Palazzo Madama sono stati premiati gli studenti di 10 scuole italiane.
      "I vostri progetti, le immagini e le parole che avete scelto per "raccontare" i princìpi, i diritti e i doveri sanciti nella Costituzione mostrano che avete saputo coglierne il senso più profondo", ha detto il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, prima di premiare, insieme al Presidente della Camera, Roberto Fico, i vincitori del concorso giunto alla XII edizione.
      Durante la cerimonia, alla presenza di 241 studenti e 75 tra dirigenti scolastici e docenti, il Presidente Casellati ha ricordato anche l'importanza del voto appena dato al Parlamento europeo. "I momenti di difficoltà con cui il progetto europeo si confronta - ha sottolineato - non devono mai farci perdere di vista le ragioni per cui è nato" che sono "l'esigenza di garantire un avvenire di pace e di contribuire all'affermazione in Europa di società fondate su diritto, giustizia, libertà, prosperità condivisa e tutela dell'individuo". Esattamente i "principi e le aspirazioni" su cui si fonda "la nostra Carta".
      Il Presidente del Senato ha quindi auspicato che i giovani premiati, definiti "testimoni" di tali valori, sappiano "trasmetterli ai coetanei" per incoraggiarli a fondare su questi il proprio futuro.

      Casellati ricorda Eduardo De Filippo: «Raccontò la vera anima di Napoli e del Sud»

      «Eduardo De Filippo è stato scrittore, regista, poeta e attore teatrale. Un artista a tutto tondo che con il suo genio e le sue opere ha saputo rendere universale l'anima di Napoli. Ma nel giorno in cui ricorre il 119esimo anno dalla nascita, da Presidente del Senato, ritengo doveroso ricordarlo come senatore della Repubblica, per il suo impegno politico e istituzionale».
      A dichiararlo in una nota è il Presidente del Senato Elisabetta Casellati.
      «Così come nella sua produzione culturale, prendendo sempre spunto dal vero, è riuscito a raccontare in maniera esemplare la realtà più profonda e spesso controversa del Sud - aggiunge il Presidente Casellati - anche dagli scranni di Palazzo Madama non dimenticò di occuparsi delle vicende degli ultimi e dei più disagiati».
      «Il grande Eduardo va ricordato pertanto, non soltanto per i suoi altissimi meriti culturali, ma anche per la sensibilità e lo straordinario spirito di osservazione che seppe trasfondere in tutte le sue attività, compresa quella politica» conclude.

      Presidente Casellati ha ricevuto Presidente Assemblea Nazionale Bulgaria Karayancheva

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi la Presidente dell'Assemblea Nazionale di Bulgaria, Tsveta Karayancheva. Al centro del colloquio, che ricorre nel 140° anniversario delle relazioni diplomatiche bilaterali, gli eccellenti rapporti politici, la cooperazione culturale ed economica e le prospettive di cooperazione parlamentare fra i due paesi.

      STRAGE CAPACI, CASELLATI: «LA MEMORIA DI FALCONE SI ONORA COMBATTENDO OGNI GIORNO CONTRO MAFIE E CORRUZIONE»

      «Il 23 maggio 1992 rappresenta una ferita mai rimarginata nel cuore dell'Italia: un giorno di lutto e di morte che ancora oggi provoca sofferenza e sdegno. E fino a quando mafia e corruzione continueranno ad esercitare i loro effetti devastanti sul nostro Paese, la memoria di Giovanni Falcone non potrà mai dirsi davvero onorata».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando la strage di Capaci nella quale 27 anni fa persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Da quel tragico attentato che ha segnato le vite di tutti noi, l'azione dello Stato contro le organizzazioni mafiose è riuscita a conseguire risultati molto importanti. I clan mafiosi sono stati disarticolati e colpiti nei loro patrimoni in tutta Italia, ma il loro potere sui territori è ancora forte e pervasivo. Per portare a termine la battaglia serve uno sforzo costante da parte di tutto il Paese sano».
      «Giovanni Falcone diceva che la mafia è un fenomeno umano e come tale è destinata a morire. Le forze migliori delle istituzioni e della società, con il loro impegno quotidiano contro le mafie e per la legalità, possono fare sì che la sua profezia si avveri al più presto» ha concluso.

      Intimidazioni a Ministro Salvini: la solidarietà del Presidente Casellati

      «Esprimo vicinanza e solidarietà al Ministro dell'Interno Matteo Salvini e ferma condanna per il vile gesto intimidatorio di cui è stato fatto oggetto. Un atto grave sul quale è necessario che venga fatta piena luce».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando il ritrovamento di una busta contenente un proiettile indirizzata al ministro Salvini.

      Casellati ricorda D’Antona ucciso 20 anni fa: “Educhiamo i giovani al dialogo, non alla contrapposizione”.

      <<Abbiamo il dovere di insegnare ai giovani che il nostro Paese ha scritto le pagine più belle di progresso e di crescita usando l'inchiostro del dialogo, del confronto e della democrazia, non quello dell'odio e della contrapposizione>>.
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando il professor Massimo D'Antona ucciso dalle Nuove Brigate Rosse il 20 maggio del 1999.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: <<Massimo D'Antona è stato un fine giurista, saggista e docente di diritto del lavoro. Un professionista che ha servito lo Stato con diligenza e senso delle istituzioni>>.
      <<Da quel barbaro assassinio dobbiamo trarre anche un altro insegnamento: i rigurgiti di estremismo che affondano le radici nel passato non vanno mai sottovalutati>> ha concluso.

      Incidente scuolabus: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Esprimo vicinanza alle famiglie e ai bambini che sono rimasti coinvolti nell'incidente ad Arquà Petrarca e ringrazio le forze dell'ordine per il loro tempestivo intervento". Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha commentato la notizia del rovesciamento in provincia di Padova di uno scuolabus che ha provocato il ferimento di sette studenti.

      Monza, Casellati ad Assolombarda: «Lo Stato dia un segnale alle imprese: meno burocrazia e più attenzione»

      «Occorre che le istituzioni, specie quelle rappresentative, prestino maggiore attenzione alle realtà, alle esperienze, ai consigli che esprimono e che arrivano dalle imprese».
      Lo ha detto il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati nel corso del suo intervento all'incontro di oggi con Assolombarda a Monza.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Per sostenere le imprese esistenti e per promuovere la nascita di nuove, occorre che le politiche economiche pubbliche siano le prime a dare un chiaro, convinto segnale di fiducia. Un segnale che deve contribuire a innescare una rivoluzione culturale che riconosca alla libera iniziativa imprenditoriale il suo ruolo centrale per la crescita e lo sviluppo di tutto il Paese».
      «Un eccesso di burocrazia rallenta le aziende e le penalizza, sottraendo cavalli ai loro motori e costringendole a confrontarsi con competitor internazionali che hanno propulsori molto più prestanti» ha concluso.

      Giornata Mondiale contro l'Omofobia: dichiarazione del Presidente Casellati

      "La società non si costruisce sull'odio e sulla discriminazione.
      Qualunque forma di intolleranza sessuale è un passo indietro sul cammino del progresso sociale e civile non solo del nostro paese ma dell'intera umanità. L'omofobia non è accettabile, occorre promuovere nelle famiglie e nelle scuole la cultura del rispetto".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata Mondiale contro l'Omofobia.

      Il Presidente Casellati in visita a Como: «Distretto lariano esempio dell’Italia operosa, candidatura Unesco ne esalta storia e tradizione d’impresa» 

      «Como è espressione di un'Italia bella, concreta e operosa che da sempre progetta, investe e guarda al futuro. La candidatura a Città Creativa dell'Unesco porterà all'attenzione del mondo il profondo legame che qui unisce la tradizione all'innovazione tecnologica, i mestieri antichi alle nuove imprese, l'arte alla sua filiera produttiva e che nella lavorazione della seta ha dato prova di indiscussa eccellenza».

      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo ad un'assemblea alla Camera di Commercio nel corso della sua visita istituzionale a Como.

      «Questo territorio ha un patrimonio ambientale e paesaggistico integrato in una cornice naturale unica che sin dall'antichità ha ispirato scrittori e poeti e che ogni anno conquista quasi un milione e mezzo di turisti - ha aggiunto il Presidente Casellati - il turismo rappresenta dunque un canale strategico di sviluppo a cui guardare».

      «La forza del distretto produttivo lariano sta nell'aver investito sempre sul suo capitale umano e sul protagonismo del territorio. In questo senso la recente fusione delle Camere di Commercio di Como e di Lecco assume un valore strategico: unirsi significa cooperare, condividere, aggregare, potenziare i legami esistenti e creare nuove interconnessioni. È una fusione che esalta il ruolo di Como e tutto il distretto del Lario come crocevia strategico per il Nord Ovest e per l'intero Paese» ha concluso.

      Giornata della famiglia

      "Aiutare le famiglie vuol dire aiutare il Paese. Sostenerle vuol dire immaginare il futuro. Difenderle vuol dire pensare al bene collettivo e non all'interesse individuale". Lo ha ricordato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della "Giornata della Famiglia" voluta dalle Nazioni Unite.
      "La famiglia è il primo nucleo, il fondamento della società e come tale deve essere tutelata. Ed è responsabilità della politica farlo. Essere più attenti ai bisogni, soprattutto delle giovani coppie o dei nuclei familiari più numerosi, "blindandoli" con un welfare adeguato - ha aggiunto il Presidente - significa gettare le basi per una società più equa e meno fragile, più in linea con le aspirazioni di una grande democrazia".

      Intervento del Presidente Casellati alla presentazione del libro di Carlo Nordio

      «Non c'è vera libertà e vera sicurezza senza un sistema giudiziario efficiente che presidi e tuteli in maniera tempestiva i bisogni e i diritti dei cittadini».
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel corso della presentazione del libro "La stagione dell'indulgenza e i suoi frutti avvelenati" di Carlo Nordio che si è svolta stamattina a Palazzo Madama.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «La prima garanzia di efficacia della risposta giudiziaria è collegata alla sua tempestività. Penso allora all'eccessiva durata dei processi, sottolineata in più passaggi del libro di Nordio, in particolare laddove si evidenzia che essa è dannosa per l'economia perché "questa lunghezza esasperata ci costa una perdita pari a quasi il 2% del PIL". I dati relativi alla durata dei processi sono allarmanti. Il 20 per cento dei procedimenti incardinati nei tribunali e oltre il 40 per cento di quelli presso le Corti di Appello sono a rischio di legge Pinto».
      «Per contrastare questi fenomeni e ridare credibilità alla nostra giustizia, occorre uno sforzo comune che richiami alle proprie responsabilità tutti i soggetti coinvolti. Uno sforzo che non si limiti a rincorrere esigenze congiunturali: non serve una legislazione dell'emergenza. C'è invece l'emergenza di riforme normative strutturali e di sistema tanto sul piano del diritto sostanziale quanto sul piano processuale» ha concluso.

      Il Presidente del Senato in visita istituzionale a Como e Monza il 16 e 17 maggio

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati sarà a Como e a Monza il prossimo 16 e 17 maggio per una serie di incontri istituzionali e con le varie realtà del territorio.
      Il primo appuntamento, giovedì pomeriggio, alle 15.30, è alla Camera di Commercio di Como dove vedrà, tra gli altri, il sindaco Mario Landriscina, il Presidente della "Fondazione Alessandro Volta", Luca Levrini, i Presidenti della Camera di Commercio, Marco Galimberti, di Confindustria Como, Aram Manoukian, di Confcommercio, Giovanni Ciceri, di Confartigianato, Roberto Galli.
      Dopo un breve giro della città assieme alle autorità locali, in serata il Presidente del Senato prenderà parte all'evento "Da Galileo Galilei allo sbarco sulla luna" che si terrà al Teatro sociale di Como in occasione della Giornata Internazionale della Luce.
      Il 17 maggio il Presidente Casellati visiterà l'Associazione di volontariato "Cometa" e lo stabilimento industriale Artsana, quindi si sposterà a Monza dove, a Villa Reale, incontrerà il sindaco Dario Allevi e gli imprenditori di Assolombarda presieduti da Carlo Bonomi.
      Alle 15.30, quale momento conclusivo della visita istituzionale, è prevista una visita alla Comunità "Il Paese ritrovato" che ospita chi soffre del morbo di Alzheimer.

      Presidente Casellati riceve Prefetto di Roma

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto oggi nello Studio di Palazzo Madama, il Prefetto di Roma, Gerarda Pantalone. L'incontro è avvenuto nella prospettiva di una collaborazione tra le istituzioni.

      Centenario della fondazione di "Save The Children": dichiarazione del Presidente Casellati

      "Ognuno di noi ha il dovere di sostenere la causa di "Save The Children. E ringrazio di cuore chi si batte ogni giorno per salvare la vita ai bambini che sono le vittime più indifese di guerre e carestie". Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione del centenario della fondazione di "Save The Children".
      "Le violenze e gli abusi contro i bambini sono crimini contro l'umanità e il lavoro svolto da "Save the Children" in 100 anni di storia è un contributo decisivo per riparare alle tante ingiustizie del mondo e per costruire una società più giusta, solidale e consapevole", aggiunge il Presidente.
      "Senza l'impegno dei suoi attivisti, senza lo sforzo dei suoi volontari, migliaia di bambini non sarebbero sopravvissuti all'orrore dei conflitti e alle conseguenze di povertà e malattie", conclude.

      GIORNATA DELL’EUROPA, CASELLATI RICORDA ALDO MORO: «FU PROTAGONISTA DEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE»

      «Oggi è un giorno importante per la costruzione dell'Europa: il 9 maggio del 1950 il ministro degli esteri francese Robert Schuman pronunciò la dichiarazione che ha dato il via al processo di integrazione europea. E in questa giornata nella quale celebriamo la nascita dell'Europa, diventa ancora più doveroso ricordare la figura, l'esempio e il lascito politico e culturale di Aldo Moro di cui oggi ricorre la crudele scomparsa. Proprio lui, il compianto statista democristiano, è stato uno dei protagonisti del processo successivo di costruzione dell'Europa». Lo afferma il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della "Giornata dell'Europa".
      «Quest'anno - aggiunge il Presidente - celebriamo anche i 40 anni della prima elezione diretta del Parlamento europeo. E fu proprio Aldo Moro, allora capo del governo, a presiedere il Consiglio europeo del dicembre 1975 che sancì la svolta. Un percorso che proprio Moro, in uno dei suoi ultimi discorsi, chiuse illustrando, da relatore alla Camera, l'atto relativo all'elezione a suffragio universale diretto del Parlamento europeo».
      «E alla vigilia del voto in Europa, mutuando la riflessione di Aldo Moro, è doveroso ricordare che la scelta di far esprimere il popolo europeo per eleggere la sua rappresentanza non è importante solo dal punto di vista giuridico, ma lo è ancora di più sotto il profilo morale e politico "perché è la manifestazione di una capacità di crescita interna, inserita nel contesto europeo"», dichiara ancora il Presidente Casellati.
      «Il Servizio Studi del Senato per l'occasione, ha raccolto in un dossier tutti gli atti parlamentari che illustrano come l'Italia si preparò all'appuntamento con le prime elezioni dirette del Parlamento Europeo: una pubblicazione importante, che dovrebbero leggere soprattutto i giovani, perché dà la possibilità di prepararsi in modo consapevole a questo momento cruciale per la democrazia europea», conclude.

      GIORNO DELLA MEMORIA SUL TERRORISMO, CASELLATI: «IMPORTANTE RICORDARE TUTTE LE VITTIME»

      «Bisogna coltivare il ricordo. Non c'è Paese senza memoria. Non ci può essere un'idea di futuro senza gli insegnamenti del passato». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nella "Giornata nazionale in memoria delle vittime del terrorismo" che si celebra oggi.
      «Nella giornata in cui lo Stato italiano ha scelto di onorare il ricordo delle vittime del terrorismo - ha aggiunto il Presidente Casellati - ritengo doveroso rivolgere un pensiero particolare a tutti coloro che non hanno mai avuto una pagina dedicata nei manuali di storia. E mi riferisco a chi ha perso la vita non in quanto bersaglio di mani assassine, ma solo perché si trovava al posto sbagliato e nel momento sbagliato».
      «Penso agli agenti delle scorte, agli autisti, alle vittime inermi delle stragi: alle 85 persone che si trovavano a passare per la stazione di Bologna in quel terribile 2 agosto 1980 o a chi era all'interno della Banca dell'Agricoltura il 12 dicembre 1969, solo per citarne alcuni. Elencare i loro nomi significa sgranare un rosario doloroso che va ad aggiungersi ai magistrati, i politici, i docenti universitari, i funzionari, i sindacalisti, i giornalisti, gli uomini delle forze dell'ordine che sono caduti nell'esercizio del proprio dovere. Ma tra coloro che hanno perso la vita in atti terroristici non ci sono vittime di serie A o di serie B: hanno tutti lo stesso peso e lo stesso diritto a non cadere nell'oblio e a ottenere giustizia e verità» ha concluso.

      Il Presidente Casellati riceve il Presidente dell'Azerbaigian

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto oggi il Presidente dell'Assemblea Nazionale della Repubblica dell'Azerbaigian, Ogtay Asadov.
      Nel corso dell'incontro, che si è tenuto a Palazzo Giustiniani e al quale ha partecipato anche una delegazione di parlamentari azeri, sono stati affrontati una serie di temi quali lo sviluppo delle relazioni di cooperazione parlamentare e il consolidamento dei rapporti di amicizia tra Italia e Azerbaigian.

      Case-famiglia, il Presidente Casellati: «Sono l’esempio concreto dell’Italia migliore»

      Presentato in Senato il film “Solo Cose Belle” ispirato all’esperienza di don Oreste Benzi

      «Le case-famiglia sono un modello sociale e umanitario che antepone a tutto il senso profondo della vita, garantendo ascolto, riabilitazione, speranza». Con queste parole il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto la presentazione a Palazzo Madama del film sulle case-famiglia "Solo Cose Belle" ideato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII sulla base dell'esperienza di don Oreste Benzi e delle strutture di accoglienza da lui fondate.
      «La capacità di Don Oreste di contagiare gli altri con il bene, con il sorriso e la spiritualità, ha prodotto una catena di solidarietà senza confini - ha ricordato il Presidente Casellati - il suo lascito resterà nel patrimonio spirituale dell'umanità. Chi come me ha avuto il privilegio di conoscerlo e di lavorarci insieme per realizzare provvedimenti a favore delle donne ridotte in schiavitù, porterà sempre con sé un po' di quell'energia contagiosa e di quella forza di volontà che non conosceva ostacoli».
      «L'Italia che aiuta, l'Italia della bontà, è l'Italia migliore. È quella che ci rende orgogliosi e ci sprona ad essere più solidali, aperti e rispettosi degli altri. Uno Stato attento, in grado di predisporre il giusto quadro normativo e finanziario, è pre-condizione irrinunciabile per attuare interventi che possano realmente non lasciare nessuno indietro» ha sottolineato il Presidente del Senato.
      L'evento, che si è tenuto nella sala Koch e che è stato condotto dalla giornalista Rai Eleonora Daniele, ha visto la partecipazione del Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII Giovanni Paolo Ramonda, di don Aldo Buonaiuto, del regista Kristian Gianfreda e di alcuni protagonisti della pellicola.

      Iniziativa "Race for the cure": Presidente Casellati riceve il professor Masetti

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto oggi nel suo studio a Palazzo Madama, il professor Riccardo Masetti, direttore del Centro integrato di Senologia del Policlinico Gemelli Irccs di Roma e presidente della "Susan G. Komen Italia", l'associazione promotrice dell'iniziativa "Race for the cure", considerata tra le più grandi manifestazioni a livello internazionale per la lotta ai tumori al seno, giunta quest'anno alla sua 20esima edizione.
      Il professor Masetti ha illustrato al Presidente Casellati l'evento che prenderà il via il prossimo 16 maggio a Roma con l'allestimento del "Villaggio della salute" al Circo Massimo e la tradizionale corsa che percorrerà il centro storico della Capitale.
      Il Presidente, che lo scorso anno aveva inaugurato la tre giorni della "Race", ha ringraziato il chirurgo del Policlinico Gemelli per la sua battaglia a sostegno della prevenzione del tumore al seno e gli ha donato la campanella simbolo dell'Aula del Senato.

      Il Presidente Casellati incontra il Presidente del Senato polacco

      Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha ricevuto oggi a Palazzo Giustiniani il Presidente del Senato della Repubblica di Polonia Stanislaw Karczewski. Al centro del colloquio il consolidamento dei rapporti di cooperazione parlamentare tra Italia e Polonia.


      Dichiarazione del Presidente del Senato


      "È inaccettabile che i dati relativi agli abusi sessuali e alle molestie ai danni di minorenni siano in continuo aumento nel nostro Paese: pedofilia e pedopornografia sono piaghe che abbiamo il dovere di debellare con ogni mezzo.
      Si devono portare avanti azioni di contrasto ma anche campagne di prevenzione che insegnino ai minori a difendersi dalle minacce che arrivano soprattutto da Internet. E bisogna aiutare anche le famiglie a riconoscere ogni segnale di pericolo.
      La Rete, un mezzo che dovrebbe accrescere le nostre possibilità di conoscenza, comunicazione, sviluppo e progresso, non può diventare una sorta di moderno vaso di Pandora nel quale confluiscono i peggiori istinti dell'uomo. Bisogna intervenire per evitare che pedofili e maniaci abbiano nel web uno strumento per poter raggiungere facilmente le loro vittime e farle cadere nelle loro ignobili trappole".
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della "Giornata nazionale contro la Pedofilia e la Pedopornografia".

      Omaggio al teatro, il Presidente Casellati: «Continua il viaggio tra le grandi eccellenze italiane»

      «Il quarto appuntamento di "Senato&Cultura" è un omaggio al Teatro, una delle più antiche forme di espressione umana, forte di una tradizione bimillenaria e di una continua e innovativa evoluzione. Qui a Palazzo Madama continua così il nostro viaggio tra le eccellenze italiane». Con queste parole stamattina il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto "Omaggio al Teatro", l'evento, in collaborazione con Rai Cultura, che ha visto esibirsi nell'Aula di Palazzo Madama, aperta al pubblico come ogni primo sabato del mese, artisti affermati e giovani promesse.
      «Grazie agli straordinari Margherita Buy e Massimo Popolizio, a Emma Dante e Giorgio Barberio Corsetti e ai giovani attori dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico - ha proseguito - abbiamo vissuto le emozioni della prosa e della poesia, della musica e del canto, della storia e dell'attualità».
      «In questo appuntamento dedicato al Teatro si sono ripercorse alcune tappe fondamentali dell'evoluzione del pensiero umano, da Sofocle a Euripide, da Pier Paolo Pasolini a Valeria Parrella» ha concluso il Presidente del Senato che è tornata a ribadire come la politica debba avvicinarsi sempre di più alla cultura perché la cultura e l'arte non sono solo "un collante, un ponte tra le genti", ma anche il vero "petrolio dell'Italia".

      Impegni del Presidente del Senato Casellati dal 4 all'11 maggio

      SABATO 4/5
      Senato a porte aperte.
      h.11 - Il Presidente Casellati apre il 4° appuntamento di "Senato & Cultura": "Omaggio al Teatro" con Massimo Popolizio, Margherita Buy e gli allievi dell'Accademia d'arte drammatica "Silvio D'Amico".
      LUNEDI' 6/5
      Ore 17 - Inaugurazione della nuova sede del Dipartimento Informazioni per la Sicurezza, Piazza Dante, Roma
      Ore 18 - Incontro con il Presidente del Senato della Repubblica di Polonia, Stanislaw Karczewski
      MARTEDI' 7/5
      Ore 11 - Il Presidente Casellati sarà presente alla Relazione annuale del Garante della Privacy, Camera dei Deputati
      Ore 13 - Il Presidente Casellati riceve a Palazzo Giustiniani il Presidente del Parlamento della Repubblica dell'Azerbaijan, Ogtay Asadov
      Ore 15.30 - Proiezione in anteprima del film "Solo cose belle" ideato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, con la presenza di don Aldo Buonaiuto, Sala Koch
      GIOVEDI' 9/5
      Ore 18 - Il Presidente Casellati sarà presente al Concerto organizzato dal Primo Presidente della Corte di Cassazione
      VENERDI' 10/5
      Ore 17.30 - Il Presidente Casellati sarà presente alla cerimonia per la consegna del Premio "Guido Carli" che si terrà nell'Aula del Senato

      Giornata Libertà di stampa: dichiarazione Presidente Casellati

      «Il giornalismo, quando è svolto con rigore e con coraggio, rappresenta un baluardo di democrazia, di legalità, di resistenza alle mafie, alla corruzione e, di conseguenza, al degrado sociale, politico ed economico».

      Lo afferma il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della XXVI Giornata mondiale della Libertà di Stampa indetta dalle Nazioni Unite nel 1993.

      Il Presidente Casellati aggiunge: «Il mio pensiero, in questa giornata, non può che andare a tutti quei cronisti che nella ricerca della verità dei fatti hanno subito e subiscono ogni giorno i soprusi e le ritorsioni fisiche e morali di chi vorrebbe limitare la libertà di stampa e il diritto di cronaca».

      «A tutti loro, e a tutti i giornalisti che quotidianamente fanno da "sentinelle della verità" dando un grande contributo al Paese, va il mio sostegno e l'impegno a supportare tutte le voci dell'informazione con gli strumenti istituzionali a disposizione, affinché questa professione possa continuare ad essere esercitata in libertà e in condizioni di lavoro ottimali» conclude.

      Sabato il Senato rende omaggio al teatro italiano

      Sold-out anche per il quarto appuntamento della rassegna “Senato&'Cultura". Presenti in Aula a Palazzo Madama 100 giovani attori

      Sabato 4 maggio il Presidente del Senato Elisabetta Casellati aprirà il quarto appuntamento della rassegna "Senato&'Cultura" che dallo scorso febbraio vede il Senato e la Rai impegnati a valorizzare il patrimonio artistico-culturale italiano e i "giovani talenti".

      Per l'occasione, dalle ore 11 Palazzo Madama sarà aperto al pubblico e i cittadini potranno assistere in Aula ad un'esibizione che vuole essere un omaggio al grande teatro italiano e alle nuove promesse.

      Ad aprire l'evento, dopo la performance iniziale degli attori dell'Accademia Nazionale di Arte Drammatica "Silvio d'Amico" che intoneranno l'inno d'Italia con un coro a cappella, sarà l'intervento del Presidente Casellati.

      Di seguito al centro dell'emiciclo si alterneranno, tra gli altri, Massimo Popolizio che leggerà "Supplica a mia madre" di Pier Paolo Pasolini e Flavio Francucci e Lorenzo Parrotto che reciteranno un brano da "Ragazzi di vita" sempre di Pasolini.

      Lucrezia Guidone reciterà un passo da "L'Arminuta" di Donatella di Pietrantoni. Giorgio Barberio Corsetti, con gli attori dell'Accademia "Silvio d'Amico", interpreterà il "Tiranno Edipo" tratto da Sofocle.

      Margherita Buy, con le allieve dell'Accademia "Carlotta Gamba" e Ilaria Martinelli, interpreterà un brano tratto da "Lo Spazio Bianco" di Valeria Parrella. Chiuderanno i giovani attori dell'Accademia Nazionale di Arte Drammatica "Silvio d'Amico" con "La Saggezza è il dono degli dei più bello" da Le Baccanti di Euripide, traduzione a cura di Edoardo Sanguineti, per la regia di Emma Dante.

      Grazie a Rai Cultura, l'appuntamento si potrà seguire in diretta streaming all'indirizzo www.cultura.rai.it//live

      Primo Maggio, Casellati: "Più sicurezza sui luoghi di lavoro e più tutele per i precari"

      «Dalle politiche per il lavoro dipende l'idea di futuro che abbiamo per l'Italia. Non dimentichiamolo mai».
      Lo afferma il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Festa del Lavoro 2019.

      «Il lavoro - prosegue - è l'elemento cardine su cui si regge un Paese libero, giusto, sicuro, competitivo, attrattivo.
      Ed è per questo che il Primo Maggio deve diventare non solo la festa dei diritti acquisiti, ma anche un momento di riflessione dedicato a chi il lavoro lo sta cercando, a chi lo deve difendere, a chi ha pagato con la vita la mancanza delle condizioni necessarie a poterlo svolgere in sicurezza».

      «È inaccettabile - sottolinea ancora il Presidente del Senato - che solo lo scorso anno, come ci dicono i dati Inail, in Italia 1.133 persone abbiano perso la vita in incidenti sul lavoro. Il Parlamento dovrebbe tornare a occuparsi al più presto di misure per garantire la sicurezza, oltre che per incentivare l'occupazione giovanile e contrastare il precariato».

      «La nostra società, sempre più interconnessa e globalizzata - conclude il Presidente Casellati - deve fare i conti con i grandi cambiamenti imposti dall'economia digitale: ogni giorno nascono nuove professioni e nuove identità lavorative. E nessuno di questi nuovi lavoratori deve essere lasciato indietro sul piano della tutela dei diritti».

      Presidente Casellati ricorda Pio La Torre

      "Trentasette anni fa moriva Pio La Torre, sindacalista "dalla schiena dritta" assassinato barbaramente dai killer di Cosa Nostra per il suo impegno per la legalità. Ma il suo sacrificio non è stato vano: il suo nome è legato ad una legge che negli anni ha colpito i clan anche nei loro patrimoni, minando il loro potere.
      Il dovere di uno Stato giusto è questo: far sì che le battaglie portate avanti dai suoi figli migliori diventino un punto di partenza per fare passi concreti in avanti sulla strada della legalità, del progresso, della giustizia". Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando la figura di Pio La Torre, il sindacalista siciliano ucciso dalla mafia il 30 aprile 1982 insieme al suo autista Rosario Di Salvo.

      Sabato 4 maggio quarto appuntamento con Senato &' Cultura

      Senato &' Cultura

      Sabato 4 maggio, alle ore 11, per Senato &' Cultura, la rassegna promossa dal Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, saranno in scena, nell'Aula di Palazzo Madama, affermati artisti e giovani protagonisti che si sono formati all'Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d' Amico per

      Omaggio al Teatro

      Quarto appuntamento del ciclo che vede, da febbraio scorso, il Senato della Repubblica e la Rai impegnati a valorizzare l'Arte e la Creatività italiane facendone le protagoniste di una serie di eventi culturali.

      Al centro dell'emiciclo, dopo l'indirizzo di apertura del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, presentati da Andrea Delogu, si esibiranno, con un susseguirsi di letture e movimenti scenici, prestigiose personalità artistiche teatrali: da Massimo Popolizio con Supplica a mia madre di Pier Paolo Pasolini a Flavio Francucci e Lorenzo Parrotto con un brano da Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini; da Lucrezia Guidone, che reciterà un passo da L'Arminuta di Donatella di Pietrantonio agli attori dell'Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d'Amico nel Prologo del Tiranno Edipo!con la regia di Giorgio Barberio Corsetti. Margherita Buy, con le allieve dell'Accademia Carlotta Gamba e Ilaria Martinelli, interpreterà poi un brano tratto da Lo Spazio Bianco di Valeria Parrella. Chiuderanno i giovani attori dell'Accademia Silvio d'Amico con La Saggezza è il dono degli dei più bello, Studio da "Le Baccanti" di Euripide con la regia di Emma Dante.

      Il progetto Senato &' Cultura è realizzato in collaborazione con Rai Cultura

      Senato &' Cultura

      Senato &' Cultura è il ciclo di eventi promosso dal Presidente del Senato Elisabetta Casellati, nell'ambito del protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane. È una scelta compiuta con l'obiettivo di mettere ulteriormente a frutto le potenzialità di utilizzare Palazzo Madama anche come risorsa culturale e un modo per rendere i cittadini sempre più vicini alle istituzioni. Il progetto, in collaborazione con RAI Cultura, ha visto da febbraio scorso impegnati artisti e giovani talenti italiani facendone i protagonisti della serie degli eventi culturali in programmazione ogni primo sabato del mese dalle 11 alle 12 in occasione delle tradizionali aperture al pubblico di Palazzo Madama.

      Modalità di prenotazione per la partecipazione del pubblico su www.senato.it/visitareilsenato/privati

      Modalità di accredito stampa

      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro venerdì 3 maggio per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it. Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Presidente Casellati a Doha inaugura "Project Qatar"

      Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha inaugurato oggi a Doha, insieme con il Ministro dell'Industria e del Commercio del Qatar, Project Qatar, la principale fiera internazionale del paese specializzata nel settore delle infrastrutture, della progettazione e delle costruzioni, alla quale partecipano quest'anno venti aziende italiane, sei delle quali coordinate da Trentino Sviluppo Spa.
      L'Italia, come ha sottolineato il Presidente Casellati, é la prima presenza europea alla fiera.
      In tutte le parti del mondo - prosegue il Presidente Casellati - si confermano l'eccellenza e il talento dei nostri imprenditori, quello che definisce il 'marchio Italia'.

      Impegni del Presidente del Senato 27 aprile - 4 maggio 2019

      Questi gli appuntamenti del Presidente del Senato Elisabetta Casellati per la prossima settimana:
      Dal 27 aprile: visita istituzionale in Qatar;
      4 maggio, ore 11, Palazzo Madama: Apertura dell'evento "Omaggio al Teatro", quarto degli appuntamenti previsti dal ciclo "Senato&Cultura".

      Senato & Cultura

      Sabato 4 maggio alle ore 11, per "Senato & Cultura", la rassegna promossa dal Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, saranno in scena, nell'aula di Palazzo Madama, artisti già affermati e giovani protagonisti che si sono formati all'Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d'Amico per "Omaggio al Teatro", quarto appuntamento del ciclo che vede, da febbraio scorso, il Senato della Repubblica e la Rai impegnati a valorizzare l'Arte e la Creatività italiane facendone le protagoniste di una serie di eventi culturali.
      Al centro dell'emiciclo, dopo l'indirizzo di apertura del Presidente Casellati - presentati da Andrea Delogu - si esibiranno, con un susseguirsi di performances, movimenti scenici e letture, prestigiose personalità artistiche teatrali: Massimo Popolizio, Margherita Buy e i giovani allievi e attori dell'Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d'Amico diretti da Emma Dante e Giorgio Barberio Corsetti.
      Modalità di prenotazione per la partecipazione del pubblico su: www.senato.it/visitareilsenato/privati

      Senato & Cultura
      "Senato & Cultura" è il ciclo di eventi promosso dal Presidente del Senato Elisabetta Casellati, nell'ambito del protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane. È una scelta compiuta con l'obiettivo di mettere ulteriormente a frutto le potenzialità di utilizzo di Palazzo Madama anche come risorsa culturale e un modo per rendere i cittadini sempre più vicini alle istituzioni. Il progetto, realizzato in collaborazione con RAI Cultura, da febbraio scorso ha visto impegnati artisti affermati e giovani talenti italiani quali protagonisti della serie degli eventi culturali in programmazione ogni primo sabato del mese dalle 11 alle 12 in occasione delle tradizionali aperture al pubblico di Palazzo Madama.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro venerdì 3 maggio per e-mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it. Le richieste di fotografi e operatori radio-Tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Visita istituzionale in Qatar

      Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati sarà da domani nel Qatar per una visita istituzionale durante la quale incontrerà le più alte cariche del paese.
      Il Presidente del Senato sarà ricevuta, nell'ordine, dal Primo Ministro Abdullah bin Nasser bin Khalifa Al Thani e dall'Emiro del Qatar, Sceicco Tamin bin Hamad Al Thani.

      Il programma della visita include un incontro con il Presidente del Consiglio della Shura, il Parlamento qatarino, Ahmad Bin Abdulla Bin Zaid Al Mahmoud, insieme a una rappresentanza di donne componenti il Consiglio stesso. Il Presidente del Senato incontrerà anche le esponenti dell'Associazione delle donne imprenditrici del Qatar.

      Insieme al Ministro del Commercio e dell'Industria, il Presidente Casellati inaugurerà la più importante fiera specializzata nel settore delle infrastrutture e costruzioni, la Fiera Project Qatar, cui partecipano numerose aziende italiane del settore.

      25 aprile, Casellati a Padova dedica la Festa della Liberazione ai giovani

      "Il 25 aprile è la Festa di tutti coloro che credono nei principi del nostro Stato di diritto e che si riconoscono nella comunità internazionale e nei valori che li ispirano. E' la Festa di chi ha creduto nella rinascita del nostro Paese e nell'Europa come fulcro di pace tra i popoli e di benessere sociale".
      Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha commemorato la ricorrenza del 25 aprile a Padova.
      Partendo dal ricordo dell'Università di Padova "insignita per la sua indomita lotta Medaglia d'oro al valore militare", il Presidente Casellati, nel suo intervento a Palazzo Moroni, ha dedicato la Festa della Liberazione ai giovani: "E' con il pensiero rivolto a quella gioventù universitaria che vorrei dedicare la ricorrenza che celebriamo oggi ai giovani, a coloro che rappresentano il presente ed il futuro di questa città e dell'intera Nazione".
      "E' innanzitutto la loro Festa - ha aggiunto il Presidente del Senato - perché i valori che ispirarono i giovani in quelle drammatiche fasi sono gli stessi valori posti a fondamento della nostra Costituzione e della vita dell'intera comunità nazionale".
      "Tramandare la storia alle future generazioni è doveroso affinché le tragedie vissute non possano più ripetersi" ha concluso.

      Presidente Casellati a Padova per la Festa della Liberazione

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati giovedì 25 Aprile sarà a Padova a Palazzo Moroni per celebrare la Festa della Liberazione.
      La cerimonia, che avrà inizio alle 10.30, prevede l'alzabandiera, gli onori ai Caduti e la deposizione delle corone di alloro.
      Vi parteciperanno anche il Sindaco di Padova Sergio Giordani e il Presidente Nazionale della FIVL (Federazione Italiana Volontari della Libertà ) Francesco Tessarolo.

      Attentati Sri Lanka, la condanna del Presidente del Senato

      "Segnato tragicamente un giorno di festa della cristianità"

      "Esprimo la più ferma condanna per questi esecrabili attentati che hanno segnato tragicamente un giorno di festa della cristianità. Oggi è più che mai necessario che la comunità internazionale faccia fronte comune per arginare la minaccia terroristica. Rivolgo un pensiero commosso alle vittime innocenti e il mio cordoglio alle istituzioni e al popolo dello Sri Lanka così duramente colpiti".

      Lo ha affermato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito agli attentati che hanno provocato più di 200 morti nello Sri Lanka.

      Garante privacy: avviso per la presentazione delle candidature

      Il Senato della Repubblica, la Camera dei deputati e il Garante per la protezione dei dati personali hanno pubblicato oggi, nei rispettivi siti istituzionali, l'avviso per la presentazione delle candidature a componente del Collegio del Garante per la protezione dei dati personali, ai fini dell'elezione di quattro componenti, due per ciascuna Camera, così come disposto dall'articolo 153, comma 1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

      Coloro che intendono candidarsi a componente del Collegio, devono inviare la propria candidatura, a pena di irricevibilità, entro il 19 maggio 2019 esclusivamente tramite posta elettronica certificata agli indirizzi pubblicati nei siti di Camera e Senato.

      Senato: da venerdì 19 aprile consultabili le dichiarazioni patrimoniali dei senatori, dei ministri non parlamentari e dei tesorieri dei partiti per l'anno 2018

      I Bollettini delle dichiarazioni patrimoniali, dei redditi e delle spese elettorali di tutti i Senatori della XVIII legislatura, di tutti i Ministri, Viceministri e Sottosegretari di Stato non parlamentari del Governo Conte, nonché dei tesorieri e dei dirigenti non parlamentari di associazioni, movimenti o partiti politici - presentate in relazione alla legge del 5 luglio 1982, n. 441, e all'articolo 12 della legge 6 luglio 2012, n. 96 - sono consultabili secondo le modalità tradizionali da venerdì 19 aprile 2019, oltre ad essere già diffusi online nel sito www.parlamento.it e nel sito www.senato.it (art. 5, comma 2, del decreto-legge n. 149 del 2013, convertito nella legge n. 13 del 2014).

      E' altresì possibile consultare le dichiarazioni patrimoniali dei Senatori della XVII legislatura non rieletti, nonché dei Ministri, Viceministri e Sottosegretari di Stato non parlamentari del Governo Gentiloni Silveri.

      La documentazione è a disposizione di tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali per le elezioni della Camera dei deputati.

      La consultazione potrà essere effettuata dalle ore 10 alle ore 18 nel corso della settimana lavorativa presso il Servizio delle prerogative, delle immunità parlamentari e del contenzioso, situato al Palazzo della Sapienza, Corso Rinascimento n. 40.

      Scomparsa Massimo Bordin: il cordoglio del Presidente Casellati

      «La scomparsa di Massimo Bordin - giornalista, direttore, e fine commentatore - è una grave perdita per Radio Radicale e per tutto il mondo dell'informazione italiana. Con lui se ne va una voce storica e apprezzata che per anni, con grande acume e capacità di analisi non disgiunte da spirito critico, ci ha accompagnato nella lettura e nell'interpretazione dei fatti che hanno animato le cronache nazionali e internazionali. Ai suoi familiari e ai colleghi di Radio Radicale va tutto il mio cordoglio personale».
      Così si è espresso il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito alla figura del giornalista di Radio Radicale Massimo Bordin scomparso oggi.
      «Impegnarsi a scongiurare la paventata chiusura di Radio Radicale salvaguardando così il pluralismo dell'informazione, sarà il miglior modo per ricordare la sua figura e testimoniare il valore della sua esperienza» ha concluso il Presidente Casellati.

      Domani in Senato il Presidente Casellati apre il dibattito sui cambiamenti climatici e riceve Greta Thunberg

      «Mi sono attivata fin dall'inizio della mia Presidenza per sensibilizzare il Parlamento sul fenomeno del dissesto idrogeologico in Italia. L'evento sui cambiamenti climatici è in linea con quest'impegno e con la scelta di fare del Senato un "Palazzo aperto" che guarda ai grandi cambiamenti sociali, politici e economici in atto nel mondo. Desta perciò interesse ciò che Greta Thunberg e tanti giovani nel mondo stanno facendo per riportare al centro del dibattito politico internazionale i temi ambientali».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito al seminario "Clima: il tempo cambia. E' tempo di cambiare" incentrato sugli effetti dei cambiamenti climatici e sui possibili rimedi da adottare che domani, 18 aprile, si terrà nella Sala Koch di Palazzo Madama a partire dalle ore 11.

      All'evento, i cui lavori saranno aperti dal Presidente Casellati, prenderanno parte come relatori - oltre a Greta Thunberg - il fondatore e portavoce dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile Enrico Giovannini; il Presidente della European Association of Environmental and Resource Economists (EAERE) Carlo Carraro; il Presidente del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) Antonio Navarra; Daniela Ducato, imprenditrice e referente Edizero industria verde; Chiara Falduto e Federico Mascolo, co-fondatori di www.duegradi.eu, piattaforma online di informazioni sulla crisi climatica in atto.

      Dopo l'intervento del Presidente Casellati, verrà proiettato un film realizzato dal Centro sperimentale di cinematografia in collaborazione con Rainews sulle manifestazioni che i giovani in tutto il mondo stanno inscenando per chiedere ai governi di intervenire sul disastro climatico.

      Il seminario verrà trasmesso in diretta da webtv.senato.it e dal canale YouTube del Senato (www.youtube.com/SenatoRepubblica) sul quale sarà disponibile anche lo streaming in lingua inglese.

      Il Presidente Casellati incontra oggi il Presidente del Parlamento albanese

      Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha incontrato oggi a Palazzo Giustiniani, il Presidente del Parlamento albanese Gramos Ruci.
      Al centro del colloquio lo sviluppo dei rapporti di cooperazione parlamentare bilaterale tra l'Italia e l'Albania.

      Notre-Dame: dichiarazioni del Presidente Casellati

      «L'incendio alla cattedrale di Notre-Dame è un dramma collettivo che ha colpito l'umanità intera. Un evento funesto che ha ferito profondamente un pezzo di cultura che apparteneva non solo alla Francia o alla cristianità ma a tutto il mondo.
      Esprimo tutta la vicinanza mia personale e dell'istituzione che rappresento al popolo francese che in questo frangente non va lasciato solo: dopo le lacrime è tempo di reagire per provare a ricostruire insieme un simbolo il cui valore storico, religioso e culturale va ben oltre le macerie di oggi».
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in merito al gravissimo incendio che ha devastato la cattedrale di Parigi.

      Casellati, non spegnere voce di Radio Radicale

      "La voce di Radio Radicale non può essere spenta. Non si può cancellare uno strumento prezioso che per oltre 40 anni ha garantito al nostro Paese un'informazione libera, trasversale, corretta ed estremamente preziosa, svolgendo di fatto la funzione di servizio pubblico del quale hanno potuto usufruire generazioni di italiani". Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commenta la notizia dell'intenzione del governo di non rinnovare la convenzione con Radio Radicale.
      "Sarebbe una decisione grave sulla quale a mio avviso si dovrebbe riflettere ancora. In democrazia si deve puntare a rafforzare il pluralismo dell'informazione. Non a limitarlo", ha aggiunto il Presidente Casellati.

      Giornata della ricerca: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Investire sulla ricerca e l'innovazione significa stipulare la migliore polizza possibile per garantire al Paese un futuro di benessere, sviluppo, competitività".
      Lo afferma il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata della ricerca italiana nel mondo.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: "L'Italia ha una lunga e luminosa tradizione nel campo della ricerca, i nostri scienziati hanno contribuito in maniera importante al progresso culturale, scientifico, tecnologico dell'umanità. Una tradizione che deve continuare e che va alimentata dallo Stato con uno sforzo sempre maggiore e costante nella programmazione, nel supporto e nei finanziamenti".
      "A tutti i nostri ricercatori in Italia e nel mondo va tributato oggi un grande plauso e un doveroso ringraziamento per il loro impegno e le loro attività" ha concluso.

      Carabiniere ucciso: il cordoglio del Presidente del Senato

      «Esprimo il mio più sentito cordoglio ai familiari e a tutta l'Arma dei Carabinieri per la morte del maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro, caduto mentre cercava di fare fino in fondo il proprio dovere. Il suo assassino deve essere immediatamente assicurato alla giustizia. Ma questa morte inaccettabile, unitamente al ferimento dell'altro carabiniere al quale auguriamo di rimettersi presto, deve farci riflettere sui sacrifici che ogni giorno affrontano le forze dell'ordine e sul dovere dello Stato di presidiare con sempre maggior forza quei territori che più di altri sono stretti nella morsa della criminalità».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati dopo aver appreso durante il suo viaggio in Colombia della sparatoria avvenuta a Cagnano Varano, nel foggiano, che ha provocato la morte di un carabiniere e il ferimento di un altro militare.

      Colombia, il Presidente Casellati visita la Fondazione Gabriel Garcia Marquez

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati, al termine del suo tour istituzionale in Colombia, ha visitato a Cartagena la Fondazione Gabriel Garcia Marquez e i luoghi dello scrittore di "Cent'anni di solitudine", simbolo della città.

      Sempre nella città colombiana, il Presidente Casellati è intervenuto alla consegna dell'onorificenza di commendatore della Stella d'Italia a Julia Salvi, fondatrice del festival di Cartagena, manifestazione culturale fra le più prestigiose della Colombia, alla presenza di autorità colombiane e di rappresentanti della locale comunità italiana.

      Casellati: grandi potenzialità nel rapporto Italia-Colombia

      Termina oggi la visita del Presidente del Senato Elisabetta Casellati in Colombia, dove ha incontrato a Bogotà e Cartagena le più alte cariche istituzionali e governative. In particolare, ha avuto un lungo e positivo confronto con il Presidente della Repubblica, Ivan Duque, durante il quale sono stati sottolineati i comuni interessi di carattere economico, commerciale e culturale, segnatamente nel settore del turismo, dell'agricoltura, delle energie rinnovabili, dell'industria creativa. Tra le parti, sono state evidenziate le grandi potenzialità ancora inespresse dei rispettivi Paesi nell'ambito delle relazioni bilaterali a cui l'incontro ha dato continuità e nuovo slancio. In questa direzione, è stata consegnata dal Sindaco di Cartagena al Presidente Casellati la "chiave" della città, un prestigioso riconoscimento che evoca e conferma simbolicamente la stretta amicizia tra l'Italia e la Colombia. Il Presidente Casellati ha conferito l'onorificenza "Commendatore dell'Ordine della Stella d'Italia" a Julia Salvi, straordinaria espressione della promozione della cultura proiettata verso le giovani generazioni. Nel corso della visita, il Presidente Casellati ha incontrato rappresentanti della comunità italiana nel mondo della scuola e dell'impresa.

      Appuntamenti del Presidente del Senato Casellati per la settimana dal 15 al 21 aprile

      Martedì 16 aprile
      Ore 11. Il Presidente del Senato Casellati riceve a Palazzo Giustiniani il Presidente dell'Assemblea della Repubblica di Albania, Gramoz Ruçi.

      Giovedì 18 aprile
      Ore 10,30. Il Presidente del Senato Casellati riceve a Palazzo Madama la giovane attivista Greta Thunberg. E apre i lavori del seminario "Il tempo cambia. E' tempo di cambiare" sugli effetti globali del cambiamento climatico. L'evento si terrà in Sala Koch a Palazzo Madama.

      Presidente Casellati ricevuto dal Presidente della Repubblica di Colombia

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati è stato ricevuto a Cartagena, nella Casa Presidencial, dal Presidente della Repubblica di Colombia Ivan Duque Marquez.
      Al termine della visita, il Presidente Casellati ha ricevuto dal Sindaco di Cartagena le chiavi della città.

      "Il tempo cambia. E' tempo di cambiare": il Presidente Casellati riceve in Senato Greta Thunberg e apre il dibattito sui cambiamenti climatici

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati giovedì 18 aprile riceverà a Palazzo Madama Greta Thunberg, l'attivista svedese diventata simbolo della mobilitazione mondiale giovanile contro l'indifferenza della comunità internazionale rispetto ai cambiamenti climatici.

      Greta Thunberg, al suo primo viaggio in Italia, interverrà al seminario promosso dal Presidente del Senato "Clima: il tempo cambia. E' tempo di cambiare", incentrato sugli effetti globali del cambiamento climatico e sui possibili rimedi da adottare.

      L'evento, che si terrà in Sala Koch alle 11, sarà introdotto dal Presidente Casellati. Prenderanno parte come relatori, oltre a Greta Thunberg, anche il fondatore e portavoce dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile Enrico Giovannini; il presidente della European Association of Environmental and Resource Economists (EAERE) Carlo Carraro; il Presidente del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) Antonio Navarra; Daniela Ducato, imprenditrice e referente Edizero industria verde; Chiara Falduto e Federico Mascolo, co-fondatori di www.duegradi.eu, piattaforma online di informazioni sulla crisi climatica in atto.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO
      Le richieste di accredito dovranno essere inviate entro mercoledì 17 aprile all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it. Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Ingresso: Via degli Staderari 2. Si ricorda l'obbligo di giacca e cravatta per gli uomini.

      Presidente Casellati in Colombia: gli incontri del primo giorno di visita

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati, nel suo primo giorno di visita ufficiale in Colombia, ha incontrato a Bogotà il Presidente della Camera dei Rappresentanti Alejandro Carlos Chacon e successivamente il Presidente del Senato Ernesto Macia Tovar. Al termine della visita ai rappresentanti dei due rami del Parlamento, il Presidente Casellati è stata ricevuta dal Vicepresidente della Repubblica Marta Lucia Ramirez.
      Durante il suo soggiorno nella capitale colombiana, il Presidente del Senato ha salutato docenti e studenti della Scuola italiana paritaria "Leonardo Da Vinci" e ha incontrato anche imprenditori e personalità della cultura appartenenti alla comunità italiana di Bogotà.

      Festa della Polizia di Stato. Casellati: realta' istituzionale irrinunciabile per vita democratica Italia

      «È con spirito di riconoscenza e sentimento di gratitudine che desidero far pervenire il mio augurio alla Polizia di Stato per il 167esimo anniversario della sua fondazione. Una realtà istituzionale irrinunciabile per la vita democratica del paese. Esempio del senso del dovere senza pari e di un incondizionato amore per la giustizia». Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della festa nazionale della Polizia di Stato.
      «Non dobbiamo mai dimenticare il lavoro incessante che ogni giorno gli agenti della Polizia di Stato compiono, insieme alle altre forze dell'ordine, per garantire la sicurezza dei cittadini. Spesso in condizioni di pericolo e con mezzi non sempre adeguati", ha aggiunto il Presidente Casellati.
      «A queste donne e a questi uomini - ha concluso - va il mio plauso per gli inestimabili servigi che, da 167 anni, rendono con professionalità e abnegazione all'Italia e agli italiani. Un'abnegazione nei confronti della quale, secondo quanto confermano i dati Eurispes, il 71,5 % dei cittadini esprime il proprio gradimento".

      Presidente Casellati in Colombia per visita istituzionale

      Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati è giunta in Colombia per una visita istituzionale durante la quale incontrerà il Presidente della Repubblica, Ivan Duque Marquez, il Vicepresidente, Marta Lucia Ramirez Blanco de Rincon, e i vertici del Parlamento.
      Il primo incontro ufficiale sarà con il Presidente della Camera dei Rappresentanti, Alejandro Carlos Chacon Camargo. Poi, il Presidente del Senato si incontrerà con il suo omologo Ernesto Macias Tovar, Presidente del Senato della Colombia.
      Il Presidente Casellati sarà a Bogotà e a Cartagena.

      Il Presidente Casellati apre Vinitaly: "Vino risorsa strategica per l'Italia"

      "Laddove c'è un vigneto c'è economia, equilibrio, benessere, rispetto per l'ambiente"

      «Vinitaly è un appuntamento straordinario per il Veneto e per l'Italia: una vetrina dove storia, qualità e novità si incontrano e si fanno apprezzare da compratori provenienti da oltre 50 Paesi del mondo. Una realtà che grazie alla lungimiranza di Veronafiere e alla capacità di integrarsi perfettamente con il meraviglioso centro storico veronese, riesce a conquistare sempre più mercati e visitatori. Ma è anche una festa del gusto, della bellezza, dello stare insieme, delle più antiche tradizioni del nostro Paese».
      Con queste parole il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto oggi a Verona la 53esima edizione di Vinitaly.

      «Gli oltre 6 miliardi di euro guadagnati nel 2018 con le esportazioni e i margini di crescita ulteriore che si registrano nei Paesi emergenti dimostrano quanto il vino per l'Italia sia una risorsa strategica per l'economia: e in questa direzione Vinitaly svolge un ruolo fondamentale per promuovere e diffondere tutta la nostra tradizione enogastronomica» ha aggiunto il Presidente Casellati.

      «Ma il vino non è solo una risorsa preziosa per l'economia del nostro Paese: laddove c'è un vigneto, un uliveto o un'altra coltivazione, c'è attenzione, rispetto per la terra, equilibrio, sicurezza e benessere. E il futuro dell'Italia passa anche attraverso una nuova prospettiva di sostenibilità nel rapporto tra economia, ambiente e territorio. I cambiamenti climatici in atto ci dimostrano che laddove non si investe in prevenzione le conseguenze possono essere devastanti» ha concluso.

      Liberazione dell'imprenditore Zanotti rapito in Siria: dichiarazione del Presidente del Senato

      "Esprimo soddisfazione per la liberazione dell'imprenditore bresciano Sergio Zanotti che dopo 3 anni di prigionia potrà far ritorno a casa e riabbracciare i suoi cari. Un grazie di cuore va sicuramente agli uomini e ai servizi di sicurezza dello Stato che hanno reso possibile questo risultato. Il mio augurio è che le vicende di tutti i nostri connazionali scomparsi in terra straniera o caduti nelle mani di bande di criminali e terroristi presto possano trovare un analogo e felice epilogo". Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando la recente liberazione di Sergio Zanotti rapito in Siria nell'aprile di 3 anni fa.

      Senato&Cultura, a Palazzo Madama omaggio all'Opera e un premio alla carriera a Franco Zeffirelli "genio ed eccellenza italiana nel mondo"

      «Nel segno dell'italianità, filo conduttore di questo ciclo di eventi culturali in Senato, oggi celebriamo l'Opera, il più straordinario biglietto da visita del nostro Paese, e rendiamo omaggio all'arte di Franco Zeffirelli, "genio ed eccellenza italiana nel mondo": un maestro che ha fatto della bellezza il suo linguaggio». Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto oggi il terzo appuntamento di "Senato & Cultura", la rassegna di eventi che ogni primo sabato del mese, nella tradizionale giornata di apertura al pubblico di Palazzo Madama, vengono allestiti in Aula e proposti ai cittadini nell'obiettivo di diffondere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano e valorizzare i giovani talenti e le grandi eccellenze italiane.

      Nel suo saluto di indirizzo, il Presidente Casellati ha ricordato le vittime del terremoto che ha colpito l'Abruzzo 10 anni fa: 309 morti, 1.600 feriti e oltre 80mila sfollati invitando il pubblico presente a un minuto di raccoglimento mentre sullo schermo scorrevano le immagini delle macerie e dei luoghi devastati dal sisma.

      Particolarmente significativo il momento nel quale il Presidente del Senato ha consegnato il riconoscimento alla carriera a Franco Zeffirelli "per aver saputo trasporre sui palcoscenici più importanti del mondo e sul grande schermo le atmosfere, lo spirito e le emozioni del teatro e dell'opera lirica", mentre un video realizzato da Rai Cultura, partner del Senato in questo ciclo di appuntamenti culturali, ripercorreva la storia artistica e i successi del grande regista.

      Nella seconda parte dell'evento presentato da Andrea Delogu, a prendersi la scena è stato Francesco Meli, definito dal Presidente Casellati «uno dei tenori più affascinanti e richiesti al mondo», che si è esibito con un programma di aree d'opera di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e Gaetano Donizetti, accompagnato dal pianista Davide Cavalli.

      Il Presidente del Senato non ha poi mancato di omaggiare i grandi compositori italiani: «È grazie alle loro rappresentazioni e ad un repertorio operistico italiano incomparabile che il nostro Paese è universalmente apprezzato e la lingua italiana è conosciuta e amata. Una ricchezza da valorizzare e preservare, perché è il vero valore aggiunto che l'Italia può vantare a livello internazionale».

      Appuntamenti del Presidente del Senato Casellati per la settimana dal 6 al 14 aprile

      Sabato 6 aprile
      h.11 Il Presidente di Palazzo Madama, Elisabetta Casellati, nell'ambito del terzo appuntamento di "Senato&Cultura" dedicato all'Opera lirica, celebrerà il regista Franco Zeffirelli con un tributo alla carriera.
      Domenica 7 aprile
      h. 11.45 Il Presidente del Senato sarà a Verona all'inaugurazione di Vinitaly.
      Da lunedì 8 a domenica 14 aprile il Presidente del Senato sarà in Colombia per un viaggio istituzionale durante il quale incontrerà il Presidente e il vicepresidente della Repubblica e i Presidenti dei due rami del Parlamento.

      Sabato 6 aprile terzo appuntamento con Senato &' Cultura

      Senato & Cultura

      Sabato 6 Aprile, il Presidente del Senato Elisabetta Casellati celebra, nell'Aula del Senato, Franco Zeffirelli "Genio ed Eccellenza italiana nel mondo" con la consegna della targa, nell'ambito del terzo appuntamento di Senato & Cultura

      Omaggio all'Opera con il Tenore Francesco Meli

      Protagonista d' eccezione il Maestro Franco Zeffirelli

      Dedicato all'Opera, il terzo appuntamento del ciclo Senato & Cultura di sabato 6 aprile che si terrà nell'Aula del Senato a partire dalle ore 11. In apertura, con il saluto di indirizzo del Presidente del Senato Elisabetta Casellati la commemorazione delle vittime del terremoto dell'Aquila e dell'Abruzzo con un minuto di silenzio mentre sullo schermo scorreranno, per ricordare, le immagini dei luoghi colpiti dal sisma.

      Di intensa emozione, il significativo riconoscimento che il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha espressamente voluto e che consegnerà al Maestro Franco Zeffirelli con la motivazione: per aver saputo trasporre sui palcoscenici più importanti del mondo e sul grande schermo le atmosfere, lo spirito e le emozioni del teatro e dell'opera lirica.

      Ad introdurre il tributo in onore del Maestro il video, a cura di Rai Cultura, che ne racconta la storia artistica e i successi.

      Nella seconda parte, il concerto del tenore e star internazionale Francesco Meli che si esibirà con un programma di aree d'opera di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e Gaetano Donizetti, accompagnato dal pianista Davide Cavalli che eseguirà a sua volta brani per solo pianoforte.

      A presentare la conduttrice Andrea Delogu mentre Il Canto degli Italiani di Goffredo Mameli sarà eseguito dal coro del Conservatorio di musica " Santa Cecilia" diretto dal maestro Marco Cimagalli.

      Il concerto sarà trasmesso in diretta streaming da Rai Cultura a questo link http://www.cultura.rai.it/live

      Senato & Cultura

      Senato & Cultura è il ciclo di eventi promosso dal Presidente del Senato Elisabetta Casellati, nell'ambito del protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane. È una scelta compiuta con l'obiettivo di mettere ulteriormente a frutto le potenzialità di utilizzare Palazzo Madama anche come risorsa culturale e un modo per rendere i cittadini sempre più vicini alle istituzioni. Il progetto, in collaborazione con RAI Cultura, ha visto da febbraio scorso impegnati artisti e giovani talenti italiani facendone i protagonisti della serie degli eventi culturali in programmazione ogni primo sabato del mese dalle 11 alle 12 in occasione delle tradizionali aperture al pubblico di Palazzo Madama.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO

      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro venerdì 5 aprile per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it. Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      GIORNATA DELLA CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO. CASELLATI, "PIÙ SOSTEGNO, PIÙ DIRITTI E MENO DISCRIMINAZIONI PER CHI È COLPITO DA DISFUNZIONI DEL NEUROSVILUPPO"

      «Nessuno, tra coloro che sono colpiti da questa disfunzione neurologica, deve essere lasciato indietro. A loro e alle loro famiglie vanno garantite pari dignità e pieno godimento dei diritti e delle libertà fondamentali». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza dell'autismo istituita dalle Nazioni Unite nel 2007.
      Il Presidente Casellati ha poi aggiunto: «Le istituzioni hanno la responsabilità di pensare ed attuare efficaci azioni di sostegno e di integrazione. Sia sul piano legislativo che su quello sanitario e formativo vi è la necessità di varare progetti che consentano a chi è vittima di disturbi del neurosviluppo di poter guardare al futuro con fiducia e con speranza. Il Parlamento ha fatto passi avanti ma di strada da fare per superare ogni forma di discriminazione, ce n'è ancora tanta».

      Il Presidente Casellati incontra il Presidente dell'Assemblea Nazionale di Ungheria

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto a Palazzo Giustiniani il Presidente dell'Assemblea Nazionale di Ungheria Laszlò Kovér.

      Il Senato aderisce alla Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo. Luci blu sulla facciata di Palazzo Madama

      Il Senato della Repubblica aderisce all'iniziativa internazionale in occasione della "Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo", istituita nel 2007 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per il 2 aprile di ogni anno. La facciata di Palazzo Madama sarà illuminata da una luce blu dalle ore 21 di lunedì fino all'alba di martedì 2 aprile. La Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani ospiterà inoltre la proiezione del docufilm "Tommy e gli altri" nel pomeriggio di martedì.

      Cambiamenti climatici: patrocinio del Senato all'iniziativa "Earth Hour"

      Il Senato della Repubblica aderisce anche quest'anno e concede il proprio patrocinio a "Earth Hour", iniziativa del WWF che richiama l'attenzione globale sul risparmio energetico e sulla necessità di contrastare i cambiamenti climatici. Oggi, sabato 30 marzo, l'illuminazione della facciata principale di Palazzo Madama sarà spenta simbolicamente dalle ore 20:30 alle ore 21:30.

      Il Presidente Casellati incontra il Presidente della Repubblica di Lituania

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto questa mattina a Palazzo Giustiniani Dalia Grybauskaitė, Presidente della Repubblica di Lituania.

      Aeronautica militare, 96° anniversario: messaggio del Presidente del Senato

      "In occasione del 96° anniversario della costituzione dell'Aeronautica militare rivolgo un affettuoso saluto a tutti gli uomini e le donne dell'Arma azzurra. Esprimo la mia più sincera riconoscenza e ammirazione per il lavoro svolto quotidianamente con grande dedizione e professionalità, dal personale civile e militare del corpo dell'Aeronautica al servizio e per la difesa del Paese, nel rispetto della volontà politica e degli accordi internazionali". Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel ricordare il 96esimo anniversario dell'Aeronautica Militare.

      VISITA DEL PRESIDENTE DEL SENATO CASELLATI A NAPOLI

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati domani mattina sarà a Napoli e alle 11.15 andrà a visitare la "Scugnizzeria", la libreria aperta due anni fa nella zona tra Melito e Scampia.
      Via Circumvallazione Esterna 20/A, Parco Prima Casa Fab. B n18, 80017 Melito di Napoli NA

      Senato & Cultura. Omaggio all'Opera con il Tenore Francesco Meli. Protagonista d'eccezione il Maestro Franco Zeffirelli

      Sabato 6 Aprile, il Presidente del Senato Elisabetta Casellati celebra, nell'Aula del Senato, Franco Zeffirelli "Genio ed Eccellenza italiana nel mondo" con la consegna della targa, nell'ambito del terzo appuntamento di Senato & Cultura

      Dedicato all'Opera, il terzo appuntamento del ciclo Senato & Cultura di sabato 6 aprile che si terrà nell'Aula del Senato. In apertura, con il saluto di indirizzo del Presidente del Senato Elisabetta Casellati la commemorazione delle vittime del terremoto dell'Aquila e dell'Abruzzo con un minuto di silenzio mentre sullo schermo scorreranno, per ricordare, le immagini dei luoghi colpiti dal sisma.
      Di intensa emozione, il significativo riconoscimento che il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha espressamente voluto e che consegnerà al Maestro Franco Zeffirelli con la motivazione: per aver saputo trasporre sui palcoscenici più importanti del mondo e sul grande schermo le atmosfere, lo spirito e le emozioni del teatro e dell'opera lirica.
      Ad introdurre il tributo in onore del Maestro il video , a cura di Rai Cultura , che ne racconta la storia artistica e i successi.

      Nella seconda parte, il concerto del tenore e star internazionale Francesco Meli che si esibirà con un programma di arie d'opera di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e Gaetano Donizetti, accompagnato dal pianista Davide Cavalli che eseguirà a sua volta brani per solo pianoforte.

      A presentare la conduttrice Andrea Delogu mentre Il Canto degli Italiani di Goffredo Mameli sarà eseguito dal coro del Conservatorio di musica " Santa Cecilia" diretto dal maestro Marco Cimagalli.

      Modalità di prenotazione per la partecipazione del pubblico
      www.senato.it/visitareilsenato/privati

      Senato & Cultura
      Senato & Cultura è il ciclo di eventi promosso dal Presidente del Senato Elisabetta Casellati, nell'ambito del protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane. È una scelta compiuta con l'obiettivo di mettere ulteriormente a frutto le potenzialità di utilizzare Palazzo Madama anche come risorsa culturale e un modo per rendere i cittadini sempre più vicini alle istituzioni. Il progetto, in collaborazione con RAI Cultura, ha visto da febbraio scorso impegnati artisti e giovani talenti italiani facendone i protagonisti della serie degli eventi culturali in programmazione ogni primo sabato del mese dalle 11 alle 12 in occasione delle tradizionali aperture al pubblico di Palazzo Madama.

      Modalità di accredito stampa all'evento
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro venerdì 5 aprile per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it. Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Casellati ricorda Ugo La Malfa scomparso 40 anni fa: «Fu uomo del rigore ma anche dell'innovazione: un grande protagonista dell'Italia Repubblicana»

      «Il 26 marzo di quaranta anni fa ci lasciava Ugo La Malfa, padre Costituente e tra i fondatori della Repubblica. Prima antifascista, poi deputato per sette legislature, ministro, vicepresidente del Consiglio, attraversò tutta la storia dell'Italia del Dopoguerra da protagonista della vita istituzionale, portando la sua passione e il suo rigore - non disgiunte da rara visione innovatrice e da una spiccata tensione morale - nel dibattito parlamentare e nell'azione di governo, in particolare sul piano dell'economia». Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricorda lo storico segretario del Partito Repubblicano Italiano scomparso il 26 marzo del 1979.

      "Ugo La Malfa, espressione di quella classe politica autorevole che ci ha lasciato in eredità una Carta Costituzionale di straordinaria efficacia e chiarezza, ha lasciato un grande vuoto. A distanza di tanti anni, il suo resta un esempio di uomo politico di grande lungimiranza che seppe anche innervare con idee nuove gli antichi valori "mazziniani" che avevano ispirato il vecchio Partito Repubblicano. È nostro dovere coltivarne il ricordo con gratitudine e rispetto per trasmetterlo intatto alle giovani generazioni», conclude il Presidente Casellati.

      SISTEMI DI ENERGIA, CASELLATI: «LE FONTI RINNOVABILI UNICA VIA PER PRESERVARE L’AMBIENTE E IL NOSTRO FUTURO»

      «La via verso la diffusione della produzione energetica da fonte rinnovabile è segnata e non reversibile. Solo così potremo creare le condizioni per un Paese che basi il suo sviluppo su criteri di reale sostenibilità, preservando l'ambiente in un'ottica di rispetto e di salvaguardia per un futuro sempre più verde». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel corso del suo intervento alla Presentazione della "Consultazione pubblica sul sostegno alle attività produttive mediante l'impiego di sistemi di generazione, accumulo e autoconsumo di energia elettrica" promossa dalla Commissione Industria di Palazzo Madama presso la Sala degli Atti parlamentari Biblioteca del Senato "Giovanni Spadolini"
      «La via verso la diffusione della produzione energetica da fonte rinnovabile - ha aggiunto - è segnata e non reversibile. Solo così potremo creare le condizioni per un Paese che basi il suo sviluppo su criteri di reale sostenibilità, preservando l'ambiente in un'ottica di rispetto e di salvaguardia per un futuro sempre più verde».
      «Negli ultimi anni i morti e i danni causati dal clima hanno raggiunto livelli mai conosciuti prima. La cura del territorio deve pertanto essere uno dei principali obiettivi delle politiche pubbliche, a partire da una mappatura delle aree a rischio e da un piano straordinario di manutenzione e messa in sicurezza delle principali infrastrutture» ha concluso il Presidente Casellati.

      Presidente Casellati visita "Casa della Misericordia"

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati domani 26 marzo alle ore 13.15 visiterà la "Casa della Misericordia" presso la Basilica di Sant'Eustachio in via della Dogana Vecchia, nel centro di Roma.
      Il Presidente Casellati incontrerà il sacerdote don Pietro Sigurani, rettore della Basilica e il vescovo Monsignor Gianrico Ruzza, Segretario generale del Vicariato. E con loro andrà a vedere i locali della struttura di accoglienza che ospita i più bisognosi mettendo a loro disposizione pasti caldi e servizi vari tra cui l'assistenza medica, la cura del corpo e la possibilità di usare il computer.
      Il Presidente del Senato si fermerà anche a pranzo alla mensa che, grazie all'opera di don Sigurani, viene allestita da circa 3 anni all'interno della Basilica di Sant'Eustachio nella quale si dà da mangiare a circa 140 persone al giorno.

      ANNIVERSARIO TRATTATI EUROPEI DI ROMA, CASELLATI «DA QUELLA FIRMA È FIORITA LA PIANTA DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA»

      «Dal Trattato di Roma e dal Mercato Comune è fiorita la pianta dell'integrazione dell'Europa, un mercato che ha garantito decenni di progresso economico e sociale. L'Italia affrontò l'integrazione per certi versi meno preparata degli altri paesi firmatari. Ma fu una sfida vinta: lo straordinario sviluppo del nostro Paese sarebbe stato infatti impensabile senza l'apertura dei mercati».
      Lo ha affermato oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati al Palazzo della Farnesina nel corso della cerimonia di intitolazione della sala "Trattati europei di Roma" in occasione del 62esimo anniversario della loro firma.
      Ricordando la coincidenza con l'anniversario dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, il Presidente Casellati ha aggiunto: «Se sul piano ideale l'Europa ha molte matrici, l'Europa dei Trattati di Roma ha un contenuto storico e istituzionale preciso: la reazione agli orrori e alle barbarie di due conflitti mondiali e l'obiettivo di costruire una coesione tra i cittadini europei in nome della libertà, della democrazia, della pace e della prosperità. Obiettivi che si intrecciano con le aspirazioni della nostra Carta Costituzionale».
      «E anche se l'Unione Europea oggi mostra segni di stanchezza e rassegnazione, frutto certo di errori e mancanza di coraggio, la memoria ci deve imporre di guardare avanti con ottimismo» ha affermato quindi il Presidente Casellati.
      «Alla vigilia di un confronto elettorale che sta mobilitando le opinioni pubbliche dei nostri paesi in maniera inedita, la speranza è che il prossimo Parlamento europeo possa dare prospettive nuove al processo di integrazione indispensabile per riaffermare, in una realtà mondiale sempre più articolata e complessa, i valori distintivi della civiltà europea» ha concluso.

      FICO-CASELLATI: DAVID BRUNELLI E' IL NUOVO VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA MAGISTRATURA MILITARE

      "Abbiamo deciso di nominare componente del Consiglio della magistratura militare David Brunelli, che assumerà le funzioni di vicepresidente. Il professor Brunelli - che resterà in carica per i prossimi quattro anni - è stato scelto tra 35 candidati che avevano inviato il proprio curriculum per manifestare la disponibilità all'incarico in seguito alla pubblicazione della manifestazione d'interesse. Abbiamo scelto in base alla competenza e al merito, riproponendo un metodo innovativo e trasparente. Lo stesso utilizzato per la nomina del Presidente dell'Antitrust". Così in una dichiarazione congiunta Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico, Presidenti di Senato della Repubblica e Camera dei deputati.

      David Brunelli, dal 1982 al 1998, ha svolto le funzioni di magistrato militare. Ed è stato sostituto procuratore, magistrato di sorveglianza, giudice della Corte d'Appello militare. Nel 1998 è diventato professore associato di Diritto penale presso l'università del Piemonte orientale. Dal 2001 è ordinario di Diritto Penale presso l'Università degli studi di Perugia. Componente della commissione ministeriale per la riforma del Codice Penale, dal 2000 è avvocato patrocinante in Cassazione.

      Fosse Ardeatine: Casellati, memoria del passato serva a costruire un futuro migliore

      «Il 24 marzo del 1944, Roma fu teatro di uno dei più feroci massacri della seconda guerra mondiale, un eccidio di civili inermi presso le Fosse Ardeatine: una pagina nera scritta con l'inchiostro dell'odio, della vendetta e della sopraffazione. Ricordare oggi quella tragedia e rivolgere un pensiero commosso alle vittime e ai loro cari non basta: serve l'impegno di tutti affinché ogni logica di violenza venga estirpata per sempre dalla società». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando il 75esimo anniversario dell'eccidio delle Fosse Ardeatine.
      «Ma bisogna continuare a ricordare - ha aggiunto - perché è partendo dalla memoria, anche delle pagine più terribili della nostra storia, che si può sperare di costruire un futuro migliore. Va sottolineato infatti che dalla generazione di Auschwitz e delle Fosse Ardeatine è nata quella dell'Erasmus e dello spazio senza frontiere in Europa. Dalla reazione alla barbarie è nata un'Europa libera, democratica e pacifica che abbiamo il dovere di difendere e rafforzare».

      Anniversario legge istitutiva del Csm, Casellati: "Pietra miliare nella storia dell'ordinamento giuridico e degli equilibri tra poteri"

      «Ricordare i 61 anni della legge istitutiva del Consiglio Superiore della Magistratura significa celebrare l'organo che tutela l'autonomia dei magistrati, la cui nascita, in piena attuazione del dettato costituzionale, rappresenta una pietra miliare nella storia dell'ordinamento giuridico nazionale e degli equilibri tra poteri». Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nell'anniversario della pubblicazione della Legge 24 marzo 1958 istitutiva del Csm.

      TACCUINO SETTIMANALE

      Questi gli appuntamenti del Presidente del Senato Elisabetta Casellati nella settimana dal 25 al 29 marzo:

      Lunedì 25 marzo
      Ore 10.45: Mausoleo delle Fosse Ardeatine, Cerimonia commemorativa del 75° Anniversario dell'eccidio delle Fosse Ardeatine
      Ore 15: Farnesina, 62° anniversario dei Trattati di Roma

      Martedì 26 marzo
      Ore 13.15: Basilica di Sant'Eustachio, incontro con Monsignor Pietro Sigurani e visita alla struttura della comunità parrocchiale

      Giovedì 28 marzo
      Ore 13: Presidente del Senato riceve Presidente della Lituania, Daria Grybauskaitè

      GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA: DAL PRESIDENTE CASELLATI UN APPELLO "A NON SPRECARE"

      «L'acqua è un bene prezioso per l'umanità e come tale va trattato e gestito. Nella giornata di oggi, il mondo occidentale ha il dovere di riflettere sulla condizione di quelle parti del globo dove c'è carenza di acqua e iniziare subito un percorso contro lo spreco».
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua che si celebra oggi per volontà delle Nazioni Unite.
      Il Presidente Casellati ha aggiunto: «Non sprecare è uno degli obiettivi che ci dobbiamo porre ogni giorno nell'esercizio delle nostre attività, è la chiave di volta per un futuro più rispettoso delle risorse naturali del pianeta, più attento a non alterare gli ecosistemi, più sensibile al rischio degli effetti collaterali che prima si ripercuotono sull'integrità dei territori e poi, di riflesso, sulla salute delle persone».
      «Non sprecare - ha concluso - è dunque una regola che deve valere per gli enti e per i cittadini, nel pubblico e nel privato. Ognuno di noi deve avere ben chiaro il concetto della finitezza delle risorse. Ne va del nostro domani»

      AL PRESIDENTE DEL SENATO ELISABETTA CASELLATI IL PREMIO DELLA FONDAZIONE BRUSUTTI EDIZIONE 2018-19: “ANGELO CHE SORRIDE”

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati sabato 23 marzo riceverà alle ore 21.00 a Venezia Mestre il Premio "Angelo che Sorride", riconoscimento istituito dalla Fondazione Brusutti in memoria di Albino Luciani, il patriarca di Venezia eletto al soglio pontificio nel 1978 con il nome di Papa Giovanni Paolo I, alla presenza di oltre 500 invitati.

      L'onorificenza è stata conferita al Presidente Casellati "perché - così recita la motivazione - nel suo lavoro quotidiano, ed in particolare nel suo impegno istituzionale, incarna e testimonia i valori che furono propri di Giovanni Paolo I".

      Il premio verrà consegnato al Presidente del Senato nel corso di una cerimonia presieduta dal cardinale Prosper Grech, a cui seguirà un concerto dal titolo "Santi e Papi" per coro ed orchestra (100 elementi) nel Duomo di San Lorenzo alla presenza anche del Sindaco della Città di Venezia e delle massime autorità della Regione Veneto.

      La Fondazione presieduta da Marco Eugenio Brusutti, in questa ottava edizione del premio "Angelo che Sorride" ha scelto di premiare anche la ricercatrice Barbara Ensoli, l'astrofisica Amalia Finzi Ercoli, Costanza Galli religiosa e primario oncologo, il cardinale Giovanni Lajolo, il politico Gianni Letta, monsignor Roberto Rosa, il capitano di vascello Umberto Spolaor, il magistrato della Corte dei Conti Diana Calaciura Traina e il giornalista Fabio Zavattaro.
      Eccezionalmente sarà presente per la prima volta in pubblico il segretario particolare di Papa Giovanni Paolo I, Don Diego Lorenzi.

      Padova, giornata in ricordo delle vittime mafiose, Casellati: «Lotta alla mafia deve essere sempre priorità per lo Stato»

      «La battaglia contro le mafie, per lo Stato, è e deve restare una priorità assoluta fino a quando le organizzazioni criminali non saranno disarticolate. Perché la mafia e la corruzione sono tumori che vanno estirpati e debellati definitivamente dal nostro Paese». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie che quest'anno avrà la città di Padova come piazza principale.


      «Dobbiamo ricordarlo ogni giorno, così com'è doveroso coltivare ogni giorno la memoria di tutte le vittime innocenti che hanno pagato con la vita il loro impegno per la legalità. Il loro sacrificio - ha aggiunto - non deve cadere nell'oblio».


      "Sono a fianco di tutte le persone che oggi a Padova, la mia città, scenderanno in strada per onorare il ricordo dei tanti cittadini, carabinieri, poliziotti, magistrati, imprenditori, politici e amministratori, giornalisti, sindacalisti e sacerdoti caduti per mano mafiosa", ha concluso il Presidente.

      Presidente Casellati: grazie ai Carabinieri, eroi della quotidianità

      "Grazie ai Carabinieri, i nostri eroi della quotidianità, una possibile tragedia si è risolta con un epilogo positivo. Decine di bambini sono potuti tornare a casa dalle loro famiglie. A questi uomini che ogni giorno presidiano le nostre strade, lavorando con professionalità e dedizione non disgiunta da una grande carica di umanità, va l'apprezzamento di tutto il Paese".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando il gesto eroico dell'Arma dei Carabinieri a San Donato Milanese.

      Casellati, ricordare esempio Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

      "La ricerca della verità, nel mondo dell'informazione, dovrebbe essere un dovere e non un rischio che si paga con la vita. Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, dopo 25 anni, restano due martiri della libertà di stampa. Nel ricordare la loro uccisione, per la quale si attende ancora giustizia, sottolineo come la libera informazione debba restare uno dei pilastri della democrazia". Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel 25esimo anniversario della morte dei due giornalisti.

      IL PRESIDENTE DEL SENATO CASELLATI RICORDA DON GIUSEPPE DIANA: «MARTIRE DI MAFIA MORTO PER AMORE DEL SUO POPOLO. SEMPRE ATTUALI I SUOI INSEGNAMENTI»

      «Laddove lo Stato non c'è, per le organizzazioni criminali è più facile conquistare il consenso e il potere: così don Giuseppe Diana, coraggioso prete di periferia morto "per amore del suo popolo" che oggi voglio ricordare - dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati - riflettendo su uno degli insegnamenti più importanti che ci ha lasciato come eredità morale».

      «Dare risposte in termini di servizi e occupazione a quei territori che più di altri nel nostro Paese soffrono il disagio economico e sociale è il modo migliore per onorarne al meglio la memoria» conclude il Presidente Casellati.

      Sesto anniversario del Pontificato: messaggio del Presidente del Senato

      "Sentimenti di profonda gratitudine per i messaggi di pace, amore, fratellanza, accoglienza e solidarietà con cui ogni giorno interpreta il suo pontificato". Li ha espressi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati a Papa Francesco in occasione del sesto anniversario del Pontificato del Santo Padre.

      Casellati riceve don Aldo Buonaiuto, in anteprima al Senato il suo film sulle case famiglia

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto questa mattina nel suo studio a Palazzo Madama, il sacerdote don Aldo Buonaiuto dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, l'ente internazionale di diritto pontificio fondato da don Oreste Benzi.
      Al termine dell'incontro, il Presidente Casellati ha dichiarato: "Conosco don Aldo da quando sono stata relatrice del provvedimento contro la tratta in schiavitù. Ho sempre condiviso le sue battaglie in difesa delle donne sfruttate, maltrattate, portate in Italia con l'inganno, con il miraggio di un lavoro e poi costrette a prostituirsi. Oggi però è venuto a parlarmi di un'iniziativa bellissima: la realizzazione di un film sulla realtà delle case famiglia. Il titolo della pellicola ideata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII è "Solo cose belle" e i protagonisti sono i ragazzi che vivono nella Comunità. Ho deciso di sostenere questa straordinaria iniziativa organizzando al Senato la proiezione in anteprima del film".

      Senato e Cultura: consegna di un riconoscimento al maestro Zeffirelli

      Elisabetta Casellati, Presidente del Senato, il prossimo 6 aprile, nell'ambito del ciclo di eventi "Senato & Cultura" da lei promosso in collaborazione con la Rai, darà un riconoscimento al Maestro Franco Zeffirelli, per aver saputo trasporre sui palcoscenici più importanti del mondo e sul grande schermo le atmosfere, lo spirito e le emozioni del teatro e dell'opera lirica.

      41° anniversario della strage di via Fani e del rapimento di Aldo Moro: dichiarazione del Presidente del Senato

      "Il 16 marzo di 41 anni fa in via Fani si apriva una delle ferite più dolorose della storia repubblicana. Una ferita che non si è più rimarginata. E per la quale si attende ancora verità. Al di là del dolore, però, di Aldo Moro, devono restare vivi nelle nostre coscienze la sua lezione di democrazia e il suo costante invito al dialogo. Insegnamenti sempre più attuali". Il Presidente di Palazzo Madama, Elisabetta Casellati, ricorda così lo statista rapito e ucciso dalle Br e rassicura Maria Fida Moro su come il Senato stia lavorando affinché trovi concreta applicazione la legge per la tutela dei familiari delle vittime del terrorismo.

      Il Presidente Casellati spiega il Senato agli studenti di Padova: «Conoscere le istituzioni aiuta a formare coscienza civile»

      «Aldo Moro incarnò il senso e il valore della democrazia, della giustizia e della libertà, ideali in cui credeva fortemente, al punto da introdurre l'obbligo dell'insegnamento dell'educazione civica nelle scuole per promuoverli tra le giovani generazioni». È con questo ricordo dello statista democristiano, nel giorno del 41esimo anniversario del rapimento di via Fani, che il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha aperto oggi a Padova il convegno "Educazione alla cittadinanza per essere protagonisti del domani". Un evento che si è tenuto nell'Auditorium del Liceo Artistico "Modigliani" e al quale hanno preso parte oltre 500 studenti degli istituti di istruzione superiore di tutta la provincia di Padova.

      «Il momento che stiamo condividendo oggi si inserisce all'interno di quel percorso di formazione culturale, immaginato da Moro, che vede nella conoscenza delle istituzioni democratiche uno dei passaggi fondamentali per la creazione di una coscienza civile consapevole» ha aggiunto il Presidente Casellati prima di parlare agli studenti della storia del Senato e delle prospettive del bicameralismo.

      Casellati ha poi fatto il punto sulle riforme costituzionali all'esame del Parlamento e ha spiegato agli studenti cosa sia l'autonomia differenziata delle Regioni: «La Costituzione - ha detto - può essere modificata, se questo significa rispondere alle esigenze di un tessuto sociale che vive una forte trasformazione. Ma ogni modifica va fatta con attenzione e senso di responsabilità per le istituzioni e i valori che esse rappresentano. La centralità del Parlamento non può essere mai messa in discussione».

      Clima: risposta del Presidente Casellati alla lettera della piattaforma "Duegradi"

      "Grazie per la bellissima lettera. Avete ragione voi, non c'è più tempo da perdere. La vostra battaglia è la mia battaglia. Sono contenta di vedere voi giovani nelle piazze di tutto il mondo per tentare di incalzare i governi e rompere il silenzio assordante che da anni si registra sul tema. Fate bene a risvegliare le coscienze sull'importanza della salvaguardia del pianeta. Dovete coltivare il futuro con coraggio. Sarò al vostro fianco e continuerò a sollecitare il Parlamento perché dia un segnale concreto alle vostre istanze. Su questo tema nessuno può più continuare a far finta di niente. Si deve agire tutti insieme e in fretta". Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati risponde alla lettera che le ha inviato il team di "Duegradi", piattaforma di informazione sul cambiamento climatico.

      Di seguito il testo della lettera inviata al Presidente del Senato:

      Egregio Presidente,
      Ci troviamo di fronte ad una scelta epocale per il clima. Siamo pronti a farla?
      Siamo il team di Duegradi, una piattaforma di informazione sul cambiamento climatico. Le scriviamo perché è in atto una radicale trasformazione del clima del nostro pianeta che cambierà il volto del nostro Paese, delle nostre città e delle nostre vite; eppure sembra che in Italia ciò interessi a pochi.
      Le prove del cambiamento climatico ci sono e sono disponibili a tutti, da anni. La scienza afferma tre cose inequivocabili: 1) la temperatura media della Terra sta aumentando; 2) questo aumento è dovuto alle emissioni di gas serra prodotte dall'uomo; 3) un aumento eccessivo avrà effetti irreversibili sull'uomo e sull'ambiente che lo circonda.
      Qualche mese fa, la scienza ci ha detto che il tempo è finito: se vogliamo mantenere l'aumento della temperatura sotto i due gradi (il limite da non oltrepassare per evitare il peggio) le emissioni globali devono diminuire del 20% nei prossimi dieci anni. Ad oggi, le emissioni sono in aumento.
      Noi stiamo provando a raccontare tutto questo. Siamo un gruppo di giovani professionisti che hanno studiato il problema del cambiamento climatico nelle sue sfaccettature politiche, scientifiche e socioeconomiche. Abbiamo fondato Duegradi con l'obiettivo di parlare di cambiamento climatico, pur partendo dalle nostre basi accademiche, in maniera semplice ed accessibile. Raccontiamo il clima come se fossimo con un conoscente, perché parlarne è ciò che serve per "normalizzare" l'argomento e creare un'opinione pubblica matura.
      Attorno a noi constatiamo, preoccupati, il persistere dell'indifferenza. Un segnale importante lo hanno dato, negli ultimi mesi, i ragazzi delle scuole d'Italia, d'Europa e del Mondo che ogni venerdì partecipano sempre più numerosi agli "scioperi del clima." Per lo sciopero mondiale del 15 marzo anche noi saremo in piazza, in qualità di semplici cittadini, a sostenerli.
      Tuttavia, ciò non può bastare per risolvere un problema urgente, che dovrebbe essere al centro del dibattito pubblico italiano. Se non ce ne occupiamo adesso, i cambiamenti climatici avranno un impatto irreversibile sull'economia, sulla società, sulla sicurezza e salute dei cittadini. È necessario porre le basi, in maniera seria e rigorosa, per delle politiche di lungo termine. È necessario mettere il clima al centro del dibattito politico. È necessario ripensare, insieme, la nostra idea di mondo.
      Pochi giorni fa, il Presidente della Repubblica ha dichiarato che "siamo sull'orlo di una crisi climatica globale". Concordiamo con il termine utilizzato: crisi. In italiano gli attribuiamo una valenza prevalentemente negativa, ma nella sua accezione originaria, in greco antico, crisi (κρίσις) significa "scelta". Essere in crisi vuol dire essere nella condizione di dover fare una scelta.
      Noi di Duegradi la scelta l'abbiamo fatta: vogliamo contribuire a creare consapevolezza, ad informare e a sensibilizzare l'opinione pubblica. Crediamo che anche Lei, Presidente, una scelta l'abbia fatta. Nel corso degli ultimi mesi, ha dichiarato a più riprese che "i problemi legati al clima occupano oggi una parte centrale nello scenario della politica internazionale", che "la politica deve mettere al centro della sua agenda la questione ambientale" e che il clima deve essere trattato come un problema di sistema, piuttosto che come emergenza estemporanea.
      Le scriviamo, Presidente, per chiederle di portare avanti questa scelta con atti concreti. La invitiamo, in qualità di Presidente del Senato della Repubblica, a farsi promotrice di questa sfida anche in Parlamento, di portare il tema del cambiamento climatico all'ordine del giorno nel dibattito parlamentare. Per fare in modo che il cambiamento climatico venga affrontato come problema sistemico. Per supportarci nel nostro percorso di sensibilizzazione, aiutandoci a spazzare via l'indifferenza. Noi siamo pronti.
      Il team di Duegradi

      Strage in Nuova Zelanda: dichiarazione del Presidente del Senato

      "Una violenza inaccettabile: il massacro di Christchurch è un dramma che dovrebbe far riflettere il mondo intero. Bisogna estirpare con forza dalla nostra società i germi dell'odio, dell'intolleranza e del razzismo. Esprimo solidarietà alle famiglie delle 49 vittime di questo folle attentato".
      Così il Presidente del Senato Elisabetta Casellati interviene sulla strage avvenuta in Nuova Zelanda.

      PADOVA, IL PRESIDENTE DEL SENATO ELISABETTA CASELLATI DOMANI A PADOVA PER PARLARE DI EDUCAZIONE CIVICA AGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI PADOVANE

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati domani 16 marzo sarà a Padova per partecipare al convegno "Educazione alla cittadinanza per essere protagonisti del domani" al quale prenderanno parte circa 500 studenti degli Istituti di istruzione superiore di tutta la provincia.
      L'evento, che si aprirà alle ore 10, si svolgerà nell'Auditorium del Liceo Artistico "Modigliani" di via degli Scrovegni 30.
      Il Presidente Casellati verrà accolto dal Presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, dal Prefetto Renato Franceschelli e dal Comandante Interregionale Carabinieri Vittorio Veneto, Gen. C.A. Enzo Bernardini.
      Dopo l'intervento in apertura del Presidente Casellati, prenderanno la parola Carlo Cingarella, studente della V A del Liceo Fermi di Padova, il senatore Antonio De Poli, il Presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, il professore ordinario di diritto costituzionale della Scuola di Giurisprudenza dell'Università di Padova, Mario Bertolissi, e il Direttore dell'Ufficio per la pastorale dell'educazione e della scuola, Lorenzo Cieli.
      All'evento parteciperanno gli studenti delle V classi dei seguenti istituti:
      Padova: Liceo classico C. Marchesi, Liceo classico Tito Livio, Liceo scientifico A. Cornaro, Liceo scientifico E. Curiel, Liceo scientifico E. Fermi, Liceo scientifico I. Nievo, Liceo artistico A. Modigliani, Liceo Duca d'Aosta, Istituto tecnico economico Einaudi Gramsci, Istituto tecnico economico P.F. Calvi, Istituto di istruzione superiore Duca degli Abruzzi, Istituto di istruzione superiore P. Scalcerle, Istituto tecnico tecnologico G. Marconi, Istituto tecnico tecnologico F. Severi, Istituto tecnico delle costruzioni G.B. Belzoni, Istituto professionale per l'industria e l'artigianato E. Bernardi, Istituto di istruzione superiore E.U. Ruzza, Istituto di istruzione superiore G. Valle, Istituto di istruzione superiore L. Da Vinci, Liceo artistico P. Selvatico, Conservatorio di musica C. Pollini, Istituto di istruzione superiore specifica A. Magarotto.
      Abano Terme: Istituto Professionale Alberghiero P. D'Abano, Istituto di Istruzione Superiore L.B. Alberti
      Selvazzano Dentro: Liceo Scientifico Galileo Galilei
      Camposanpiero: Istituto di Istruzione Superiore Newton Pertini
      Cittadella: Liceo scientifico T.L. Caro, Istituto di Istruzione Superiore Meucci, Istituto Tecnico Statale G. Girardi
      Este: Liceo Statale G.B. Ferrari, Istituto di Istruzione Superiore Euganeo, Istituto di Istruzione Superiore Atestino
      Monselice: Istituto Tecnico Statale J.F. Kennedy, Istituto di Istruzione Superiore Cattaneo - Mattei
      Montagnana: Istituto di Istruzione Superiore J. Da Montagnana
      Piove di Sacco: Istituto di Istruzione Superiore A. Einstein, Istituto di Istruzione Superiore E. De Nicola
      Piazzola sul Brenta: Istituto di Istruzione Superiore Rolando da Piazzola

      Questi gli appuntamenti di domani 14 marzo del Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati:

      - alle ore 10.30, Sala Capitolare, presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva in piazza della Minerva, il presidente apre il convegno: "La Salute della persona nelle relazioni di lavoro" organizzato da Adapt in ricordo del giuslavorista Marco Biagi, a 17 anni dalla sua scomparsa;
      - nel pomeriggio alle ore 16.30 nella Sala Koch di Palazzo Madama il presidente apre il convegno: "Carlo Donat-Cattin uomo di governo e leader Dc" al quale sarà presente anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

      Il Presidente del Senato Casellati riceve a Palazzo Madama il Presidente della Siae Mogol

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati riceverà alle 15 nel suo studio di Palazzo Madama il Presidente della Siae Giulio Repetti, in arte Mogol.
      Mogol, dichiara il Presidente Casellati, "è un'eccellenza italiana, un poeta, con i suoi testi ha scritto una pagina importante della storia della musica legata alla cultura popolare italiana" e "il suo impegno nei confronti dei giovani musicisti, grazie alla sua scuola "Centro europeo Toscolano" (Cet) fondata nel 1992, è assolutamente da sostenere e condividere". "Sarò al suo fianco - ha aggiunto - nel difendere e valorizzare la musica del nostro Paese e condivido il suo appoggio a tutte quelle misure che puntano a rilanciare e proteggere i giovani artisti italiani, in linea con altri paesi europei".

      Aereo caduto in Etiopia: il cordoglio del Presidente del Senato

      "Il disastro aereo in Etiopia, nel quale hanno perso la vita 157 persone tra cui 8 italiani, è una tragedia che ci colpisce tutti. Esprimo il mio più vivo cordoglio, anche a nome del Senato, ai familiari delle vittime, molte delle quali in Africa per ragioni umanitarie. Partecipo al dolore della Regione Sicilia per la perdita dell'assessore Sebastiano Tusa". Lo ha detto il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati commentando la sciagura aerea di questa mattina ad Addis Abeba.

      Stragi e deportazioni nazifasciste, Casellati: «Verità storica condivisa è condizione necessaria per sconfiggere germi del razzismo e antisemitismo»

      «Le stragi naziste e fasciste rappresentano una delle pagine più tristi e drammatiche che l'Italia ha conosciuto nel Novecento. Grazie alla coraggiosa e tenace opera di divulgazione dei sopravvissuti e dei testimoni della tragedia dell'Olocausto, l'Italia ha saputo compiere significativi passi avanti verso un'effettiva e sostanziale verità storica. E la verità storica è uno dei pilastri su cui si fonda la nostra Repubblica, il nostro vivere comunitario, il nostro Stato di diritto».
      Così ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel suo intervento al convegno "Stragi e deportazioni nazifasciste: per la giustizia e contro l'ambiguità" promosso dalla "Fondazione per la critica sociale" e tenutosi oggi nella Sala Koch di Palazzo Madama.
      «Le sottovalutazioni del passato non si devono più ripetere. Gli ultimi recenti fatti di cronaca, in Francia, Argentina e non solo, sono un monito a non abbassare mai la guardia rispetto a qualsiasi atteggiamento negazionista o giustificazionista» ha concluso.

      Casellati ricorda Teresa Noce, partigiana, politica e antifascista: «Una donna moderna che ha segnato la storia dell'emancipazione femminile»

      «La storia drammatica e commovente di Giovanna Pinelli, dall'arresto per la sua militanza partigiana alla detenzione nei campi di concentramento sino alla liberazione, è la storia di Teresa Noce, la sua biografia, una rigorosa testimonianza di alcune delle pagine più drammatiche della resistenza e delle deportazioni naziste».
      «Ma è anche la storia di una donna, della sua passione politica e del suo amore per la libertà che dalla dimensione individuale si apre a quella collettiva sino a divenire lotta per la libertà dei popoli e della patria».

      Lo ha affermato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo alla presentazione della riedizione del libro "Ma domani farà giorno" di Teresa Noce, tenutasi oggi nella Sala degli Atti Parlamentari a Palazzo della Minerva.

      «Di Teresa Noce voglio ricordare la straordinaria esperienza nel sindacato, la sua capacità realizzativa e organizzativa moderna e efficace, la sua sensibilità di accendere l'attenzione sul riconoscimento dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori senza dimenticare la funzione sociale della maternità, in un momento cruciale della storia dell'emancipazione femminile» ha aggiunto il Presidente Casellati.

      «Era una donna moderna, che ha lottato e vissuto senza rinunciare alla sua umanità, alla sua femminilità. Una donna che ha seguito i suoi ideali, sempre, con coerenza. Rievocare la figura di Teresa Noce in prossimità dell'8 marzo assume un valore ancora più significativo, perché ci ricorda che tanta strada è stata fatta ma tanta è ancora da fare per dare piena concretezza ai valori costituzionali di piena uguaglianza tra donne e uomini» ha concluso.

      Il Presidente del Senato ha incontrato l'Ambasciatore di Francia

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha incontrato oggi nel suo studio a Palazzo Madama l'Ambasciatore di Francia Christian Masset per un ampio colloquio nel contesto del rilancio delle relazioni bilaterali e per sottolineare, al riguardo, il ruolo della diplomazia parlamentare.

      Il Presidente Casellati premia le eccellenze italiane nel settore dell'innovazione

      «Le targhe che consegno oggi sono un riconoscimento alle capacità innovative di alcune realtà che rappresentano un esempio di orgoglio nazionale e rendono merito alla passione e alla progettualità di chi sa interpretare le complesse e articolate esigenze di una società che cambia sempre più velocemente».
      «E nei processi di cambiamento tecnologici e di integrazione e interconnessione globale, l'Italia deve avere un ruolo sempre più da protagonista».
      Lo ha detto oggi il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo, nella Sala Koch, alla cerimonia di assegnazione del "Premio dei Premi", un riconoscimento riservato a industrie, imprese, università e amministrazioni pubbliche che si distinguono per i risultati di eccellenza conseguiti nel campo dell'innovazione e che per il 2018 è stato assegnato, tra gli altri, alla "Leonardo SpA" e al Comune di Venezia.

      Il Senato aderisce a M'illumino di meno

      Il Senato della Repubblica aderisce, anche quest'anno, a 'M'illumino di meno', l'iniziativa promossa dalla trasmissione radiofonica 'Caterpillar' di Radio 2 Rai, in occasione della 'Giornata Internazionale del Risparmio Energetico'.
      Il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ha dato immediata e convinta adesione all'iniziativa. Le luci di Palazzo Madama si spegneranno quindi dalle 18 alle 20 di domani, primo marzo.
      Si tratta di una scelta che testimonia e certifica la volontà del Senato di continuare ad investire sull'energia pulita e nel profondo rispetto dell'ambiente. Ormai da anni la Camera Alta produce energia elettrica con la centrale fotovoltaica del 'Trullo' ed ha adottato sistemi informatici di grande efficienza energetica che consentono un risparmio di oltre 300mila kWh annui. Inoltre sono in uso quattro vetture elettriche e tre vetture ibride plug-in.

      Danza, musica, canto e poesia: sabato 2 marzo il Senato celebra l’arte al femminile

      Donne e talento è il binomio che caratterizzerà il secondo degli appuntamenti previsti da "Senato & Cultura", il ciclo di eventi aperti al pubblico in programma a Palazzo Madama
      Sabato 2 marzo alle ore 11, nell'Aula del Senato, saranno la danza, la musica, il canto, la poesia e la letteratura, declinati al femminile, le arti protagoniste del secondo degli appuntamenti previsti da "Senato & Cultura". Un progetto che da febbraio scorso vede il Senato della Repubblica e Rai Cultura impegnati a valorizzare i talenti italiani facendone i protagonisti di una serie di eventi culturali.
      Dopo l'intervento del Presidente del Senato Elisabetta Casellati la rappresentazione corale vedrà alternarsi sulla scena le allieve della Scuola di danza, il Coro di Voci Bianche e la "Fabbrica" Young Artist Program del Teatro dell'Opera di Roma guidato dal Sovrintendente Carlo Fuortes; Susanna Piermartiri ed Elena Burova al pianoforte, il soprano Rafaela Albuquerque e il mezzosoprano Sara Rocchi. Le coreografie saranno a cura di Laura Comi, Ofelia Gonzalez e Pablo Moret.
      Il programma dell'evento prevede anche un'intervista della conduttrice Andrea Delogu all'atleta paralimpica Monica Graziana Contrafatto, prima donna soldato dell'Esercito Italiano ad essere decorata, e la partecipazione delle attrici Cristiana Capotondi, Paola Gassman e Nancy Brilli nel ruolo di voci recitanti di alcuni brani letterari con le donne protagoniste.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro venerdì 1 marzo per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it
      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare, è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Morte di Rosetta Stame, il cordoglio del Presidente del Senato Casellati

      «Esprimo il mio cordoglio per la scomparsa di Rosetta Stame, testimone e vittima della crudeltà della guerra ma anche e soprattutto custode della memoria di una delle pagine più buie che la nostra storia ricordi.
      Lasciata orfana di padre in tenera età dalla barbarie nazista alle Fosse Ardeatine, da quella terribile ferita ella ha saputo trarre la forza per tramandare alle giovani generazioni la sofferenza che accomuna tutti i martiri della libertà.
      Di lei ricorderemo la voce che ogni anno a marzo scandiva i nomi delle 335 vittime delle Fosse Ardeatine e il suo lungo e tenace impegno alla guida dell'Associazione Nazionale Famiglie Italiane Martiri. Ci lascia un esempio illuminante di come il dovere di "non dimenticare" vada praticato ogni giorno e senza alcun tentennamento».
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati.

      Casellati: "Italia chiamata a ruolo decisivo nel rafforzamento della casa comune europea"

      "Dal rafforzamento politico della comune casa europea all'attenzione agli organismi regionali, l'Italia sarà chiamata a svolgere un ruolo decisivo".
      Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo oggi a Palazzo Giustiniani nell'incontro per la consegna del premio annuale dell'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale.
      "In una logica di competitività - ha proseguito il Presidente Casellati - sempre più rivolta alle macro-aree, appare fuori da qualsiasi realistica valutazione l'idea di singoli Paesi europei in grado di reggere autonomamente il confronto in mare aperto contro i giganti tecnologici privati e i giganti geografici".
      Sull'Unione Europea il Presidente del Senato ha affermato che "le sinergie nei settori della competitività e della sicurezza non possono essere disgiunte da una nuova, convinta e sostanziale unità politica e culturale".
      Poi ha osservato: "Sono questi i fattori determinanti per fare dell'Unione il protagonista di cui c'è una crescente necessità, anche all'interno delle organizzazioni internazionali, dove tanti auspicano la possibilità che l'Europa possa esprimersi con una sola voce, pur parlando e conoscendo molte lingue. All'interno di questo quadro l'Italia può continuare a svolgere un ruolo di prestigio e di attenzione nei confronti dei capisaldi che storicamente sono alla base delle nostre politiche".
      Il premio dell'Ispi 2018 è stato assegnato a Staffan De Mistura, inviato speciale dell'Onu in Siria dal 2014 al 2018. Dopo aver definito il premiato "protagonista di missioni internazionali che lo hanno visto ricoprire ruoli di vertice in tutte le aree più controverse del pianeta", il Presidente Casellati ha sottolineato: "Quella di De Mistura può senz'altro essere definita una vita al servizio della pace".

      Il Presidente Casellati consegna Premio ISPI 2018 a Staffan De Mistura

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati interverrà domani 26 febbraio alla cerimonia di consegna del Premio ISPI, Istituto di Studi di Politica Internazionale. In ricordo dell'ambasciatore Boris Biancheri, questo riconoscimento viene conferito ogni anno "a personalità che hanno contribuito a rafforzare l'immagine dell'Italia nel mondo".
      L'incontro si terrà nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a partire dalle ore 11.30. In seguito al suo intervento sarà il Presidente Casellati, insieme con il Presidente dell'ISPI Giampiero Massolo e la signora Biancheri, a consegnare il premio a Staffan De Mistura, già inviato dell'Onu in Iraq, in Afghanistan, in Libano e in Siria.
      Il riconoscimento è stato assegnato a Staffan De Mistura per il suo lungo impegno al servizio della pace presso le Nazioni Unite.


      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO

      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro oggi per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it
      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti.

      Casellati sulle vittime del maltempo: "Questione ambientale sia priorità nell'agenda politica"

      "Sono vicina ai familiari delle vittime e a quanti stanno subendo disagi in queste ore a causa dell' ennesima ondata di maltempo. L'inquinamento che sta determinando il cambiamento climatico a livello globale e la fragilità del nostro territorio sono due priorità non più rinviabili. La politica deve mettere al centro della sua agenda la questione ambientale e deve assumersi le proprie responsabilità. Una commissione sul dissesto idrogeologico da me proposta nei mesi scorsi potrebbe rivelarsi utile strumento per fare almeno una mappatura delle varie emergenze da affrontare sul territorio italiano. Si avrà così un quadro puntuale degli interventi più urgenti da realizzare in tempi rapidi e con gli strumenti più adeguati".
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati commentando le notizie sugli effetti dell'ondata di maltempo in alcune zone dell'Italia.

      8 marzo. Casellati: "Sul rispetto delle donne c'è ancora tanto da fare"

      "Serve una rivoluzione culturale"

      «Il valore evocativo dell'8 marzo ci offre una sintesi suggestiva delle enormi difficoltà che la condizione femminile ha incontrato nel suo lungo percorso di affrancazione e affermazione». Lo ha affermato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, stamattina a Padova nel corso del convegno "Non solo 8 marzo: l'empowerment delle donne e gli obiettivi dell'agenda 2030".

      Il Presidente Casellati ha fatto inoltre presente: «Grazie a importanti interventi legislativi, oggi la leadership femminile nelle istituzioni, nelle imprese e più in generale nel mondo del lavoro, si sta affermando come una realtà solida e sempre più diffusa. Non dobbiamo tuttavia dimenticare che per raggiungere tali prestigiosi traguardi, molte donne sono state spesso costrette ad affrontare un avversario sleale, che non si muove nel rispetto delle regole del confronto meritocratico. Un nemico rappresentato da quel pregiudizio, ormai anacronistico eppure ancora troppo diffuso nella collettività, che continua a considerare la donna in una posizione sociale più debole e vulnerabile rispetto all'uomo».
      «Per sradicarlo dal tessuto sociale - ha proseguito - diventa necessario adottare nuove strategie, non necessariamente legislative: ai pregiudizi occorre infatti contrapporre la forza rivoluzionaria di una cultura saldamente legata al rispetto del ruolo delle donne e delle loro infinite potenzialità».

      Il Presidente del Senato ha quindi dichiarato: «Proprio sulla base di questa consapevolezza, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha espressamente inserito la parità di genere tra gli obiettivi prioritari dell'Agenda 2030: un programma variegato che non riguarda solo le donne ma la lotta contro la fame e ogni forma di povertà, la completa affermazione dei diritti umani, il contrasto al cambiamento climatico e la tutela dell'ambiente, solo per citare alcuni degli obiettivi principali».
      «Un programma inclusivo, in cui nessuno dev'essere lasciato indietro; predisposto nella consapevolezza dell'assoluta necessità di promuovere forme rinnovate e rinforzate di partenariato globale, in cui gli sforzi dei singoli possano trovare sostegno in un contesto internazionale responsabile e favorevole» ha concluso.

      Il Presidente Casellati apre domani a Padova il convegno "Non solo 8 marzo"

      Il Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati interverrà domani, in apertura dei lavori, al convegno "Non solo 8 marzo. L'empowerment delle donne e gli obiettivi dell'agenda 2030". Organizzato a Padova da Università degli Studi e Lions Club International, l'incontro comincerà alle ore 10 nell'Auditorium Giardino della Biodiversità.

      CASELLATI: “MAI SMETTERE DI PROTEGGERE E RAFFORZARE LA DEMOCRAZIA”

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati, presentando il documentario di Bruno Vespa "1948: l'anno che ha cambiato l'Italia", ha detto: "Cinquanta minuti di narrazione storica che condensano le sofferenze di un Paese distrutto dalla guerra e dalla dittatura, le speranze di un risorgimento civile che fino a poco tempo prima sembrava impensabile, e le disparità presenti tra le diverse aree della Penisola".

      Uno dei principali fili conduttori del documentario, ha sottolineato il Presidente del Senato, è "l'italianità" come si è configurata all'indomani del Secondo conflitto mondiale: "Quel sentimento che ci accomuna e ci rende Nazione, quel naturale collante culturale costruito e consolidato nei secoli, più forte di ogni avversità, comprese le follie totalitarie, le atrocità della guerra, l'odio razziale e la privazione della libertà".

      Il Presidente Casellati concludendo ha affermato che il documentario offre "materiale in grado di spiegare in maniera accurata come l'Italia fosse al centro di equilibri mondiali che segneranno i destini dell'umanità almeno fino alla caduta del Muro di Berlino".

      Il Presidente Casellati all'anteprima di "1948. L'anno che cambiò l'Italia" di Bruno Vespa

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati introdurrà, domani 20 febbraio, con un indirizzo di saluto la presentazione del documentario di Bruno Vespa "1948. L'anno che cambiò l'Italia". L'incontro, al quale seguirà la proiezione in anteprima del lavoro, è previsto alle 11.30 nella Sala Koch di Palazzo Madama.
      Oltre all'autore e regista del documentario, saranno presenti il Presidente della Rai Marcello Foa, il Presidente di Rai Cinema Nicola Claudio e l'Amministratore Delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro oggi per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it
      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti.

      Casellati: «Tempi lunghi nei processi, vera emergenza del nostro sistema giudiziario»

      «Gli errori giudiziari sono un tema di stringente attualità per il nostro Paese: i numeri ci dicono che in Italia si verificano circa mille casi di ingiusta detenzione all'anno e non bisogna mai dimenticare che dietro a ogni singolo caso vi è un dramma umano: donne e uomini illegittimamente privati della propria libertà e la cui vita affettiva, sociale e lavorativa è stata fortemente pregiudicata».

      Lo ha affermato stamattina il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, nel corso dell'inaugurazione dell'anno giudiziario presso le Camere Penali di Padova.

      Il Presidente Casellati ha dichiarato inoltre: «Ancora più allarmanti sono i dati relativi alla durata dei processi, che portano il nostro sistema giudiziario a risultare tra gli ultimi in Europa in termini di efficienza. Il mancato rispetto del precetto costituzionale della ragionevole durata del processo nuoce non solo all'imputato ma anche alle parti offese: vittime del reato tanto quanto di un sistema incapace di dare una risposta rapida alla loro legittima domanda di giustizia».

      «Per uscire da questa situazione - ha concluso il Presidente del Senato - servono sicuramente interventi normativi, ma serve soprattutto investire nella giustizia: rafforzare gli organici dei magistrati e del personale amministrativo, specie nei territori più sguarniti e in sofferenza; approntare ed attuare un progetto di potenziamento delle strutture giudiziarie e, più in generale, lavorare sull'efficienza nella gestione dei processi».

      Scomparsa Adriano Ossicini: oggi e domani camera ardente a Palazzo Madama

      La camera ardente per Adriano Ossicini - senatore dalla V alla X e nella XIII Legislatura - sarà allestita oggi, venerdì 15 febbraio, a Palazzo Madama, in Sala Caduti di Nassirya; sarà aperta per l'omaggio dalle ore 17 alle 20:30 e domani dalle 9 alle 13.

      Scomparsa Adriano Ossicini. Il cordoglio del Presidente Casellati

      "Esprimo il mio cordoglio per la scomparsa di Adriano Ossicini, un testimone diretto di tutti gli accadimenti che hanno attraversato il Paese a partire dalla prima metà del secolo scorso. Psicologo di fama internazionale, professore universitario, partigiano, intellettuale a tutto tondo, Ossicini fu senatore per sette legislature, ricoprendo anche la carica di vice Presidente.

      Il tratto distintivo della sua azione, in tutti gli innumerevoli ambiti in cui ha servito il Paese, è stato certamente la naturale vocazione all'innovazione. Cofondatore del Movimento dei cattolici comunisti, a lui si devono l'apertura del primo Centro italiano di psicopedagogia e il primo corso di laurea in psicologia alla Sapienza.

      Ministro della Famiglia e della Solidarietà sociale nel governo Dini, non cessò mai di dare il proprio contributo al dibattito politico, impegnandosi sempre in prima persona nell'ambito della formazione culturale e civile.

      La sua memoria sarà perennemente legata al salvataggio di decine di ebrei durante i rastrellamenti di Roma del 1943, mostrando quel coraggio e quell'intelligenza che ne hanno poi caratterizzato l'intera esistenza".

      Così il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati in una dichiarazione.

      Casellati: «La violenza sulle donne non ha nulla a che vedere con l’amore. Le leggi non bastano se le menti non cambiano»

      «Gli atti di violenza contro le donne non hanno nulla a che vedere con l'amore. Questi crimini, anzi, sono quanto di più lontano ci possa essere dall'amore. Ne sono la negazione assoluta».

      Lo ha affermato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, in apertura del convegno "Non lo chiamate amore - vittime, carnefici e falsi amori" che è ancora in corso nella Sala Koch di Palazzo Madama. «Un titolo che sottolinea in maniera efficace che amarsi è di per sé il contrario della violenza in ogni suo aspetto» ha aggiunto il Presidente Casellati.

      Il Presidente del Senato ha detto inoltre: «Parlare di violenza contro le donne proprio oggi, nel giorno di San Valentino, la festa degli innamorati, è particolarmente significativo. "Amore" è una parola di cui spesso si abusa. Quante volte abbiamo sentito frasi come "atto passionale" o "estremo gesto d'amore" o ancora "amore malato"? Ricordiamoci che le parole pesano e vanno usate sempre con grande responsabilità. Sotto questo punto di vista, anche gli operatori dell'informazione devono esserne consapevoli».

      Il Presidente ha poi continuato: «Dobbiamo prendere atto della necessità di un nuovo approccio culturale a questo fenomeno: nessuna misura penale, processuale o economica contro la violenza domestica può dirsi efficace se non è sostenuta da un impegno altrettanto incisivo sul piano educativo e formativo. È fondamentale prevenire per vincere le paure, prevenire per non essere complici ignavi di un nemico che, come è stato detto, non bussa alla porta perché ha già le chiavi di casa e colpisce proprio nell'ambiente che invece dovrebbe essere sinonimo di sicurezza: la famiglia. Le leggi non bastano se non cambiano le menti» ha concluso.

      Il Presidente Casellati riceve il Premio Excellent 2019

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati riceverà stasera a Milano il Premio Excellent 2019 che viene assegnato, nella sua XXIV edizione, a personalità delle istituzioni, del settore turistico alberghiero e della cultura.
      La motivazione con la quale è stato conferito il premio è la seguente: "Avvocato e docente universitaria, Maria Elisabetta Alberti Casellati diventa parlamentare nel 1994 e, da allora, intraprende la sua ascesa in politica da autentica frontwoman. Paladina della giustizia, - è stata membro del Consiglio Superiore della Magistratura - si è sempre battuta per i diritti della famiglia e delle persone. Oggi è Presidente del Senato, prima donna nella storia della Repubblica italiana ed è un mirabile esempio per le generazioni attuali e future".

      Giorno del Ricordo. Casellati: "Vergognoso il tentativo di far cadere nell'oblio queste pagine nere della nostra storia"

      «Il tentativo di far cadere per anni nell'oblio la tragedia delle foibe e dell'esodo degli istriani, dei giuliani, dei fiumani e dei dalmati italiani, è una pagina nera della nostra storia politica e della storiografia. La verità storica non può essere nascosta, è più forte di qualsiasi ideologia, di qualsiasi negazionismo».

      È quanto ha affermato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, in riferimento al Giorno del Ricordo che si celebra oggi.

      «Non dimenticare tragedie come queste è un imperativo per ogni democrazia che si rispetti. Affinché esse non si ripetano è doveroso tramandare alle future generazioni tutte le pagine della storia nazionale, anche le più difficili, le più tristi, le più inspiegabili».
      «La mancanza di una memoria universale e condivisa ci espone al rischio di dimenticare o sottovalutare il rischio che la logica della violenza e della sopraffazione possa tornare a prevalere sulla convivenza pacifica dei popoli» ha concluso il Presidente Casellati.

      Padova, Casellati: "Qui ci sono eccellenze mondiali della ricerca da tutelare e valorizzare"

      Il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, dopo aver presenziato stamattina all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Padova, nel pomeriggio -all'interno dell'area di ricerca del Cnr - ha visitato il Consorzio Rfx, laboratorio di eccellenza mondiale nel campo della ricerca sulla fusione nucleare.
      "Il Consorzio Rfx è un polo straordinario di ricerca che va difeso e valorizzato" ha dichiarato in proposito il Presidente Casellati, "come ho detto oggi all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Padova, investire sulla formazione e sulla ricerca, per le istituzioni non è solo un dovere ma una strategia di sviluppo dei territori. La cultura e il sapere, del resto, sono il nostro petrolio".
      A margine della visita, il Presidente del Senato ha ricevuto una rappresentanza sindacale unitaria dell'Area di Ricerca del CNR Padova e ha ascoltato con attenzione le preoccupazioni manifestate dalla delegazione di ricercatori in merito ai tagli dei finanziamenti che rischiano di compromettere lo sviluppo delle attività di ricerca nel nostro Paese.

      INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO PADOVA, CASELLATI: “INVESTIRE NELLA RICERCA NON È SOLO DOVERE MA UNA STRATEGIA DI SVILUPPO”

      «Le Università siano spazi di libero insegnamento e libero apprendimento, luoghi nei quali l'istruzione e la crescita degli studenti si possa svolgere senza vincoli o condizionamenti e dove alla docenza e alla ricerca sia garantita piena libertà da caratterizzazioni sociali o influenze ideologiche. L'Università di Padova nella sua storia plurisecolare, può dire di essere sempre stata fedele a questi principi».

      Lo ha detto stamattina il Presidente del Senato Elisabetta Casellati durante la cerimonia inaugurale del 797esimo anno accademico dell'Università degli Studi di Padova.

      «Questo ateneo - ha aggiunto il Presidente Casellati - rappresenta una realtà accademica di assoluto riferimento capace di coniugare l'approfondimento scientifico e teorico con la necessità che l'insegnamento non sia mai solo fine a sé stesso. Grazie a un rapporto costante con le imprese e il mondo produttivo, l'Università di Padova è fonte di opportunità e artefice di progresso».

      Il Presidente del Senato ha fatto presente: «Formare e consolidare nuove competenze è un'esigenza imprescindibile per crescere sul piano internazionale: una scommessa che può essere vinta solo riaffermando la centralità dell'istruzione universitaria. È necessario che le Università siano affiancate dalle Istituzioni, e che anche sul piano legislativo, vi siano azioni concrete di impulso e di sostegno alle Università e alla ricerca scientifica».

      Sottolineando che proprio nell'ateneo padovano ha «scoperto l'amore per il diritto e mosso i primi passi come docente», il Presidente Casellati ha ricordato poi «alcune tra le menti più brillanti della storia e della cultura italiana che hanno dato prestigio all'Università di Padova». Tra queste Galileo, Copernico, Tullio Levi Civita, Elena Lucrezia Cornaro Piscopia (la prima donna laureata al mondo proprio a Padova nel 1678) e ha ripercorso quanto successo l'8 febbraio di 171 anni fa quando giovani dell'ateneo guidarono la ribellione contro l'oppressione asburgica, anticipando i moti del 1848. «Quel giorno Padova e i suoi studenti furono protagonisti di una pagina importante della storia del nostro Paese», ha concluso il Presidente Casellati.

      Domani incontro sul giorno del Ricordo

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati introdurrà domani alle ore 15 un incontro sul "Giorno del Ricordo", che si celebra come ogni anno il 10 febbraio, al quale interverranno la professoressa Ester Capuzzo, docente di Storia Contemporanea all'Università "La Sapienza" di Roma e il dottor Antonio Ballarin, presidente della Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati.
      La riflessione su queste pagine importanti della nostra storia si terrà nella Sala Zuccari a Palazzo Giustiniani. Nel corso dell'incontro verranno proiettate alcune scene del film "Red Land (Rosso Istria)" di Maximiliano Hernando Bruno che l'8 febbraio verrà trasmesso in prima serata da Raitre. L'estratto del filmato riguarda l'ultima fase del martirio di Norma Cossetto e rievoca le atroci violenze subite dalle popolazioni istriane dopo l'8 settembre 1943.
      Il Presidente Casellati ricorderà le vittime delle foibe e l'esodo di istriani, fiumani e dalmati italiani costretti a lasciare le proprie case durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale.

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro oggi per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it
      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti.
      Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Giustiniani.

      Sabato 2 febbraio nell'Aula del Senato il concerto della JuniOrchestra aperto ai cittadini

      È il primo degli appuntamenti culturali previsti dal programma "Senato &' Cultura" a Palazzo Madama

      Sabato 2 febbraio parte il ciclo di eventi "Senato &' Cultura" ideato sulla base di un protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane.

      Palazzo Madama sarà aperto al pubblico e i cittadini potranno assistere nell'aula del Senato a un concerto della "JuniOrchestra", l'orchestra di giovani musicisti dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. La Direzione sarà affidata a Simone Genuini ed è prevista la partecipazione straordinaria del maestro Salvatore Accardo.

      All'evento, che si aprirà con un saluto del Presidente del Senato Elisabetta Casellati, interverranno anche l'attore Alessio Boni e gli altri giovani protagonisti di "La Compagnia del Cigno". Si tratta della fiction che la Rai ha dedicato a giovani talenti della musica.

      Le iniziative culturali del programma "Senato &' Cultura" si ripeteranno tra le ore 11 e le 12 di ogni primo sabato del mese in occasione delle tradizionali aperture al pubblico di Palazzo Madama.
      Una scelta compiuta per volontà del Presidente del Senato Elisabetta Casellati con l'obiettivo di mettere ulteriormente a frutto le potenzialità di utilizzare Palazzo Madama anche come risorsa culturale. Un modo per rendere i cittadini sempre più vicini alle istituzioni.
      Il progetto sarà realizzato in collaborazione con Rai Cultura.

      Modalità di ingresso »

      MODALITÀ DI ACCREDITO STAMPA ALL'EVENTO
      Le richieste di accredito da parte dei giornalisti dovranno essere inviate entro oggi per mail all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it
      Le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Per i giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare è necessario indicare il numero di tesserino dell'Ordine dei Giornalisti.
      Entrata dall'ingresso principale di Palazzo Madama.

      Sabato 2 febbraio nell'Aula del Senato il concerto della JuniOrchestra aperto ai cittadini

      È il primo degli appuntamenti culturali previsti dal programma "Senato &' Cultura" a Palazzo Madama

      Sabato 2 febbraio parte il ciclo di eventi "Senato &' Cultura" ideato sulla base di un protocollo d'intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane.
      Palazzo Madama sarà aperto al pubblico e i cittadini potranno assistere nell'aula del Senato a un concerto della "JuniOrchestra", l'orchestra di giovani musicisti dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. La Direzione sarà affidata a Simone Genuini ed è prevista la partecipazione straordinaria del maestro Salvatore Accardo.
      All'evento, che si aprirà con un saluto del Presidente del Senato Elisabetta Casellati, interverranno anche l'attore Alessio Boni e gli altri giovani protagonisti di "La Compagnia del Cigno". Si tratta della fiction che la Rai ha dedicato a giovani talenti della musica.
      Le iniziative culturali del programma "Senato &' Cultura" si ripeteranno tra le ore 11 e le 12 di ogni primo sabato del mese in occasione delle tradizionali aperture al pubblico di Palazzo Madama.
      Una scelta compiuta per volontà del Presidente del Senato Elisabetta Casellati con l'obiettivo di mettere ulteriormente a frutto la potenzialità di utilizzare Palazzo Madama anche come risorsa culturale. Un modo per rendere i cittadini sempre più vicini alle istituzioni.

      Modalità di ingresso »

      Il Presidente del Senato in Russia: "Nel contesto internazionale importanti divergenze, ma in passato superate divergenze ben maggiori".

      Nel corso di una visita che prevede appuntamenti istituzionali e culturali, il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha preso la parola oggi a Mosca nel Consiglio della Federazione Russa ed è stata ricevuta nella Duma di Stato.
      Primo Presidente del Senato e primo rappresentante istituzionale italiano a intervenire nella seduta plenaria del Consiglio della Federazione, la Camera alta nel sistema russo, il Presidente Casellati ha affermato che in Italia è largamente diffusa tra le forze politiche "la convinzione della necessità di un rapporto più costruttivo fra l'Unione Europea e l'Alleanza Atlantica da un lato e la Federazione Russa dall'altro nonché del ripristino delle condizioni che consentano il superamento di un sistema sanzionatorio dannoso per entrambe le parti".
      In una dichiarazione ai giornalisti nella sede del Consiglio, il Presidente Casellati ha sottolineato che questo obiettivo richiede dialogo e azioni costruttive da entrambe le parti, presupposti essenziali per riattivare lo spirito dell'accordo tra Nato e Russia raggiunto nel 2002 a Pratica di Mare : "Non possiamo negare che il contesto internazionale negli ultimi anni abbia registrato importanti divergenze che hanno avuto ripercussioni anche sulle relazioni con la Russia. Voglio però ricordare come in passato sia stato possibile superare differenze ben maggiori. Quest'anno ricorre il trentesimo anniversario della caduta del muro di Berlino. Dobbiamo recuperare quel senso di fiducia e aspettativa ottimistica per un futuro di conciliazione e pace che caratterizzava quegli anni".

      Il Presidente del Senato in visita ufficiale a Mosca

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati andrà oggi a Mosca per una visita ufficiale che prevede alcuni appuntamenti istituzionali e culturali.
      Ad accogliere il Presidente Casellati, all'arrivo nella capitale della Federazione russa nel pomeriggio, sarà il Presidente del gruppo di cooperazione tra il Consiglio della Federazione e il Senato Yuri Nikolaevich Volkov.
      Mercoledì 30 il Presidente Casellati parlerà davanti al Consiglio della Federazione Russa riunito in seduta plenaria, preceduta da un intervento del Presidente dell'organismo Valentina Matvienko.
      Nella stessa mattina di mercoledì, il Presidente Casellati si recherà anche alla Duma di Stato e sarà ricevuta dal Presidente Vyachelasv Volodin.
      Nel pomeriggio, presso il Palazzo del Consiglio Federale, il Presidente Casellati e il Presidente del Consiglio della Federazione Russa Matvienko rilasceranno una dichiarazione congiunta alla stampa.
      Il giorno seguente, il Presidente Casellati visiterà la Scuola italiana "Italo Calvino" nella quale terrà un discorso di saluto nell'Auditorium davanti ai docenti, studenti e genitori.
      La visita a Mosca proseguirà, nella giornata di giovedì 31, con due appuntamenti culturali: l'inaugurazione della mostra di pittura sul primo Seicento italiano "Artemisia Gentileschi e i suoi contemporanei" nel Museo Pushkin e, in serata, la presenza al Teatro Bolshoi per assistere alla rappresentazione dell'Opera "La Dama di Picche", di Pëtr Il'iè Èajkovskij.
      La missione in Russia del Presidente del Senato si concluderà venerdì 1 febbraio con una visita al Cremlino e, successivamente, con la consegna dell'onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine della Stella d'Italia al Maestro Valerji Gergiev. Alla cerimonia parteciperanno rappresentanti della comunità italiana in Russia.

      Giorno della Memoria. Casellati: "L'antisemitismo è tuttora un mostro che si nutre di pregiudizi e falsità"

      Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha avuto oggi un colloquio telefonico con il Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni.
      Nel corso della conversazione il Presidente del Senato si è informato sull'andamento delle manifestazioni e dei dibattiti che si sono svolti e che si svolgeranno per il Giorno della Memoria.

      "Le persecuzioni degli ebrei costituiscono ingiustizie e crudeltà che non possono trovare alcuna giustificazione. Abbiamo il dovere di non dimenticarle e di far conoscere alle nuove generazioni quanti dolori, soprusi e terribili violenze fisiche e morali sono costati i germi della discriminazione verso gli ebrei, anche verso gli ebrei italiani", ha detto il Presidente Casellati.
      "L'antisemitismo - ha affermato - è tuttora un mostro che si nutre di pregiudizi velenosi e di falsificazioni presentate come verità. Va respinto sempre e comunque. Le leggi razziali volute dal fascismo, la Shoah e i campi di sterminio nazisti che portarono alla morte di quasi sei milioni di persone non dovranno ripetersi. Non dovranno ripetersi mai più e contro chiunque. Abbiamo il dovere di ricordarlo. Ringrazio le Comunità Ebraiche Italiane per quanto fanno a questo scopo e confermo il mio impegno a essere al loro fianco. Un mio pensiero va anche ai sopravvissuti. Rivolgo in particolare i miei ringraziamenti a Liliana Segre, senatrice dalla quale riceviamo insegnamenti su come evitare il ripetersi di quell'orrore che colpì le persone a lei care e lei stessa".

      Mercoledì scorso il Presidente Casellati aveva presentato al Senato "Figli del destino", documentario su una delle più gravi e inaccettabili tragedie della storia dell'umanità descritta partendo dal punto di vista di alcuni bambini di allora.

      Scomparsa Giuseppe Zamberletti: il cordoglio del Presidente Casellati

      "Esprimo il dolore mio e dell'Istituzione che rappresento per la scomparsa di Giuseppe Zamberletti, personalità di capacità e autorevolezza che nella sua attività di senatore, deputato e uomo di governo seppe ricavare dalle emergenze progetti e politiche di notevole utilità per l'Italia intera. Ebbe l'obiettivo di ridurre i danni causati al nostro Paese da calamità naturali ed errori e incuria dell'uomo. Lo perseguì con ingegno, competenza e perseveranza ammirevoli".

      "L'azione di Zamberletti per la Protezione Civile ha contribuito in maniera proficua alla crescita e alla maturazione della nostra comunità nazionale e delle sue strutture pubbliche. Ai famigliari, a quanti gli sono stati vicini e hanno collaborato con lui la vicinanza mia e del Senato della Repubblica". Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

      GIORNATA DELLA MEMORIA / CASELLATI: «RESPINGERE ODIO RAZZISTA, INDIFFERENZA E ANTISEMITISMO È UN DOVERE CHE ABBIAMO SEMPRE»

      «L'antisemitismo è un mostro che si nutre di pregiudizi velenosi e di falsificazioni presentate come verità. Va respinto sempre e comunque».

      Lo ha affermato oggi il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, in occasione della proiezione in anteprima a Palazzo Madama del docufilm sulle leggi razziali "Figli del Destino" che sarà trasmesso stasera alle 21,25 da Rai 1.

      «L'opera che abbiamo presentato oggi offre a tutti la possibilità di approfondire una delle più gravi e inaccettabili tragedie della storia dell'umanità, la Shoah. Conoscere ciò che è successo è un imperativo morale che, soprattutto grazie alle testimonianze di chi ha patito il male, deve essere il principale insegnamento per tutti noi, non solo per le nuove generazioni» ha aggiunto il Presidente Casellati.

      «La libertà, la democrazia e l'uguaglianza dei diritti - così ha concluso il Presidente del Senato - sono valori che non possiamo mai dare per scontati. Costituiscono il lascito di chi ci ha preceduto, saranno l'eredità da consegnare alle future generazioni. E il sapere e la conoscenza sono tra gli antidoti più efficaci all'odio e all'intolleranza».

      Giornata della Memoria. Domani al Senato l'anteprima di "Figli del destino"

      Il docufilm verrà proiettato alla presenza del Presidente del Senato, Elisabetta Casellati

      Domani 23 gennaio il Senato della Repubblica renderà omaggio alla "Giornata della Memoria" ospitando alle ore 15 nella Sala Koch di Palazzo Madama la proiezione in anteprima di "Figli del Destino".
      Il docufilm racconta - attraverso la voce narrante di Neri Marcorè - quattro storie di bambini italiani ebrei vittime dell'orrore e della vergogna delle leggi razziali.
      Storie diverse, dal Nord al Sud dell'Italia, accomunate dal triste destino dei piccoli protagonisti: Liliana Segre, Lia Levi, Tullio Foà e Guido Cava.

      Alla proiezione della docu-fiction, realizzata da Red-Film in collaborazione con Rai Fiction, parteciperà il Presidente del Senato Elisabetta Casellati e saranno presenti il Vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni, il Presidente della Rai Marcello Foa, il Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, il Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni, il direttore di Rai Uno Teresa De Santis, il direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta, il produttore Red Film Mario Rossini e i registi Francesco Miccichè e Marco Spagnoli.
      Prima della messa in onda di "Figli del Destino", il Presidente Casellati porgerà un breve saluto, al quale seguiranno quello del Presidente Rai Foa e la proiezione di un videomessaggio della senatrice Liliana Segre.

      Lavoro / Casellati: «Più opportunità per i giovani in Italia, ma le esperienze all’estero sono utili»

      «È indispensabile moltiplicare le opportunità per giovani in Italia, ma le esperienze all'estero sono utili». Lo ha detto il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, intervenendo al convegno "Italiani residenti in Europa: indagini sul presente" tenutosi oggi pomeriggio a Palazzo Madama.
      Durante l'incontro, promosso dal senatore Raffaele Fantetti, il Presidente Casellati ha fatto presente che lo scorso anno sono espatriati quasi 130mila Italiani, con un aumento di oltre il 3% rispetto al 2016.
      «La classe d'età più coinvolta è quella dei giovani tra i 18 e i 34 anni, a conferma del fatto che sono purtroppo le persone anagraficamente più promettenti e più in grado di guidare l'Italia a una svolta positiva a lasciare il Paese», ha aggiunto il Presidente, sottolineando che molti degli espatri riguardano diplomati e laureati.
      «Tutti noi ci sentiamo sotto scacco quando leggiamo dei talenti italiani costretti ad emigrare perché il contesto non è in grado di offrire loro abbastanza» ha continuato il Presidente esortando le istituzioni a «moltiplicare le opportunità e sostenere nuovi progetti».
      «Tuttavia - ha proseguito - non possiamo dimenticare che le esperienze di mobilità, particolarmente in epoca di globalizzazione, sono sicuramente esperienze di scambio e di crescita individuale».
      Secondo il Presidente Casellati occorre rafforzare il senso di appartenenza dei giovani italiani all'estero alla comunità del nostro Paese e favorire la possibilità che investano anche in Italia le competenze maturate.

      Il Senato e la Rai insieme per promuovere a Palazzo Madama il patrimonio culturale italiano

      Lunedì 21 gennaio, ore 12.30
      Sala Caduti di Nassirya,
      Senato della Repubblica

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e il Presidente della Rai, Marcello Foa, illustreranno ai giornalisti il programma delle iniziative culturali previste dal Protocollo d'intesa siglato a dicembre scorso tra il Senato della Repubblica e la Rai e che verranno realizzate, nel corso di tutto il 2019, con l'apporto di RAICULTURA e delle direzioni Rai.

      La collaborazione Senato-Rai, finalizzata a promuovere il patrimonio culturale italiano in tutte le sue svariate declinazioni, si articolerà su un ciclo di eventi organizzati e proposti nell'ambito dell'iniziativa che prevede l'apertura al pubblico del Palazzo del Senato ogni primo sabato del mese tra le 11.30 e le 12.30.

      Nota per le Segreterie di Redazione
      Le richieste di accredito vanno inviate per email all'indirizzo: accrediti.stampa@senato.it; le richieste di fotografi e operatori radio-tv devono contenere i dati anagrafici completi e gli estremi del documento d'identità. Le richieste dei giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare devono indicare il numero del tesserino dell'Ordine. Entrata dall'ingresso principale di Piazza Madama 11.

      Nomina del Capo Ufficio Stampa del Presidente

      Nell'ambito della ristrutturazione dell'Ufficio Stampa resasi necessaria a seguito delle dimissioni del Professor Antonio Bettanini, il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha provveduto alla nomina del Dottor Maurizio Caprara.

      Il Dottor Caprara assumerà il ruolo di Capo Ufficio Stampa del Presidente del Senato e si avvarrà della collaborazione di Francesco Condoluci, in forza all'Ufficio Stampa della Presidenza del Senato già dall'ottobre scorso.

      INAUGURAZIONE MOSTRA FOTOGRAFICA SU ANDREOTTI

      «Giulio Andreotti è stato uno strenuo difensore della centralità del Parlamento nella democrazia rappresentativa».
      «Tutta la sua attività politica è stata rivolta a valorizzare il sistema bicamerale e in maniera particolare il Senato della Repubblica».
      Lo ha affermato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, inaugurando la mostra fotografica allestita in occasione del centenario della nascita di Andreotti, che ne ripercorre tutta la vita pubblica e politica.
      «Nella sua intensa attività istituzionale ha incarnato appieno gli ideali del cattolicesimo politico di cui oggi viene ricordato come uno degli esponenti di spicco».
      «Attraverso un impegno quotidiano esemplare nei lavori parlamentari, ci ha lasciato un grande esempio di rispetto e dedizione per le istituzioni» ha concluso la seconda carica dello Stato.

      Il Presidente Alberti Casellati è stato ricevuto da Papa Francesco

      Questa mattina il Santo Padre ha ricevuto il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.
      L'udienza si è svolta nella Biblioteca Privata del Palazzo Apostolico ed è durata un'ora.
      Il Presidente, che era accompagnato dal consorte avv. Giambattista Casellati, ha fatto dono a Papa Francesco di due testi: "Le origini di Padova" edito nel 1625 e "Vita e miracoli di Sant'Antonio di Padova", espressione della tradizione religiosa popolare e opera non presente nella Biblioteca Apostolica Vaticana.

      Arresto Cesare Battisti: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Giustizia sia fatta". Così afferma il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, nel giorno dell'arresto di Cesare Battisti. "Esprimo soddisfazione per un risultato che chiude un capitolo vergognoso della stagione del terrorismo e rivolgo un pensiero ai familiari delle vittime dei suoi crimini che da 40 anni attendono giustizia".
      "Ora Battisti torni in Italia subito per scontare le sue colpe e pagare così il conto al Paese dove ha commesso le sue esecrabili gesta" conclude la seconda carica dello Stato.

      Casellati su Guido Quaranta: “Si è spenta la voce che ha raccontato la parte piu’ umana del Palazzo”

      "Oggi è scomparso uno dei più illustri e brillanti narratori della vita politica e parlamentare del nostro Paese, una penna graffiante che ha saputo raccontare per più di mezzo secolo, senza nessun timore ma sempre con grande rispetto per le istituzioni, la vita e i retroscena del Palazzo e anche l'aspetto umano dei suoi protagonisti".
      "Guido Quaranta è stato un maestro di giornalismo per intere generazioni di cronisti parlamentari, un esempio da ricordare per le intuizioni, lo stile di scrittura, la professionalità: alla famiglia va il mio personale cordoglio".
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ricordando la figura del giornalista dell'Espresso scomparso stamattina.

      Senato: sabato 12 gennaio aperto al pubblico

      Primo appuntamento del 2019

      Sabato 12 gennaio, primo appuntamento del 2019, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle ore 10 alle ore 18. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle ore 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android e iOS.

      Premio Giustolisi: conclusione lunedì 14 in Sala Koch. Interviene la Vice Presidente del Senato Anna Rossomando

      La Vice Presidente Anna Rossomando rappresenterà il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, all'incontro per la conclusione del "Premio Franco Giustolisi - Giustizia e Verità" che si svolgerà a Palazzo Madama lunedì 14 gennaio, a partire dalle ore 15.
      L'edizione 2018 del Premio è dedicata ai 33 martiri di Capistrello, il comune abruzzese teatro di uno dei crimini più feroci compiuti in Italia dai nazi-fascisti nel 1944.
      L'incontro sarà ospitato in Sala Koch e trasmesso in diretta streaming dalla Webtv e dal canale YouTube del Senato.

      6 gennaio 2019, Casellati ricorda Piersanti Mattarella: "Morto per seguire la propria coscienza di uomo perbene"

      «Trentanove anni fa, la mano assassina di Cosa Nostra colpiva a morte Piersanti Mattarella. Un uomo con la schiena dritta, che ha pagato con la vita il coraggio di sfidare la mafia semplicemente per seguire la propria coscienza di persona onesta».

      «Nella politica, nelle istituzioni, come nella società civile, il nostro Paese ha più che mai bisogno di persone perbene che lottino per una società più giusta, più sicura, più libera, senza nascondersi e rifuggendo dall'indifferenza e dall'egoismo. Anche a distanza di decenni, Piersanti Mattarella, in questo senso, resta un esempio tragicamente illuminante».

      Lo ha dichiarato il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ricordando il presidente della Regione Siciliana assassinato in Sicilia da Cosa Nostra il 6 gennaio del 1980.

      Afghanistan: dichiarazione del Presidente del Senato

      "L'attacco subito oggi dai nostri militari, a circa 20 chilometri da Herat, mentre era in corso un'attività addestrativa, mostra come l'Afghanistan sia ancora un focolaio di tensioni assai distante da una sua stabilizzazione. E mostra quanto sia preziosa, ancora una volta, la presenza dei nostri soldati di pace; donne e uomini che svolgono il loro impegno con grande professionalità ed umanità rendendo onore all'Italia". Così commenta il Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati la notizia giunta da Herat e conclude: "A loro va la mia vicinanza e insieme la nostra gratitudine "

      Messaggio di fine anno del Capo dello Stato: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      "Le parole del Presidente Mattarella, con la forza della loro sobrietà e assieme della loro fermezza, ci richiamano sulla strada maestra che la democrazia deve seguire: una strada fatta di unità, condivisione, giustizia, sicurezza, tolleranza, equità". E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
      "Ho molto apprezzato i riferimenti ad alcune grandi espressioni dell'italianità più autentica e cioè il mondo del nostro volontariato che non ha pari e che va supportato con ogni mezzo, e poi gli 'eroi della quotidianità': Carabinieri, Polizia, Forze Armate, Vigili del Fuoco. Concordo anche con i moniti sulle criticità che il Paese deve affrontare e risolvere: dal lavoro all'elevato debito pubblico, dalla ricostruzione dei territori colpiti da devastazioni naturali alla necessità di mettere più impegno e più fiducia nell'Europa che vorremmo".

      "Io credo - conclude il Presidente del Senato - che in qualunque direzione possa andare il futuro, l'Italia, gli italiani ci vogliono andare seguendo la rotta, ferma e lungimirante, di quelle istituzioni che dall'Unità d'Italia ci hanno condotto fino a qui".

      Sisma nel Catanese: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      "In questi che dovrebbero essere giorni di festa, il primo pensiero è di vicinanza alle persone rimaste coinvolte nel sisma che ha colpito la zona del Catanese e, subito dopo, per i soccorritori che, come sempre, stanno dando prova di coraggio e dedizione". Lo afferma il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
      "Ma questo grave evento ci ricorda ancora una volta che l'Italia sotto il profilo sismico, vulcanico e idrogeologico, vive in uno stato di pericolo permanente".
      "Il varo di un piano straordinario per la messa in sicurezza delle aree a rischio, non è più rinviabile: si faccia presto, si faccia subito. Ogni giorno che passa - conclude il Presidente Alberti Casellati - aumenta la probabilità di dover piangere altri morti e altre distruzioni".

      Visita del Presidente Alberti Casellati al Contingente italiano della missione UNIFIL in Libano

      Atterrato all'aeroporto Rafic Ariri di Beirut, alle 11 ora locale, il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha trovato ad accoglierlo l'Ambasciatore italiano Massimo Marotti ed il Comandante delle Forze Unifil, gen. Stefano Del Col. Di lì a breve il decollo dell'elicottero che in mezz'ora ha portato la seconda carica dello Stato a Shama, alla base di Sector West. Qui ad accogliere il Presidente Casellati era il gen. Diodato Abagnara, Comandante della base. A seguire onori militari, a reparti schierati, e la deposizione di una corona in ricordo dei militari caduti. La visita del Presidente Casellati, che è accompagnato dal Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, proseguirà poi con un indirizzo di saluto alla presenza di circa 300 militari italiani.

      PRESIDENTE CASELLATI IN VISITA ALL'OSPEDALE BAMBINO GESÙ: «LA FORZA CON CUI I BAMBINI AFFRONTANO LA MALATTIA CI TRASMETTE SPERANZA»

      «Ogni volta che aiutiamo e stiamo vicini a questi bambini riceviamo in cambio molto di più di quello che diamo».
      «Stare con loro è sempre un'occasione di grande gioia. Ci sono impegni importanti in questi giorni, ma non potevo perdere quest'occasione».
      «I loro sorrisi, la loro serenità, la loro gioia, la forza straordinaria con cui ogni giorno affrontano le difficoltà, ci trasmettono speranza».
      «Ma la mia presenza qui oggi è anche per testimoniare i livelli di eccellenza che ha raggiunto il Bambino Gesù: un vero ospedale a misura di bambino, una grande famiglia, una struttura meravigliosa contraddistinta non solo dalla professionalità ma da grande umanità».
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, durante la visita di oggi pomeriggio all'Ospedale Bambino Gesù, rivolgendosi ai bambini e alle famiglie presenti e porgendo gli auguri di buon Natale anche al personale e ai volontari. Il Presidente Casellati ha fatto dono della campanella simbolo del Senato alla Presidente del Bambino Gesù, Mariella Enoc, la quale ha annunciato che «verrà suonata tutte le volte che un bambino guarito lascerà l'ospedale».

      Visita del Presidente Casellati alla Casa Circondariale femminile di Rebibbia

      "Ho ritenuto importante, in occasione del Natale, venire a condividere un momento significativo con persone che vivono situazioni di difficoltà. Personalmente sono molto felice di incontrare e trascorrere un po' di tempo con alcune detenute e i loro bambini".
      E' quanto ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nel corso della sua visita alla Casa Circondariale femminile di Rebibbia.
      "Ho scelto di visitare il carcere di Rebibbia e più tardi sarò all'Ospedale Bambino Gesù. Credo che le istituzioni devono dare risposte e supporto concreto a coloro che vivono situazioni di disagio e fragilità. Sono convinta - conclude il Presidente Casellati - che il carcere debba favorire percorsi di riabilitazione e possa sempre più aprirsi all'esterno e garantire realmente le relazioni affettive che costruiscono la persona e aiutano anche la rieducazione".

      Esequie solenni di Antonio Megalizzi: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Impegni istituzionali mi trattengono a Roma ma il mio pensiero, anche a distanza, in questo momento di dolore è rivolto a onorare la memoria di Antonio Megalizzi e a esprimere il mio cordoglio alla famiglia". E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Antitrust: oggi alle 12,30 a Palazzo Madama le comunicazioni dei Presidenti Casellati e Fico

      Oggi alle 12,30 a Palazzo Madama, in Sala Caduti di Nassirya, avranno luogo le comunicazioni del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e del Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, sull'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, in relazione a quanto previsto dalla legge 10 ottobre 1990 n. 287.

      Domani il Presidente Casellati incontra la Stampa Parlamentare

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, incontrerà i giornalisti della Stampa Parlamentare domani, martedì 18 dicembre, alle ore 12 a Palazzo Giustiniani per il tradizionale scambio di auguri in occasione delle festività di fine anno.
      L'incontro sarà trasmesso in diretta dal canale satellitare, dalla Webtv e dal canale YouTube del Senato.


      Nota per le segreterie di redazione

      Le richieste di accredito vanno inviate per e-mail all'indirizzo accrediti.stampa@senato.it; per fotografi e operatori radio-tv le richieste devono contenere i dati anagrafici completi, gli estremi del documento di identità, l'indicazione della testata di riferimento. Le richieste dei giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare devono indicare il numero del tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. L'ingresso a Palazzo Giustiniani avverrà da via della Dogana Vecchia 29.

      Messaggio augurale del Presidente Casellati al Sommo Pontefice

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha oggi indirizzato al Santo Padre - per il tramite di Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità - un messaggio augurale che così recita:
      " In occasione della ricorrenza del genetliaco del Sommo Pontefice prego Vostra Eminenza di far giungere al Santo Padre le più sentite espressioni augurali.
      In questa ricorrenza, a nome anche dell'Assemblea di Palazzo Madama, vorrei rinnovare a Sua Santità, con deferente gratitudine, sentimenti di profonda riconoscenza per la coerenza e l'instancabile coraggio con cui quotidianamente interpreta il Suo magistero, autentica testimonianza di pace, speranza, fratellanza e giustizia".

      Concerto di Natale nell'Aula del Senato - XXII edizione Presidente Casellati: "Omaggio all'italianità"

      Il 70° anniversario dall'entrata in vigore della Costituzione, i 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale, il 150° anniversario della scomparsa di Gioachino Rossini. Il Concerto di Natale nell'Aula del Senato, il primo della XVIII Legislatura, ha rappresentato innanzitutto "un omaggio al filo conduttore di questo straordinario percorso: l'italianità", come ha detto il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati. "Un valore assoluto, declinato in maniera universale attraverso l'Opera, da sempre principale forma di espressione della lingua e della cultura italiana. Promuovere l'italianità - ha detto il Presidente Casellati nel suo breve saluto, rivolgendosi al Presidente della Repubblica Mattarella presente in Aula e facendo gli auguri a tutti gli italiani in ascolto su Rai 1 - significa riconoscerne l'unicità, tramandarla e metterla a disposizione di tutti, a partire dalle nuove generazioni".

      "Nuove generazioni" che erano rappresentate oggi a Palazzo Madama - importante novità nella tradizione dell'evento giunto alla XXII edizione - dalle atlete e dagli atleti azzurri che hanno portato il Tricolore sul podio olimpico e di importanti competizioni sportive nel corso degli ultimi anni.

      Dopo l'inno nazionale "Fratelli d'Italia" e l'inno europeo, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai - diretta dal Maestro Fabio Luisi, con la partecipazione del Soprano Ekaterina Bakanova - ha eseguito brani da opere di Gioachino Rossini (Il signor Bruschino, La Cenerentola, Il barbiere di Siviglia), Wolfgang Amadeus Mozart (Exsultate, jubilate, KV 165) Pietro Mascagni (Cavalleria rusticana), Giuseppe Verdi (Otello).

      In Aula, oltre al Capo dello Stato, erano presenti il Segretario di Stato di Sua Santità Cardinale Pietro Parolin, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, il Presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, il Prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi Cardinale Giovanni Battista Re, la Vice Presidente della Camera dei deputati, Maria Edera Spadoni, il Senatore Questore Antonio De Poli. Al termine del Concerto, le autorità hanno incontrato gli artisti in Sala Pannini.

      Milly Carlucci ha condotto la diretta di Rai 1. L'organizzazione è stata curata da Rai Cultura.

      L'incasso della vendita dei biglietti sarà devoluto in beneficenza.

      Prima del Concerto, il Capo dello Stato e il Presidente del Senato hanno potuto ammirare, in una sala attigua all'Aula, quattro presepi allestiti per l'occasione: una Natività realizzata con sabbia proveniente da Jesolo, opera dell'artista Ilya Filimontsev, il Presepe realizzato da maestri e ragazzi dell'Istituto penale per minorenni di Nisida, una Natività in stile '700 napoletano realizzata dal Maestro Marco Ferrigno di Napoli, il Presepe realizzato dal Maestro Raffaele Bosello (per concessione dell'Associazione Italiana Amici del Presepio).

      Concerto di Natale nell'Aula del Senato: Presidente Casellati invita campioni dello sport nazionale

      L'italianità è il filo conduttore del Concerto di Natale nell'Aula del Senato in programma domani, domenica 16 dicembre. Saranno presenti le atlete e gli atleti azzurri che hanno portato il Tricolore sul podio olimpico e che il Presidente Casellati ha voluto per la prima volta a Palazzo Madama in occasione del Concerto. A scorrere l'elenco, molti e prestigiosi nomi dello sport nazionale:

      1. Alessandra Sensini, Vice Presidente del CONI e Campionessa Olimpica di windsurf

      2. Elisa Di Francisca, fiorettista, Campionessa Olimpica a Londra 2012 (sia individuale che a squadre), medaglia d'Argento ai Giochi Olimpici di Rio 2016, sette volte Campionessa Mondiale

      3. Fabrizio Donato, Triplista e lunghista, medaglia di Bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012

      4. Margherita Granbassi, fiorettista, due medaglie di Bronzo ai Giochi Olimpici di Pechino (individuale e a squadre) e Campionessa del Mondo nel 2006

      5. Daniele Lupo, medaglia d'Argento alle Olimpiadi di Rio di Beach Volleyball

      6. Elios Manzi, Judoka, medaglia di Bronzo agli Europei nel 2016

      7. Annamaria Marasi, capitano della Nazionale Italiana di Pallavolo, vincitrice di due Champions League

      8. Antonella Palmisano, marciatrice, medaglia di Bronzo ai Mondiali di Londra 2017

      9. Giampiero Pastore, schermidore, medaglia di Bronzo ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 e medaglia d'Argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004

      10. Gabriele Rossetti, tiratore a volo, Campione Olimpico a Rio 2016

      11. Jessica Rossi, tiratrice a volo, Campionessa Olimpica a Londra 2012

      12. Silvia Salis, martellista vincitrice di dieci titoli italiani e medaglia d'Oro ai Giochi del Mediterraneo

      13. Alice Volpi, schermitrice, Campionessa Mondiale nel 2018

      Scomparsa Antonio Megalizzi: dichiarazione del Presidente del Senato

      "La scomparsa del giornalista Antonio Megalizzi ci colpisce e ci addolora fortemente.
      Un pensiero commosso alla famiglia per questa tragedia che si è consumata a Strasburgo".
      Lo ha dichiarato il presidente del Senato, Alberti Casellati, interrompendo il suo intervento all'Università Federico II di Napoli.
      "Oggi è una giornata di lutto per il nostro Paese, per il mondo del giornalismo, per l'Europa, per la democrazia. La sua memoria potrà essere onorata solo lottando affinché pace e giustizia prevalgano sulla violenza e la sopraffazione" ha concluso.

      Strasburgo: dichiarazione Presidente Casellati

      "Ancora sangue nel cuore dell'Europa. Ancora vittime innocenti in nome della violenza cieca che prevale sulla ragione. L'Europa oggi ha bisogno più che mai di riaffermare gli ideali di libertà, di pace e giustizia che ne rappresentano gli elementi fondativi, contro la barbarie e la violenza che invece vorrebbero minarne le fondamenta. Un pensiero accorato al nostro connazionale Antonio Megalizzi , alle famiglie delle vittime, ai feriti, e a chi ha pagato con la vita la follia del fanatismo, al popolo francese che ancora paga questo tributo di sangue". Così dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      FIRMA DEL PROTOCOLLO RAI-SENATO CASELLATI: «Così apriamo le porte di Palazzo Madama: sarà il palazzo di tutti gli italiani»

      «Questa convenzione con la Rai segna un momento importante e un nuovo inizio che vedrà il Senato diventare sempre di più "la casa della cultura" degli italiani».
      Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, a commento della firma apposta assieme all'A.d. della Rai, Fabrizio Salini - alla presenza del Presidente Marcello Foa - sul protocollo d'intesa Rai-Senato che impegna le due istituzioni a diffondere la conoscenza del patrimonio culturale nazionale.
      «L'alleanza con la Rai darà visibilità e grande diffusione ad eventi, premi e produzioni speciali, finalizzati a valorizzare l'arte ma anche il "saper fare" e le migliori e più autentiche espressioni dell'italianità: questo è uno degli impegni che ho preso come Presidente del Senato» ha concluso.
      "È un onore per la Rai collaborare con il Senato della Repubblica nella diffusione della cultura in Italia, venendo così incontro alla vocazione del servizio pubblico Rai e al desiderio del Presidente Alberti Casellati di fare del Senato una casa aperta e un patrimonio condiviso per tutti i cittadini italiani", ha dichiarato il Presidente della Rai, Marcello Foa.
      "E' una Convenzione in linea con la mission del servizio pubblico: la Rai è chiamata ad un suo ruolo fondamentale, rafforzare il rapporto tra cittadini e istituzioni e valorizzare e diffondere la conoscenza del patrimonio culturale e le sue eccellenze. La Rai metterà a disposizione le sue risorse e la sua capacità tecnologica per adempiere a questo compito", ha affermato l'A.d. Rai, Fabrizio Salini.

      Senato: Concerto di Natale aperto ai cittadini

      Il Concerto di Natale nell'Aula del Senato è aperto ai cittadini. L'intero incasso sarà devoluto in beneficenza.
      L'appuntamento è per domenica 16 dicembre, a partire dalle ore 12, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
      Dopo l'inno nazionale "Fratelli d'Italia" e l'inno europeo, il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, prenderà la parola per un breve indirizzo di saluto.
      L'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta dal Maestro Fabio Luisi e con la partecipazione del Soprano Ekaterina Bakanova, eseguirà brani di Gioachino Rossini, Pietro Mascagni, Giuseppe Verdi e Wolfgang Amadeus Mozart.
      Milly Carlucci condurrà la diretta di Rai 1.
      Per acquistare i biglietti è possibile chiamare i numeri 06.6706.5618 oppure 06.6706.5619, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 17, fino a venerdì 14. Il prezzo dei biglietti è di 100 euro per i posti in Aula e 50 euro per quelli in Tribuna.

      Il Forum delle Associazioni Familiari in Senato. Casellati: «Senza nuovi nati, Italia paese senza futuro»

      «Il crollo delle nascite in Italia è un vero dramma epocale, con gravissime ripercussioni sul piano economico e sociale».
      «Senza nuovi nati, il rischio è che l'Italia rimanga incollata ad un eterno presente. Le istituzioni hanno il dovere di offrire tutto il supporto possibile affinché gli italiani possano ritrovare il coraggio di coltivare il futuro di questo Paese».
      Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, nel corso dell'incontro tenutosi a Palazzo Madama con il Presidente nazionale del Forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo.
      «Sollecitare un piano strutturale di interventi a sostegno della natalità e della famiglia sarà una delle priorità del mio mandato. Con il Presidente del Forum Associazioni Familiari, De Palo, abbiamo pensato di promuovere delle iniziative congiunte attraverso le quali portare alle famiglie italiane la mia vicinanza, la mia sensibilità e il mio personale impegno su questo fronte», ha concluso.

      Domenica 16 dicembre Concerto di Natale nell'Aula del Senato

      L'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta dal Maestro Fabio Luisi, con la partecipazione del Soprano Ekaterina Bakanova, saranno i protagonisti della XXII edizione del Concerto di Natale nell'Aula del Senato. L'appuntamento è per domenica 16 dicembre, alle ore 12, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in diretta su Rai 1.
      Dopo l'inno nazionale "Fratelli d'Italia" e l'inno europeo, il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, prenderà la parola per un breve indirizzo di saluto.

      «Questo Concerto di Natale, il primo della XVIII legislatura - ha anticipato il presidente Casellati - sarà un omaggio all'italianità: un valore assoluto, declinato in maniera universale attraverso l'Opera, da sempre principale forma di espressione della lingua e della cultura italiana».

      In programma brani da opere di Gioachino Rossini, Pietro Mascagni, Giuseppe Verdi e Wolfgang Amadeus Mozart.
      Milly Carlucci condurrà la diretta di Rai 1.
      Al termine del Concerto, è previsto uno scambio di auguri tra le autorità dello Stato e gli artisti nella Sala Pannini di Palazzo Madama.

      Il Concerto è aperto ai cittadini. Chi vuole acquistare i biglietti può chiamare il numero 06.6706.5618 oppure 06.6706.5619, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 17, da martedì 11 dicembre fino a venerdì 14. Il prezzo dei biglietti è di 100 euro per i posti in Aula e 50 euro per quelli in Tribuna.

      Come è tradizione, l'intero incasso sarà devoluto in beneficenza. L'esibizione degli artisti è a titolo gratuito.

      Furto pietre di inciampo: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Il furto delle pietre di inciampo, rubate nel quartiere Monti e dedicate alle famiglie Di Castro e Di Consiglio, è il segnale preoccupante di una nuova barbarie. Un atto scellerato contro la testimonianza e la memoria della ferocia umana conosciuta dal popolo ebraico e dalla sua comunità romana a cui vanno la solidarietà mia e del Senato. Una solidarietà che conosce, proprio in questa giornata, la celebrazione dei diritti umani e delle libertà, prima tra tutte quella dall'oppressione. Dobbiamo ricostruire subito il percorso delle pietre perché nessuno si senta in diritto di cancellare ciò che è scritto indelebilmente nelle nostre menti e nei nostri cuori". Così ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati in un messaggio indirizzato alla comunità ebraica.

      Casellati: "Diritti universali, per la piena affermazione decisivo investire sui giovani"

      Giornata dei diritti dell'uomo. Cerimonia di premiazione del concorso "Testimoni dei diritti"

      «Nel 70esimo anniversario della Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo, avere la conferma che nel nostro Paese crescono giovani così preparati e attenti, apre il cuore alla speranza di un domani migliore, più giusto, più equo, più rispettoso dei principi democratici».
      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, a commento della cerimonia di premiazione del concorso "Testimoni dei diritti" tenutasi oggi nell'Aula di Palazzo Madama.
      «Oggi al Senato abbiamo vissuto una giornata di straordinario valore simbolico. Sul tema cruciale dei diritti universali, i ragazzi premiati hanno dato prova di estrema sensibilità e grande passione. A dimostrazione che ogni investimento sulla conoscenza dei singoli è un'assicurazione sul futuro dell'umanità intera».
      «Per la piena ed effettiva affermazione dei principi sanciti dalla Dichiarazione del 1948, c'è ancora molta strada da fare. Ma l'obiettivo - ha concluso il Presidente del Senato - è alla portata se le istituzioni e la società continueranno a dialogare con i giovani, stimolandoli a tradurre quei valori universali nel vivere quotidiano».

      Il concorso "Testimoni dei diritti" è rivolto alle classi prime e seconde delle scuole secondarie di primo grado. Sono risultati vincitori, ex aequo:
      1. I.C. "Duilio Cambellotti" di Rocca Priora (Roma) con il progetto "Diritto alla cittadinanza"
      2. I.C. "E. Fermi" di Macerata, con il progetto "Non uccidere i miei sogni"
      3. I.C. "Giovanni XXIII" di Palagiano (Taranto), con il progetto "Mondo unito... Mondo amico"
      4. I.C. di Porto Viro (Rovigo), con il progetto "Viaggi e miraggi"

      Questi, invece, i progetti che sono stati giudicati meritevoli di menzione speciale:
      1. I.C.S. "Antonio de Curtis" di Aversa (Caserta), con il progetto "Il dono del sentire. Affettività e legalità"
      2. I.C. di Zevio (Verona), con il progetto "L'istruzione è la base dell'umanità e della civiltà"
      3. I. C. "P. Ramati" di Cerano (Novara), con il progetto "Il diritto di stare bene"
      4. I.C. "G. Galilei" di Pezze di Greco (Brindisi), con il progetto "Il coraggio senza confini... Diventare cittadini consapevoli a scuola"
      5. I.C. "Monsignor Saba" di Elmas (Cagliari), con il progetto "Non di solo pane..."

      Dichiarazione diritti dell'uomo. Casellati: "Bisogna far vivere i suoi principi, oggi sarò con i ragazzi, serve la loro passione"

      Nel giorno del 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il Presidente del Senato Elisabetta Casellati premierà i giovani partecipanti al concorso "Testimoni dei Diritti" nell'aula di Palazzo Madama, a partire dalle ore 15.15.

      "Il cammino per la piena attuazione dei diritti universali è ancora contrastato. Pensiamo alla libertà di pensiero, alla libertà religiosa, al diritto alla salute ed al diritto a vivere in pace nel proprio Paese. Occorre dare una nuova vita ai diritti universali. Serve la passione dei ragazzi e la loro intelligenza, il loro entusiasmo. Le istituzioni sono con loro, perché devono sostenere il percorso per la loro formazione per una cittadinanza forte e consapevole" ha dichiarato la seconda carica dello Stato anticipando i contenuti del discorso che rivolgerà ai ragazzi.

      Casellati: "Nel momento del bisogno, il grande cuore dei veneti non tradisce mai"

      Concerto di solidarietà al Teatro La Fenice

      "Quando il Veneto chiama, i veneti e Venezia rispondono con generosità. La folta partecipazione al "concerto solidale" al Teatro La Fenice è l'ennesima dimostrazione che i veneti si inginocchiano solo quando pregano".

      "Durante e dopo la terribile ondata di maltempo che ha messo a dura prova il territorio e le popolazioni, questa terra ha continuato e continua a reagire con coraggio e solidarietà. Un esempio per tutto il Paese, ma anche uno sprone allo Stato perché, sul dissesto idrogeologico, risponda una volta per tutte con misure strutturali di prevenzione e interventi solleciti di ricostruzione".

      "Da veneta, prima ancora che da Presidente del Senato, non potevo mancare a questa iniziativa di grande valore umano e concretezza, voluta dal sindaco Luigi Brugnaro e sostenuta dalla città e dal territorio metropolitano di Venezia, ai quali va il mio ringraziamento per la sensibilità dimostrata e un invito a continuare a fare fronte comune per il bene del Veneto".

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, a commento del concerto di beneficenza "Musica per le nostre montagne" al Teatro La Fenice di Venezia.

      Radio Radicale. Casellati: "Guai a spegnerne la voce"

      "Da oltre quarant'anni, dal lontano 1975, Radio Radicale è stata per noi un dono prezioso: la radio che sta "dentro, ma fuori dal palazzo" e che ha contribuito a formare generazioni di cittadini informati. Guai a spegnerne ora la voce assieme alle tante altre che compongono il mosaico plurale della nostra democrazia liberale".
      Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in una dichiarazione.

      Strage discoteca: dichiarazione del Presidente Casellati

      "Cinque ragazzi e una giovane mamma non ci sono più. Esprimo la mia reale vicinanza ai familiari delle sei vittime in questo momento di grave dolore. Auspico con forza che la magistratura faccia rapidamente il suo corso sì da accertare il prima possibile le responsabilità degli autori di questa immane tragedia".
      E' quanto ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Cinquantesimo anniversario della fondazione della Comunità Papa Giovanni XXIII: messaggio del Presidente Casellati

      "Cinquant'anni di solidarietà, di aiuto a chi è rimasto indietro, alle donne sfruttate, ai poveri, agli ultimi, in tutto il mondo, tutti i giorni. In occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione della Comunità Papa Giovanni XXIII, rivolgo ai religiosi, ai volontari e a tutti gli ospiti, anche a nome del Senato del Repubblica, i più affettuosi auguri e il mio grazie per tutto quello che hanno fatto, che fanno quotidianamente e che faranno in futuro".
      Lo dichiara il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, nella giornata in cui la Comunità Papa Giovanni XXIII festeggia a Rimini, alla presenza del Presidente della Repubblica, i 50 anni dalla sua fondazione.
      "Chi come me ha avuto il privilegio di conoscere Don Oreste Benzi e di collaborare con lui per provvedimenti a favore delle donne ridotte in schiavitù e per garantire un futuro dignitoso a chi nella vita aveva commesso degli errori, porterà sempre con sé un po' di quell'energia contagiosa e di quella visione che non conosceva ostacoli. Se oggi la sua comunità assiste in tutti gli angoli del mondo oltre 40 mila persone, con più di 200 case famiglie solo in Italia, comunità terapeutiche, centri di accoglienza, mense per i poveri, case di preghiera e presidi nelle aree di guerra, lo si deve proprio a quella capacità di contagiare gli altri con il bene, con il sorriso, con la spiritualità. Il progetto di Don Oreste, "essere famiglia con chi non ce l'ha", rende tutti noi migliori e offre a ogni essere umano una speranza, la speranza della vita".

      Rieti. Presidente Casellati: rivolgo un pensiero commosso alle vittime e alle loro famiglie

      "Rivolgo un pensiero commosso alle vittime dell'esplosione di Rieti e alle loro famiglie. E voglio esprimere tutta la mia vicinanza e riconoscenza al corpo dei Vigili del Fuoco: veri "eroi della quotidianità" sempre pronti a servire il Paese con professionalità, abnegazione e grande umanità". Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Cento anni della stampa parlamentare. Messaggio del Presidente del Senato

      Compie ormai quasi un quarto di secolo il libro che, per primo, ci ha offerto un'analisi rigorosa sull'informazione parlamentare nel nostro Paese.

      Il suo titolo, Sussurri e grida dalle Camere ricostruisce il lungo percorso della nascita dell'informazione sul nostro Parlamento. Un'informazione che abbandona molto spesso il racconto dell'attività legislativa per diventare quasi esclusivamente narrazione politica della vita dei partiti e delle loro strategie.

      Era stato Alcide De Gasperi a richiamare nel 1951, nella presentazione al mensile 'Documenti di vita italiana', il "dovere" dello Stato di "informare i suoi cittadini sugli orientamenti della sua attività e sui dati delle sue realizzazioni".

      Ma poi con l'avvento della 'società dell'informazione', il problema principale diventerà quello di trovare un equilibrio tra due diverse esigenze: la domanda sociale di accesso alle informazioni e la necessità delle classi dirigenti di avere spazi di visibilità per affermarsi e legittimarsi.

      Da qui deriva il tema della indispensabile 'mediazione' giornalistica, unico strumento capace di produrre un'informazione attendibile e aggiornata, nel quadro di un principio di responsabilità istituzionale.

      Cari amici della stampa parlamentare, questi vostri 100 anni - non dimentichiamolo mai - celebrano un fondamento della vita di questa nostra democrazia, un'eredità che deve essere tutelata e tramandata.

      Abbiamo molto bisogno di buon giornalismo.

      Così come le istituzioni hanno molto bisogno di saper meglio comunicare. A cominciare, ma non solo, dalla semplificazione del linguaggio. Ancora, come siamo, all'inseguimento ed anche al compimento di quell'ideale degasperiano che la sfida dei nuovi media ora rende più complesso. Una complessità che rende, ogni giorno, il vostro lavoro prezioso e insostituibile.

      Ed è proprio per questo che, ferma restando la sempre meritoria e necessaria attività di razionalizzazione della spesa pubblica, auspico possano essere salvaguardati i contributi per una editoria sempre più libera, plurale, professionale.

      Giornata Internazionale dei Disabili, Presidente Casellati: "Lo Stato investa di più e meglio"

      "Un grazie ai volontari, vero cuore pulsante d'Italia"

      «Se non si lavora in concreto per supportare tutti coloro che ogni giorno affrontano il dramma della disabilità e della malattia, la "Giornata Internazionale delle Persone con disabilità", nel nostro Paese, sarà solo un guscio vuoto».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, riflettendo sulla celebrazione del 3 dicembre indetta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1992.

      «In una giornata come questa, il mio pensiero va a tutte quelle persone disabili che sono costrette a vivere da sole dopo la morte dei loro genitori, e alle madri e ai padri di tanti ragazzi sfortunati che devono accudire i loro figli anche da anziani. A tutti loro lo Stato deve garantire il diritto ad un futuro assistito e sereno. L'Italia, da questo punto di vista, è ancora indietro: bisogna investire di più e meglio sulla disabilità».

      «Nella "Giornata Internazionale delle Persone con disabilità" ritengo sia doveroso rivolgere anche un grande grazie, a nome di tutto il Paese, ai tanti, tantissimi volontari che quotidianamente assistono i disabili e i malati con amore e dedizione disinteressata. Sono loro il vero cuore pulsante d'Italia».

      Senato: sabato 1 dicembre aperto al pubblico

      Sabato 1 dicembre 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android e iOS.

      Pena di morte, Presidente Casellati: «Vita umana è valore primario. Avanti con il dialogo per affermare il principio nel mondo»

      «La battaglia contro la pena capitale va combattuta, fino alla fine, con il massimo impegno e tutte le risorse disponibili».

      «Abbiamo il dovere di affermare il primato della vita umana sull'interesse punitivo dello Stato. È un traguardo decisivo nel percorso di pace e di sviluppo tra i popoli».

      Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione dell'incontro con i Ministri della Giustizia dei Paesi partecipanti all'11° Meeting della Comunità di Sant'Egidio "Per un mondo senza la pena di morte".

      «Questa Presidenza del Senato avrà sempre un'attenzione particolare al dialogo costruttivo tra i Paesi abolizionisti e le nazioni che ancora applicano la sanzione capitale» ha concluso il Presidente Casellati, ringraziando la Comunità Sant'Egidio per l'impegno nelle attività di assistenza ai condannati.

      Disabilità, Presidente Casellati: «Le famiglie non vanno lasciate da sole, lo Stato ha il dovere di garantire assistenza»

      «Noi abbiamo bisogno dei loro sorrisi, della loro serenità, del loro benessere. Le loro famiglie, invece, hanno bisogno che lo Stato faccia la loro parte e non le lasci da sole ad affrontare disabilità e malattia».

      «In Italia ci sono tantissimi disabili che vivono da soli o assieme a genitori di età superiore ai 64 anni i quali, anche a quell'età avanzata, si devono occupare in prima persona dei bisogni dei propri figli. Occorre dare a queste persone tutto il supporto possibile in termini di accesso alle strutture sanitarie, assistenza domiciliare, trasporto assistito, sostegno scolastico»

      È quanto ha dichiarato oggi il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nel corso dell'intervento al convegno "Anffas 60 anni di futuro. Le nuove frontiere delle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo".

      «Sono profondamente convinta che il livello di civiltà di una società contemporanea non si misuri esclusivamente con gli indicatori economici ma, forse soprattutto, attraverso i livelli di assistenza, considerazione e inclusione che si riesce a garantire al mondo delle fragilità» ha concluso la seconda carica dello Stato.

      Tutela delle donne vittime di violenza/Casellati: «Fondamentale costruire una rete di tutela preventiva»

      «Lo Stato deve garantire alle vittime della violenza domestica una reale protezione. La centralità delle forme di tutela preventiva è evidenziata anche dalla Giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo».

      «Per questo serve promuovere forme di raccordo e collaborazione sia interne al sistema giudiziario che in sinergia con le istituzioni pubbliche e i soggetti attivi nella protezione e nel recupero delle vittime. Un contesto nel quale è fondamentale il ruolo di una magistratura consapevole e competente».

      È quanto ha dichiarato stamattina il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati intervenendo all'incontro di studio sul tema della "Violenza domestica" organizzato presso la Corte di Cassazione dalla Scuola Superiore della Magistratura.

      Femminicidio/Casellati: serve cambiamento culturale, le leggi non bastano se non cambiano le menti

      «Non è più accettabile che una donna su tre in Italia debba subire una qualche forma di violenza fisica e sessuale, da quelle considerate meno gravi fino allo stupro e alle aggressioni mortali».

      «Così come non è accettabile che, in tempi di parità di genere, nella cronaca degli episodi di violenza contro le donne si tenda al giustificazionismo: quante volte abbiamo sentito l'utilizzo di espressioni come "atto estremo d'amore"?».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, intervenendo oggi al convegno "Arte e cultura contro il femminicidio" tenutosi nella Sala Koch di Palazzo Madama.

      «Tutte le misure penali, processuali o amministrative messe in campo non potranno mai avere una piena efficacia se, a margine, non vi sarà un impegno altrettanto incisivo sul piano dell'educazione e dell'informazione. Per mettere al bando ogni forma di violenza, sessismo e discriminazione, urge avviare un cambiamento culturale» ha concluso.

      Presidente Alberti Casellati: razionalizzare la spesa pubblica senza colpire l'editoria

      "La necessaria attività di razionalizzazione della spesa pubblica non può, a mio parere, prevedere misure restrittive dei contributi all'editoria che finirebbero per pregiudicare l'esercizio della professione giornalistica. Gravi sarebbero le conseguenze non solo sull'occupazione, e in particolare nel segmento delle testate dell'informazione locale e di nicchia, ma soprattutto su quel pluralismo della stampa e dell'editoria che è principio cardine della nostra democrazia".

      E' quanto afferma il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nel messaggio inviato all'Unione Periodici Italiani (Uspi), in occasione della conferenza stampa che si è svolta oggi a Palazzo Madama, in Sala Caduti di Nassirya.

      Presidente Alberti Casellati a Londra: sottolineato il positivo andamento dell'interscambio commerciale

      La visita del Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati consolida la tradizionale buona relazione tra Regno Unito e Italia, una relazione che si riflette nel positivo andamento dell'interscambio commerciale, in continua crescita complessiva. Da notare poi il costante incremento dell'importanza del Regno Unito come mercato di sbocco delle nostre esportazioni (il quarto dopo Germania, Francia e Stati Uniti), nonostante le incertezze legate alla Brexit.
      L'Italia è l'ottavo partner commerciale del Regno Unito e il settimo paese fornitore, con un crescente saldo attivo per il nostro Paese (il nostro surplus nel 2017 è stato pari a circa 11 miliardi di euro, il più ampio dopo quello con gli Stati Uniti). Le principali voci sono: autoveicoli, abbigliamento, macchinari, medicinali, parti ed accessori di autoveicoli, bevande e mobili. Forte è inoltre la collaborazione industriale, in maniera sempre crescente nei settori più innovativi come quelli della mobilità elettrica, più in generale delle tecnologie "green", della cybersecurity e nell'aerospaziale.

      Il fatto che Londra rappresenti il primo hub tecnologico europeo ha peraltro indotto l'Ambasciata italiana ad avviare un ciclo di iniziative denominate "Italy4Innovation". Il programma mira a creare una forma di collaborazione più organica e stabile tra le realtà innovative italiane e quelle britanniche.

      Presidente Alberti Casellati a Londra. Al centro dei colloqui Brexit e diritti dei cittadini italiani residenti nel Regno Unito

      La visita a Londra del Presidente Casellati è la prima di un Presidente del Senato italiano dal 2013.
      Londra è uno degli ecosistemi più vibranti per l'innovazione e le start-up, favorita dalla presenza di un triangolo di eccellenza (Londra-Cambridge-Oxford) di istituzioni accademiche. L'Italia ne è parte con una capillare - e molto apprezzata - presenza di accademici, scienziati, ricercatori, studenti italiani in tutte le principali istituzioni britanniche.
      Questi nostri connazionali rappresentano la punta di diamante della nostra comunità, tra le più numerose e dinamiche del Regno Unito. Con oltre 350.000 connazionali ufficialmente registrati all'anagrafe consolare, ma con una stima di circa il doppio di presenze effettive, quella italiana è la terza più larga comunità europea (dopo Polonia e Romania e prima della Francia) in UK.
      La rilevanza di tale presenza, in tutti i settori dell'economia britannica, sia in quelli "low skilled" che in quelli "high skilled", ha reso per l'Italia particolarmente sensibile nel negoziato Brexit con l'Unione Europea il tema della tutela dei diritti dei cittadini qui residenti.
      Ed è in questa preoccupata prospettiva che si inserisce oggi la visita del Presidente Casellati.
      L'ultima visita ufficiale nel Regno Unito dei Vertici delle Istituzioni parlamentari del nostro Paese è stata da parte della Presidente della Camera nel 2016.
      Le relazioni bilaterali fra i due Parlamenti sono in realtà molto frequenti, grazie alle numerose iniziative dei comitati misti di amicizia parlamentare molto attivi sia in Italia che in Gran Bretagna.

      Presidente Alberti Casellati a Londra: il saluto dello Speaker durante la seduta della Camera dei Comuni 

      Dopo l'incontro con il Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, lo Speaker della Camera dei Comuni John Bercow nel presiedere l'assemblea ne ha poi interrotto brevemente i lavori per rivolgere un saluto particolare alla senatrice Elisabetta Alberti Casellati, che ha ricordato essere la prima donna eletta Presidente del Senato italiano. L'assemblea della Camera dei Comuni ha salutato queste parole del suo Speaker con un prolungato applauso.

      Presidente Alberti Casellati a Londra: incontro con gli Speaker della Camera dei Comuni e della Camera dei Lords

      Visita ufficiale a Londra del Presidente del Senato. Oggi, dopo un breve passaggio alla National Gallery per rendere omaggio alla mostra Mantegna e Bellini, è previsto un duplice incontro a Westminster: con lo Speaker della Camera dei Comuni, Rt Hon John Bercow, e con lo Speaker della Camera dei Lords, Baron Norman Fowler. A seguire, la colazione offerta dallo Speaker della House of Lords completa la prima parte di una intensa giornata dedicata ai temi ed ai problemi che la Brexit pone alle prospettive della relazione bilaterale tra Regno Unito ed Italia ed alla condizione dei 700 mila italiani residenti in Inghilterra.

      Celebrazioni Grande Guerra. Casellati a Padova: "Pace e democrazia non sono valori scontati, vanno difesi giorno dopo giorno"

      «I nostri militari con coraggio hanno difeso e ricostruito quella Nazione che ci è stata consegnata oggi così come la conosciamo, così come l'amiamo».
      «Il loro ricordo, assieme a quello delle tante donne volontarie, dei medici, dei civili e di tutti coloro che misero la propria vita al servizio dell'Italia, deve essere un monito per le future generazioni: la libertà, la democrazia, la pace, i principi cardine del nostro Stato di diritto, non sono concessioni, non bisogna darli per scontati. Vanno difesi giorno dopo giorno».
      Lo ha detto il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, alle celebrazioni della Prima guerra mondiale organizzate a Padova dall'Associazione nazionale Combattenti e Reduci.
      «E' motivo di sincero orgoglio poter concludere queste celebrazioni qui, nella mia città, dove con l'armistizio del 4 novembre 1918 a Villa Giusti, si ottenne la vittoria più grande e più attesa: la pace» ha concluso.

      Grande Guerra. Casellati a Villa Giusti a Padova. La prima volta di un Presidente del Senato nella villa dell’Armistizio

      Alla cerimonia parteciperà anche il Generale Salvatore Farina, Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, nell'ambito delle celebrazioni per il centenario della Grande Guerra, sabato e domenica 17-18 novembre sarà a Padova, ospite del raduno dell'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci.
      Accolta da una delegazione dell'Associazione, di autorità locali e del Comando Forze Operative Nord, sabato sera la seconda carica dello Stato visiterà le mostre "Azzurro che valore" e "Tavoli di guerra e di pace" allestite presso il Centro Culturale San Gaetano e a seguire il Museo della Terza Armata di Padova.

      Nella mattinata di domenica, dopo una tappa al Tempio Sacrario della Pace di Padova dove troverà ad accoglierlo il Parroco Don Elia Ferro, il Presidente del Senato si sposterà alla Basilica di Santa Giustina per essere ricevuto dalle autorità civili, dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, e dal Generale di Corpo d'Armata Amedeo Sperotto, Comandante del COMPOF Nord, e dal Presidente dell'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, Sergio Paolieri.

      Il programma proseguirà con la cerimonia dell'Alzabandiera, gli Onori ai Caduti e la deposizione di una corona alla lapide del 58esimo Reggimento Fanteria che concluderanno la prima parte della cerimonia.
      Seguiranno i saluti del Sindaco di Padova, del Generale Farina, del Generale Sperotto del Presidente Paolieri e quindi le conclusioni affidate al Presidente Casellati.
      Dopo la Santa Messa nella Basilica di Santa Giustina e la firma con dedica all'Albo d'Onore del COMPOF Nord presso l'Ufficio del Comandante della Caserma Salomone, la due giorni dedicata alla memoria della Grande Guerra, si chiuderà con la visita del Presidente Casellati a Villa Giusti, la villa del conte Vettor Giusti del Giardino, sede del Comando dell'Esercito Italiano, che ospitò la firma dell'Armistizio tra Italia e Impero Austro-ungarico alle 15 del 3 novembre 1918.
      A Villa Giusti, il Presidente del Senato potrà ammirare la copia originale del Trattato dell'Armistizio, spostata per l'occasione dal Museo della Terza Armata a Padova, dove è tradizionalmente custodita.

      Presidente Alberti Casellati incontra Presidente del Parlamento della Croazia

      Il Presidente del Senato ha incontrato oggi, a Palazzo Giustiniani, il Presidente del Parlamento della Croazia, Gordan Jandrokovic.

      Al centro dell'incontro, svoltosi in un clima di cordialità, le eccellenti relazioni politiche, economiche e di amicizia fra i due paesi; la comune sensibilità ai temi migratori, con un approccio condiviso sulle responsabilità europee in materia; la prospettiva di ingresso della Croazia nello spazio Schengen e la presidenza di turno croata dell'UE nel 2020; l'intensa cooperazione fra Italia e Croazia nella regione dei Balcani Occidentali. È stato anche sottolineato il contributo che le rispettive minoranze linguistiche portano al legame e all'amicizia fra i due Paesi. All'incontro ha partecipato anche il Vice Presidente del Parlamento croato, on. Furio Radin, esponente della minoranza autoctona italiana.

      DANNI MALTEMPO. IL PRESIDENTE DEL SENATO HA RICEVUTO GLI IMPRENDITORI BALNEARI

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto a Palazzo Madama i presidenti nazionali di SIB Confcommercio, Antonio Capacchione, FIBA Confesercenti, Maurizio Rustignoli, e OASI Confartigianato, Giorgio Mussoni.
      Le tre organizzazioni sindacali degli imprenditori balneari hanno illustrato alla seconda carica dello Stato la difficile situazione in cui si trovano oggi le 30 mila aziende del loro settore, a causa dei gravissimi danni procurati dal maltempo che nelle scorse settimane ha flagellato l'Italia, manifestando al contempo la necessità di una riforma organica per tutto il comparto.
      Al termine dell'incontro, Capacchione ha consegnato al Presidente Casellati un'ancora di sale proveniente dalle saline di Margherita di Savoia, che, da sempre, è considerata uno dei principali simboli del mare, un emblema di salvezza, speranza e sicurezza.

      Inchieste parlamentari. La Commissione per la Biblioteca e l'Archivio Storico del Senato: banca dati intercamerale degli atti desecretati

      La Commissione per la biblioteca e l'Archivio storico del Senato si è riunita alle ore 14 odierne sotto la presidenza del senatore Gianni MARILOTTI e con la presenza delle altre sue componenti, le senatrici Isabella RAUTI e Tiziana NISINI.

      Sono stati affrontati temi connessi con la gestione moderna delle risorse archivistiche, nelle quali si racchiude la memoria di una Istituzione antica come il Senato: il regime di consultabilità dei documenti dell'Archivio storico, la richiesta di una banca dati intercamerale degli atti desecretati di Commissioni d'inchiesta, la disciplina dei versamenti, delle dematerializzazioni e delle digitalizzazioni, il rapporto con gli utenti, le iniziative con le scuole e le Università.

      Quanto al parere sul piano editoriale triennale, il Presidente ha segnalato due anniversari importanti per la storia del nostro Paese: quest'anno, il quarantennale della legge Basaglia, che rende necessaria una riflessione, supportata da una raccolta degli atti parlamentari pertinenti; nel 2021, il novantesimo anniversario del rifiuto del senatore Gaetano De Sanctis di prestare giuramento al regime.

      Per queste, come per le altre proposte di piano editoriale ereditate dalle precedenti legislature, la Commissione si è riservata di deliberare, in una prossima seduta, la proposta da trasmettere al Consiglio di Presidenza.

      Casellati: fondi a disposizione dei tre giovani studenti napoletani

      Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, metterà a disposizione i fondi per consentire ai tre studenti napoletani dell'Istituto Tecnico Industriale "Augusto Righi" che si sono piazzati al secondo posto nella competizione aerospaziale "Zero Robotics" organizzata dal Massachusetts Institute of Technology e dalla Nasa, di poter andare negli Stati Uniti e partecipare così alla fase finale del concorso.
      In questo senso, il Presidente Casellati aveva già scritto ieri una lettera al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, e al generale Vittorio Tomasone, a capo del Comando interregionale Ogaden, per dare corso alla propria iniziativa.

      Anniversario attentato Nassirya: messaggio del Presidente Alberti Casellati

      "Ricordare Nassirya e le 19 vittime dell'efferato attentato terroristico di cui oggi ricorre il quindicesimo anniversario, significa non soltanto onorare il sacrificio di coloro che sono caduti, rappresentando la Patria, in nome di ideali di pace e di giustizia, ma anche rendere un omaggio doveroso e mai retorico, a tutte le Forze Armate del nostro Paese".
      Lo ha detto il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, aggiungendo: "Siamo orgogliosi dei soldati che ci rappresentano nel mondo, offrendo ovunque un altissimo esempio di ciò che vuol dire essere italiani".
      "Rivolgiamo un commosso messaggio di solidarietà e vicinanza alle famiglie dei Caduti di Nassirya e ci uniamo idealmente al loro dolore in questo triste giorno di ricordo e riflessione", ha concluso.

      La stampa parlamentare e la rivoluzione digitale

      Messaggio all'Associazione Stampa Parlamentare

      Di seguito, il testo del messaggio che il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha inviato al Presidente dell'Associazione Stampa Parlamentare, Marco Di Fonzo, in occasione del seminario "Stampa, comunicazione politica, social media, deontologia. La sfida al lavoro dei giornalisti e alle regole professionali nel nuovo contesto digitale", che si è svolto lunedì 12 novembre nella Sala Koch di Palazzo Madama.

      Caro Presidente
      rivolgo a Lei e, attraverso di Lei, a tutti i cronisti parlamentari, un breve ma caloroso saluto che intende rinnovare, prima di tutto, una bella e consolidata tradizione di collaborazione tra il Senato della Repubblica e l'Associazione Stampa Parlamentare. Questa vostra giornata ospita un seminario di grande interesse perché dedicato al ruolo ed ai cambiamenti del giornalismo parlamentare che ha rappresentato nella nostra storia nazionale un pilastro della democrazia liberale. Cambiamenti che hanno interessato, attraversato e per molti versi sfidato il contesto mediatico, politico e tecnologico dei nostri giorni.
      E' indubbio che la tecnologia digitale ha liberato e democratizzato la circolazione dell'informazione, è nel contempo altrettanto certo che essa abbia finito per imporre una logica, un formato, una velocità dell'"informare" che è nemica dell'argomentare ed in particolare dell'accuratezza.
      E siamo dunque giunti nell'epoca delle cosiddette fake-news, con la loro natura mimetica, che le fa apparire plausibili: quelle che il Santo Padre ha recentemente bollato come ispirate dalla "logica del serpente" capace cioè di camuffarsi e mordere. E di diventare una vera e propria arma politica.
      Il disordine dei social media e dei motori di ricerca attraversa inoltre il mondo dei nostri giovani e produce l'ultimo passaggio della rivoluzione radicale che i media hanno vissuto in questi ultimi 25 anni.
      Ma non voglio lasciarvi con un messaggio cupo. La mia cultura crede nelle sfide delle tecnologie e della modernità. E sono dunque certa che questa vostra riflessione possa, anzi debba, anche essere un punto di partenza. L'Ordine professionale ha istituito un percorso di formazione permanente ed il Senato potrebbe ora concorrere a questo obiettivo proponendosi come una camera di riflessione e confronto orientata verso una nuova comunicazione istituzionale, attraverso un ciclo di appuntamenti che potremmo studiare insieme.

      Premio Giustolisi. Messaggio del Presidente Alberti Casellati: "Riconoscimento che premia il talento, la fatica ed il coraggio"

      "Sono lieta ed onorata di poter dar seguito al percorso che vede il Senato patrocinare, anche quest'anno, il Premio Speciale Franco Giustolisi - Fuori dall'Armadio". Così il Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati introduce il suo saluto indirizzato alla Giuria del Premio e così prosegue: "E' un riconoscimento che premia il talento, la fatica ed il coraggio di un giornalismo troppo spesso dimenticato, quale è quello d'inchiesta. Premiamo così un lavoro di ricerca e di testimonianza che si ispira al valore delle libertà contro ogni ingiustizia".

      LE PRECEDENTI EDIZIONI. Il Premio, nato nel 2015 grazie all'iniziativa del Comune di Stazzema, ha conosciuto poi, nel 2016, una seconda edizione a Marzabotto: entrambi i Comuni hanno conosciuto la furia e la barbarie nazifascista e soltanto grazie all'impegno, alla tenacia e al desiderio di rendere giustizia di Franco Giustolisi (di cui oggi ricorre il quarto anniversario della scomparsa), la verità è finalmente emersa. Giustolisi, dopo vent'anni di minuzioso lavoro di indagine, la documenta nel libro "L'armadio della Vergogna" (Nutrimenti).
      La città di Boves - prima vittima delle rappresaglie tedesche durante la Seconda Guerra Mondiale, proprio a ridosso dell'Armistizio dell'8 settembre, il 19 settembre 1943 - ha poi ospitato la terza edizione (2017) del Premio. Mentre l'edizione di quest'anno si tiene a Capistrello, Comune capofila dell'associazione "I trentatré martiri".

      CAPISTRELLO, EDIZIONE 2018. Capistrello è stata teatro di uno dei crimini più feroci compiuti in Italia dai nazi-fascisti. Era il 4 giugno 1944 quando 33 vittime innocenti, pastori ed allevatori, vennero fermate e condotte nella rimessa della stazione ferroviaria dove furono fucilate. Delle 33 vittime, solo 25 vennero identificate. "La barbarie di quel giorno non può finire nel dimenticatoio. Abbiamo il dovere di coltivare la memoria storica affinché un simile orrore non si ripeta mai più", sottolinea il Sindaco di Capistrello Francesco Ciciotti.

      LA GIURIA DEL PREMIO. E' composta dai giornalisti: Sandra Bonsanti, presidente, Roberto Martinelli, presidente onorario, Daniele Biacchessi, Marzio Breda, Silvia Garambois, Livia Giustolisi, Bruno Manfellotto, Marcello Masi, Virginia Piccolillo, Marcello Sorgi, Luigi Vicinanza, Lucia Visca.
      La data della cerimonia di premiazione è fissata per il 12 gennaio 2019 ad Avezzano.

      PREMI E PREMIATI

      Premio Franco Giustolisi "Giustizia e Verità", edizione 2018 ex aequo alla giornalista Martina Castigliani, di FQ Millenium, e ai giornalisti Giovanni Tizian e Stefano Vergine, de L'Espresso.

      Premio alla carriera a Lucia Annunziata.

      Premio speciale "Franco Giustolisi - Fuori dall'Armadio", promosso dalla Presidenza del Senato della Repubblica, ad Alessio Zucchini, Tg1.

      Premio speciale della giuria "Una Vita per il giornalismo" ex aequo a Toni Mira, Avvenire, e a Carlo Paris, corrispondente Rai.

      Premio letterario
      ex aequo a Jacopo Iacoboni, La Stampa, e a Pablo Dell'Osa.

      Assegnate infine menzioni speciali a Fausta Speranza (Radio Vaticana) ed a Maurizio Di Schino (Sat 2000).

      Senato: sabato 10 novembre aperto al pubblico

      Sabato 10 novembre 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android e iOS.

      Casellati: «Mondo delle professioni deve adattarsi ai tempi e alle nuove esigenze di semplificazione»

      «Il notariato, e il mondo delle professioni nella sua interezza, rappresentano per l'Italia una straordinaria risorsa economica, professionale e sociale che ha saputo accompagnare la crescita del sistema-Paese, proiettandolo nella modernità».

      «Oggi in questa fase di profondo e per certi versi indeterminabile "cambiamento", alle categorie professionali viene chiesto di farsi interpreti delle mutate esigenze sociali per assecondare la "domanda di semplificazione e di innovazione" dei cittadini».

      «L'innovazione tecnologica non sempre rappresenta la risposta a tutte le istanze della post-modernità».

      «Il mantenimento delle garanzie connesse alla funzione notarile, pur tra le nuove esigenze tecnologiche, è la strada maestra ma bisogna percorrerla con spirito di adattamento e l'impegno di uno sforzo sempre più riformatore e innovatore».

      Presidente Alberti Casellati sabato in Veneto

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, sabato prossimo, 10 novembre, sarà in Veneto per visitare i territori colpiti dalle violente intemperie climatiche che stanno caratterizzando queste ultime settimane. Ad accompagnare il Presidente, in questo sopralluogo che verrà effettuato in particolare nei luoghi del Bellunese devastati dal maltempo, sarà il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia.

      Calo delle nascite, Casellati: "Dramma epocale, servono misure strutturali per conciliare famiglia e lavoro"

      "L'aumento del tasso di natalità è un nodo focale per il futuro del Paese, servono misure strutturali a sostegno della genitorialità e della conciliazione lavoro-famiglia".
      Lo ha scritto il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in un messaggio inviato al convegno "Diventare mamme a lavoro" tenutosi oggi a Milano presso l'aula magna della clinica Mangiagalli, con il patrocinio del Senato.
      "Negli ultimi 10 anni ci sono state 100 mila nascite in meno, è saltato il patto tra generazioni. Serve un approccio nuovo alle politiche attive a sostegno delle nascite, che metta al centro le imprese. Senza strategie di welfare aziendali a favore delle famiglie, senza tutele per chi vuole lavorare e crescere figli, l'Italia rimarrà un Paese fermo, cristallizzato sul momento presente, incapace di spiccare il salto verso il futuro".

      Dissesto idrogeologico: è ora di dire basta. Dichiarazione del Presidente del Senato

      "Quante frane, quante alluvioni, quanti morti ci dovranno ancora essere prima di mettere seriamente mano al problema del dissesto idrogeologico, di un territorio reso ancora più fragile dai cambiamenti climatici. Se non fossi il Presidente del Senato, domani stesso presenterei un disegno di legge per la costituzione di una Commissione d'inchiesta su tale drammatico specifico problema. E' ora di dire basta. Che ciascuno si assuma fino in fondo le proprie responsabilità di fronte a tali tragedie che toccano la vita delle persone e la identità stessa dei territori, mi auguro che la mia idea venga raccolta dai senatori in carica senza alcuna distinzione di appartenenza politica".

      Scomparsa Lello Di Segni: il cordoglio del Presidente del Senato

      "Lello Di Segni ci ha lasciato, ultimo testimone vivente di quella ferocia nazista che, nella notte tra il 15 e il 16 ottobre del 1943, prelevò e deportò, nei campi di concentramento, più di mille persone dal ghetto di Roma. Senza di lui, ora, la memoria si fa storia - così dichiara Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato e aggiunge - e per lui e per i molti che, come lui , hanno incarnato ed insegnato agli Italiani la condanna della dittatura nasce un nuovo impegno a non dimenticare. Un impegno che prendiamo solennemente assieme alla Comunità ebraica, alla quale esprimo il più sincero cordoglio, mio e del Senato della Repubblica".

      Giornata mondiale della lotta contro la povertà. Dichiarazione del Presidente Casellati: "Investire sul sapere per costruire un Paese più ricco di opportunità per tutti"

      «L'istruzione è il ponte che congiunge l'umanità al progresso. Perché è la conoscenza l'unica vera porta d'accesso alla realizzazione personale e al raggiungimento della piena libertà e indipendenza sotto qualsivoglia forma: sociale, intellettuale, economica, professionale».

      Così si è espressa Elisabetta Casellati, Presidente del Senato.

      «In Italia, purtroppo, come rileva il Rapporto Caritas, la povertà economica è strettamente correlata alla povertà educativa. Ecco perché, personalmente, sono convinta che investire nell'istruzione sia la strategia più efficace per costruire nel nostro Paese un futuro di progresso per le nuove generazioni. E uso questo termine, "progresso", perché penso sia necessario puntare all'evoluzione a tutto tondo dell'individuo e della società, e non solo allo sviluppo economico».

      «Alzare il livello medio di istruzione nazionale non vuol dire solo contribuire alla crescita del Pil ma anche gettare le basi per costruire un Paese più evoluto, più meritocratico, più ricco di opportunità per tutti i cittadini; e, ciò che più conta, maggiormente rispettoso dei principi democratici» ha concluso.

      Anniversario della deportazione degli ebrei romani. Dichiarazione del Presidente del Senato

      "Il 75esimo anniversario della deportazione degli ebrei romani, avvenuta il 16 ottobre 1943, è un momento di memoria sempre viva e importantissima che la città di Roma rinnova. E che noi commemoriamo - dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati - perché tutti, ed i nostri giovani in particolare, conoscano e ricordino le violenze e la barbarie umana perpetrata durante la Shoah. E perché - così conclude il Presidente del Senato - la speranza e l'impegno per un mondo migliore tragga da quel sacrificio nuova linfa e nuove energie".

      Giornata mondiale dell'alimentazione. Dichiarazione del Presidente del Senato

      "«Fame zero» è il monito della Giornata mondiale dell'alimentazione ed è l'obiettivo che dobbiamo raggiungere - annuncia il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati - per affermare che il diritto al cibo è, oggi più che mai, uno dei diritti umani fondamentali".
      "Purtroppo la sicurezza alimentare è oggi minacciata anche dall'influenza dei cambiamenti climatici - aggiunge il Presidente Casellati - e perciò c'è la necessità di sostenere investimenti importanti per favorire produzioni sostenibili ed efficienti".

      La scuola nelle Aule di Senato e Camera. I progetti di Parlamento e Miur per il nuovo anno scolastico

      Anche quest'anno il Parlamento apre le porte a studentesse, studenti, e insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado. Sostenere la scuola nella formazione di cittadine e cittadini attivi e partecipi, consapevoli dei loro diritti e dei loro doveri, diffondere i valori della Costituzione e quelli dell'integrazione europea. Sono questi gli obiettivi e i temi che Senato della Repubblica, Camera dei deputati e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca propongono per l'anno scolastico 2018-19, rinnovando i bandi - già disponibili online - per i progetti a sostegno dell'insegnamento di "Cittadinanza e Costituzione" nelle scuole.

      La collaborazione tra Parlamento, Ministero dell'Istruzione e Uffici scolastici regionali promuoverà l'approfondimento e la ricerca sui princìpi della Carta costituzionale, la conoscenza delle istituzioni e la partecipazione alla vita democratica. Ogni scuola d'Italia potrà aderire ai progetti proposti per arricchire la propria offerta formativa, realizzare percorsi didattici innovativi, collegarsi più strettamente al proprio territorio, avvalendosi delle risorse offerte da Senato, Camera e Miur.

      Si conferma il concorso "Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione", bandito sin dal 2007 dalle tre istituzioni e rivolto alle scuole secondarie di secondo grado allo scopo di premiare i progetti - video, e-book, siti internet e blog - che saranno capaci di valorizzare la Costituzione e dimostreranno capacità di ricerca, originalità, efficacia didattica e comunicativa. Premi speciali sono previsti per l'utilizzo delle più avanzate tecnologie informatiche e per progetti di promozione della legalità.

      Oltre a "Lezioni di Costituzione" saranno rinnovate le iniziative nate dalla collaborazione tra Senato e Miur. Fra queste: "Vorrei una legge che…", il concorso che propone a studentesse e studenti delle scuole primarie di elaborare una propria proposta di legge e illustrarla con disegni, canzoni, video o altre modalità espressive; "Testimoni dei diritti", iniziativa che impegna i ragazzi delle scuole medie a confrontarsi sui princìpi della Dichiarazione universale dei diritti umani, verificarne l'attuazione nel proprio territorio e formulare eventuali proposte volte ad assicurarne il rispetto.

      Anche quest'anno torna, poi, l'iniziativa "Parlawiki-Costruisci il vocabolario della democrazia", ideato dalla Camera dei deputati e dal Miur nel 2009 per le classi quinte delle scuole primarie e le secondarie di primo grado, che potranno illustrare alcune "parole chiave" della democrazia attraverso il linguaggio multimediale.

      Infine, le scuole avranno la possibilità di conoscere da vicino il Parlamento, attraverso le visite e le attività didattiche organizzate da Senato e Camera.

      A Palazzo Madama saranno accolti gli studenti vincitori del concorso "Un giorno in Senato", rivolto alle scuole superiori, che permette ai ragazzi di entrare in contatto con i meccanismi del procedimento legislativo nelle sue diverse fasi, dalla presentazione di un disegno di legge alla sua eventuale approvazione da parte del Parlamento. Anche quest'anno l'iniziativa si inserisce nel progetto dell'alternanza scuola-lavoro.

      A Palazzo Montecitorio proseguono le Giornate di formazione organizzate dalla Camera dei deputati. Le visite permetteranno alle ragazze e ai ragazzi di entrare direttamente nei luoghi delle Istituzioni parlamentari e conoscerne "sul campo" il ruolo e le funzioni.

      A partire da quest'anno le attività di formazione si svolgeranno anche sul territorio grazie a un Protocollo d'intesa siglato il 25 settembre 2018 da Camera dei deputati, Miur e Ministero della Giustizia - Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria (D.A.P.) volto a inaugurare un'inedita attività educativa all'interno delle carceri minorili per diffondere i valori e i principi della democrazia rappresentativa attraverso un piano di incontri organizzati direttamente presso gli Istituti di Detenzione Minorili e nelle scuole.

      I nuovi bandi per l'anno scolastico 2018-2019 nel sito SenatoRagazzi »

      Dramma maltempo: basta con le lacrime e l'emergenza del giorno dopo. Dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      «È con grande sconforto che ancora una volta apprendo che le intemperie climatiche continuano, nel nostro Paese, a provocare disastri, tragedie, disagi. Ormai quello dei drammi legati al maltempo è un vero e proprio stillicidio, dinnanzi al quale le istituzioni, la classe politica, il Paese intero non possono più assistere attoniti ed inermi».

      «L'ho detto qualche giorno fa a Lamezia Terme e lo ribadisco oggi con ancora maggior convinzione dopo quanto successo in Sardegna: urgono interventi strutturali per arginare il dissesto idrogeologico che le conseguenze dei cambiamenti climatici rendono una spada di Damocle che pende sulla testa degli italiani».

      «Basta con le lacrime e l'emergenza del "giorno dopo". È ora di intervenire prima. In maniera preventiva, e con un piano, ormai indifferibile, di gestione sistemica del problema».

      Lo ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Anniversario attentato al Tempio Maggiore: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      "Nel trentaseiesimo anniversario dell'attentato al Tempio Maggiore in cui perse la vita Stefano Gay Tachè, un bimbo di 2 anni e si registrarono 37 feriti, esprimo al Rabbino Capo di Roma, Riccardo Di Segni, alla Presidente Ruth Dureghello e all'intera Comunità Ebraica di Roma i sensi della mia vicinanza e del Senato della Repubblica.
      La memoria ci costringe a fare i conti con le pagine più dolorose della nostra vita e della nostra storia. È però il bene più prezioso del quale possiamo disporre e che dobbiamo nutrire, consolidare, tramandare. L'attentato terroristico antisemita provocò una ferita profonda. Una ferita per Roma, per l'Italia intera. Su quella ferita abbiamo edificato un percorso di fratellanza, contro ogni intolleranza. È questa la strada che vogliamo continuare a percorrere".

      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Il Presidente Alberti Casellati domani in Calabria

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, domani mattina sarà in Calabria per portare la sua vicinanza alle popolazioni colpite dall'alluvione degli scorsi giorni. Alle ore 10.30, nella sede del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Lamezia Terme, il Presidente del Senato terrà una conferenza stampa dopo aver visitato le zone devastate dal maltempo.

      Accettare la sfida del "Plastic free"

      Il Presidente del Senato è talmente d'accordo con la senatrice De Petris sulla necessità di accettare la sfida del 'Plastic free' che già lo scorso luglio ha investito l'Amministrazione del Senato dell'impegno ad eliminare la plastica usa e getta. Gli uffici hanno provveduto e sostituire i bicchieri di plastica con quelli biodegradabili, mentre i diversi fornitori sono stati chiamati ad usare imballaggi a ridotto impatto ambientale. Il Senato è quindi sceso fattivamente in campo per ridurre l'impatto ambientale delle sue attività. Un'azione di tutela che sta esercitando anche attraverso l'utilizzo di corpi illuminanti a basso consumo e acquistando energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, mentre il 60 per cento degli automezzi utilizzati dal Senato è a trazione elettrica o ibrida plug-in. L'intervento della senatrice De Petris ci consente comunque di ritornare su una materia alla quale il Senato e la Presidente Casellati sono particolarmente sensibili, e di proseguire con un impegno concreto e continuativo su questa strada.

      Lo rende noto il portavoce del Presidente del Senato.

      Messaggio del Presidente Alberti Casellati al Sindaco di Genova, Marco Bucci

      Il Presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, ha inviato oggi un caloroso messaggio al Sindaco di Genova, Marco Bucci, in occasione della sua nomina a Commissario alla ricostruzione del Ponte Morandi di Genova.

      Nel suo scritto il Presidente rileva come "la ricostruzione del Ponte sul Polcevera rappresenti una sfida vitale per Genova, per la sua economia, per il suo ruolo nel Mediterraneo e sia, allo stesso tempo, un banco di prova per l'Italia intera, per la sua credibilità, per il suo futuro".

      Il Presidente così conclude, infine, il suo messaggio: "Sono certa che, insieme al Commissario per l'emergenza, il Presidente Toti, saprà mettere in campo tutto il meglio che Genova e la Liguria esprimono quanto a competenze, capacità, professionalità".

      Senato: sabato 6 ottobre aperto al pubblico

      Sabato 6 ottobre 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android, iOS e Windows Mobile.

      Nomina Presidente Antitrust. Presidenti Casellati e Fico presentano l'"avviso pubblico"

      Domani, giovedì 4 ottobre, alle ore 11.00, presso la Sala Zuccari - Palazzo Giustiniani (Senato della Repubblica), il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ed il Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, presenteranno l'avviso pubblico per le "Manifestazioni d'interesse per la nomina a Presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato".

      Festa Nonni: dichiarazione Presidente del Senato

      "La festa di oggi ha un grande valore simbolico. I nonni rappresentano una risorsa insostituibile per le famiglie nella crescita dei figli e hanno un ruolo fondamentale per la società. Più di tre milioni di nonni si occupano dei nipoti contribuendo alla loro formazione. Attraverso i nonni si attua una fruttuosa continuità educativa fra le generazioni, perché non si può costruire il futuro se non si hanno solide radici nel passato".

      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Vitalizi. Presidente Alberti Casellati: questione verrà definita nel Consiglio di Presidenza del 16 ottobre

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, comunica che la questione dei vitalizi verrà definita nel corso del Consiglio di Presidenza del 16 ottobre. A tal fine, il Presidente Casellati ha convocato il Consiglio di Presidenza il 3 ottobre alle ore 14.30 per l'adozione del testo base e fisserà, compatibilmente con le esigenze dei membri del Consiglio stesso, il termine per la presentazione degli emendamenti per venerdì 12 ottobre alle ore 12.00.

      TERREMOTO INDONESIA: IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE DEL SENATO

      Il mio pensiero va all'immane tragedia che l'Indonesia sta vivendo e che di ora in ora assume contorni sempre più drammatici. Il terremoto ed il terribile tsunami che hanno colpito la parte centrale dell'isola di Sulawesi hanno fatto oltre un migliaio di vittime, dispersi e danni purtroppo incalcolabili.

      Desidero quindi manifestare al Presidente indonesiano, Joko Widodo, e per il suo tramite al popolo indonesiano i sensi del mio profondo cordoglio e della partecipazione mia e del Senato della Repubblica al dolore delle tante famiglie che questa terribile catastrofe ha provocato e sta provocando.

      L'Italia conosce ed ha conosciuto purtroppo le ferite che gli eventi sismici e i cambiamenti climatici sembrano infliggere con sempre maggiore frequenza al nostro pianeta. Ed ha del pari sviluppato una conoscenza ed una capacità di gestione di queste terribili crisi. Credo che non mancherà quindi, accanto al conforto ed alla partecipazione dei nostri connazionali, la disponibilità ad aiutare l'Indonesia a imboccare il difficile cammino della rinascita.

      È quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Elezione Vice Presidente CSM: gli auguri di buon lavoro del Presidente Alberti Casellati

      "Desidero esprimere i miei più vivi complimenti e i migliori auguri di buon lavoro, anche a nome del Senato della Repubblica, al neo Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, David Ermini.
      Sono certa che, con competenza e autorevolezza, saprà offrire un contributo importante alle attività che la Costituzione assegna all'organo di autogoverno della Magistratura, garantendone l'indipendenza e difendendo lo Stato di diritto".
      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Genova. Presidente Alberti Casellati: mondo politico e istituzionale indichi la via più rapida per la costruzione del nuovo ponte e delle infrastrutture

      "Ho sempre Genova nella mente e nel cuore. Soprattutto in queste ore, in cui mi auguro si materializzi una risposta importante ed efficace alla ferita ed al dolore della città, soprattutto al suo futuro. Genova ha infatti bisogno di un forte sostegno: il ponte l'ha divisa ma soffre di un isolamento che comprime le sue grandi potenzialità, che - non dobbiamo dimenticarlo - sono le potenzialità del maggiore porto italiano e conseguentemente di un comparto vitale per l'economia nazionale e la sua ripresa. La mancanza delle infrastrutture essenziali per la crescita corre inoltre il rischio di indebolire la stessa politica europea di coesione per quanto riguarda i traffici fra il Mediterraneo ed i forti mercati europei. Per questo desidero esprimere la mia preoccupazione e un auspicio perché, nel rigoroso rispetto dell'accertamento delle responsabilità, la risposta del mondo politico e istituzionale indichi la via più rapida per la costruzione del nuovo ponte e delle infrastrutture che collegano Genova all'Europa".

      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Scomparsa Inge Feltrinelli. Presidente Alberti Casellati: "Lascia un grande vuoto nell'editoria e nella cultura"

      "La scomparsa di Inge Feltrinelli lascia un grande vuoto nell'editoria e nella cultura italiane. Donna dalla personalità vulcanica, ha saputo con tenacia rilanciare il Gruppo Feltrinelli divenendo un esempio per tante imprenditrici e un punto di riferimento per giovani scrittori, che nella curiosità per la vita e nella libertà di pensiero di Inge Feltrinelli hanno sempre trovato sostegno. La fotografia e i libri le sue più grandi passioni. Attraverso l'obiettivo ha fissato momenti storici e raccontato personaggi immortali. Attraverso i libri, che amava definire la sua stessa vita, ha contribuito ad aprire le menti di tantissimi lettori. È un'eredità di passione per la cultura e per il lavoro che non dobbiamo disperdere".

      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      11 settembre 2001. Alberti Casellati: dolore ancora vivo. Colpiti tutti coloro che credono nella libertà.

      "A 17 anni dall'attentato alle Torri gemelle è ancora vivo il dolore per uno degli episodi più drammatici della storia contemporanea. L'11 settembre 2001 non fu colpita solo New York, non furono colpiti solo gli Stati Uniti; furono colpiti tutti coloro che credono nella libertà, nella democrazia, nello Stato di diritto. Visitando il memoriale e il museo che sorgono oggi a Ground Zero, ho potuto vedere con i miei occhi come rappresentino, la speranza, la capacità di risorgere dalle tragedie, la vittoria dell'umanità. Un lascito da custodire e tramandare, affinché le nuove generazioni non dimentichino quello che è accaduto".

      È quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Riformare il sistema-Paese per far ripartire l'economia

      Intervento del Presidente Alberti Casellati al Forum Ambrosetti di Cernobbio

      Le imprese italiane riescono ad eccellere nel mondo malgrado le tante e irrisolte criticità del sistema-Paese, ma questo dato di fatto, più che un vanto, dev'essere «un monito» per chi ha responsabilità istituzionali e di governo. E' la riflessione che il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha scelto di condividere oggi con la platea del Forum Ambrosetti di Cernobbio. «Abbiamo il compito di pensare e realizzare politiche di medio e lungo periodo, nella prospettiva di attutire le ciclicità sempre più stringenti dei mercati e favorire le espansioni» ha puntualizzato la seconda carica dello Stato aggiungendo che «il sistema è troppo burocratizzato e tra decisione e realizzazione il gap è troppo ampio».

      Il Presidente del Senato, che ha posto l'accento sul «lavoro come emergenza nazionale», ha parlato quindi di un «Paese che, avvitato su troppe norme e infiniti passaggi di mano e di competenze, risulta alla fine troppo complicato e poco attrattivo», invocando la concretizzazione delle «riforme necessarie a liberare le tante energie e risorse strette nella morsa della burocrazia ed a portare ad una significativa ripresa economica» e cioè: riforma fiscale, efficienza del sistema giudiziario, mappatura e ammodernamento della rete infrastrutturale strategica, riassetto della autonomie locali.

      IMMIGRAZIONE, INFRASTRUTTURE E GIUSTIZIA VERE PRIORITA' NAZIONALI

      La gestione dei flussi migratori senza l'adeguato supporto dell'Europa, oltre che un'emergenza umanitaria di proporzioni drammatiche, rappresenta per l'Italia anche un «elemento congiunturale che contribuisce ad appesantire il suo già difficoltoso quadro economico attuale». Lo ha detto Maria Elisabetta Alberti Casellati nel corso del suo intervento di apertura della giornata conclusiva del Forum Ambrosetti di Cernobbio, quest'anno incentrato sul tema della competitività.
      «Sul fronte dei flussi migratori, l'Italia è stata lasciata colpevolmente sola» ha puntualizzato il Presidente del Senato, «non si può fronteggiare un fenomeno globale senza un coinvolgimento attivo della comunità internazionale. L'Europa, così attenta al rispetto dei parametri di bilancio, sull'applicazione dell'accordo per i ricollocamenti piuttosto che sulla necessità di una solidarietà concreta tra gli Stati partner, è stata quanto meno assente ingiustificata».
      Proprio su questo versante, il Presidente Alberti Casellati nei giorni scorsi ha invitato le forze politiche ad «accantonare le divisioni esistenti per dar vita ad un "tavolo di coesione", una sorta di "Partito Italia", così da condividere una posizione unitaria ispirata unicamente all'interesse nazionale».

      Il Presidente, a Cernobbio, si è soffermato quindi sulle altre emergenze nazionali come l'adeguamento della rete infrastrutturale («la tragedia di Genova ha riportato drammaticamente l'attenzione sulla sicurezza e la gestione delle opere pubbliche - sono state le sue parole - urge avviare una mappatura della rete strategica infrastrutturale per capire dove è urgente intervenire, con quali modalità e quali standard di sicurezza, ed è inoltre auspicabile che sia gli interventi vengano progettati anche in riferimento ai nuovi imprevedibili fenomeni climatici») e la riforma della giustizia. Su quest'ultimo argomento, per la seconda carica dello Stato, sono troppi i nodi che ancora non stati sciolti: dal rapporto tra magistratura e politica alla carenza di personale, dalla geografia giudiziaria fino al tema della certezza del diritto. «E poi ci sono i tempi della giustizia, in particolare di quella civile, che, tornando al tema della competitività del sistema Paese, impattano direttamente oltre che sui diritti individuali di milioni di cittadini anche sull'economia, sulla vita delle imprese, sul funzionamento del nostro mercato interno - ha argomentato Maria Elisabetta Alberti Casellati -. Il ritardo nelle cause civili ha ripercussioni dirette sulle condizioni di fare business in Italia. Senza contare i costi diretti e indiretti che le aziende devono sostenere per contenziosi e ritardi burocratici, e che creano distorsioni contrarie allo stesso principio di concorrenza».

      Scomparsa maestro Claudio Scimone: il cordoglio del Presidente Casellati

      "La scomparsa del maestro Claudio Scimone e' una grave perdita per la cultura musicale italiana. I suoi Solisti Veneti, apprezzati in tutto il mondo, rappresentano un motivo di vanto per il nostro Paese. Una formazione, fondata e diretta da Scimone, che ha reso internazionale un repertorio di autentiche gemme della nostra arte settecentesca, contribuendo all'affermazione di tanti giovani talenti. Ai familiari del maestro Scimone, che e' stato per 27 anni anche apprezzato direttore del Conservatorio "Pollini" di Padova, va il mio sincero cordoglio e quello del Senato della Repubblica".

      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Senato: sabato 8 settembre aperto al pubblico

      Sabato 8 settembre 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android, iOS e Windows Mobile.

      Dalla Chiesa. Casellati: simbolo dell'Italia migliore

      "Il generale Dalla Chiesa e' ancora oggi, a distanza di 36 anni dal feroce attentato nel quale perse la vita assieme alla giovane moglie e a un agente della scorta, uno dei simboli dell'Italia migliore. La sua determinazione, le sue straordinarie capacità investigative, la sua rigorosa onesta', rappresentano un esempio da seguire per quanti con coraggio proseguono la lotta contro l'arroganza, la prepotenza e la violenza mafiosa. Il bisogno di legalità e la speranza degli italiani onesti crescono e si fortificano anche tenendo vivo il ricordo di uomini come il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, che, dalla lotta partigiana a quella contro terrorismo e mafia, fu sempre con generosità e competenza al servizio del suo Paese".

      Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in una dichiarazione.

      Mafia. Casellati: Libero Grassi esempio per ogni cittadino onesto


      "A distanza di 27 anni dal suo barbaro assassinio, l'insegnamento di Libero Grassi non ha perso il suo valore e la sua forza. L'impegno per la legalità, lo straordinario coraggio civile, l'inderogabile bisogno di non rinunciare mai alla sua dignità di uomo e di imprenditore, rappresentano un esempio per ogni cittadino onesto e per le future generazioni. La politica deve fornire strumenti, non solo legislativi, per contrastare quotidianamente l'incultura mafiosa e far sentire la sua vicinanza a chi, come accadde a Libero Grassi, si e' trovato troppo spesso solo e si e' dovuto trasformare in eroe per non cedere al ricatto".

      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Terremoto 2016. Casellati: politica si impegni per rinascita territorio

      "La politica deve impegnarsi a fondo per una piena e concreta rinascita del territorio devastato dal sisma che il 24 agosto di due anni fa sconvolse il Centro Italia. La ricostruzione non può prescindere dalla tutela dell'ambiente e dalla capacità di rendere adeguatamente sicuri gli edifici, valorizzando inoltre in modo finalmente efficace le ricchezze naturali, storiche e artistiche di una delle zone più belle del nostro Paese. E' questo il modo migliore per onorare la memoria delle 299 vittime e dare speranza a chi in pochi attimi perse ogni cosa."
      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Tragedia Pollino. Casellati: maggiore attenzione su ambiente e clima

      "La nuova tragedia del Pollino ci obbliga ad una sempre maggiore attenzione ai temi della sicurezza ambientale e dei cambiamenti climatici. I problemi legati al clima occupano oggi una parte centrale nello scenario della politica internazionale. Sono vicina ai familiari delle vittime e ringrazio quanti in maniera incessante stanno dando il loro fondamentale contributo nelle difficili operazioni di soccorso".
      E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Scomparsa Gaetano Gifuni. Presidente Casellati: Senato partecipa a dolore familiari

      "Il Senato della Repubblica partecipa al dolore dei familiari di Gaetano Gifuni. Segretario Generale del Senato per diciassette anni, ricoprì lo stesso prestigioso incarico al Quirinale e fu per pochi mesi ministro per i Rapporti con il Parlamento del Governo Fanfani. A Palazzo Madama si distinse per l'attenzione ai dettagli dell'organizzazione interna e per il forte senso dell'istituzione, oltre che per una costante vicinanza ai bisogni del personale. Il Senato e il nostro Paese gli devono molto".
      Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Genova. Presidente Casellati ringrazia Vigili del Fuoco, Forze dell'Ordine e soccorritori

      Al termine della cerimonia religiosa, il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, si è recata sul luogo del tragico crollo per ringraziare personalmente i Vigili del Fuoco, le Forze dell'Ordine e ogni singolo soccorritore. Stamattina, al suo arrivo a Genova, il Presidente Casellati ha incontrato in Regione il Governatore Giovanni Toti per fare il punto della situazione e per ribadire la totale disponibilità del Senato a ogni concreta iniziativa a sostegno di chi è stato così duramente colpito.

      Genova. Presidente Casellati telefona a Bucci e Toti ed esprime vicinanza del Senato: disponibile per ogni concreta iniziativa

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha testimoniato con una telefonata al Sindaco di Genova, Marco Bucci, e al Governatore della Liguria, Giovanni Toti, la sua vicinanza e quella del Senato della Repubblica per il tragico crollo del ponte autostradale che ha provocato tante vittime. Il Presidente Casellati sta seguendo con partecipe attenzione le operazioni di soccorso e si è dichiarata da subito disponibile a dare il suo contributo, e quello dell'Assemblea che rappresenta, per ogni concreta iniziativa a sostegno di chi è stato così duramente colpito.

      Casellati: Enzo Ferrari esempio del genio italico

      Enzo Ferrari e' stato un fulgido esempio del genio italico. Ricordarlo, a 30 anni dalla scomparsa, significa anche ricordare a noi stessi quanto il talento, la determinazione, l'impegno costante e una visione innovativa dei progetti siano fondamentali per realizzare qualsiasi sogno. Ferrari, capace di costruire il bello, considerato a ragione l'italiano più famoso nel mondo, seppe perseguire i suoi obiettivi con caparbietà e ingegno, mettendo in discussione, quando fu necessario, anche le sue scelte. Con la mente rivolta ad un unico traguardo: vincere. Perché, come il Drake di Maranello era solito ripetere, il secondo e' il primo dei perdenti. Una filosofia di vita che rappresentava una sfida con se' stesso e che gli consentì di conquistare in Formula 1 nove campionati del mondo piloti e otto costruttori. Un mito immortale, come, a distanza di 30 anni dalla morte, solo i miti possono continuare ad essere.

      Sant'Anna di Stazzema. Casellati: monito per le future generazioni

      "L'eccidio di Sant'Anna di Stazzema rappresenta una delle pagine più feroci del nazifascismo in Italia. A distanza di 74 anni il ricordo è ancora vivo nella memoria collettiva del nostro Paese e rappresenta un monito per le future generazioni. Beni preziosi come la libertà e la democrazia portano i segni di tante sofferenze e sono un patrimonio da difendere con l'impegno quotidiano di ognuno di noi. In questo giorno che rinnova il dolore sono vicina ai familiari delle vittime innocenti e a quanti oggi testimonieranno in ogni forma il loro 'no' a una crudeltà che si accanì anche sulle donne e su 130 bambini e che non può e non deve essere dimenticata".

      Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      De Michelis: Alberti Casellati, cultura italiana perde un maestro illuminato

      "Oggi la cultura italiana perde uno dei suoi più illuminati ed appassionati divulgatori ed il Veneto uno dei suoi personaggi più illustri. Esprimo il mio personale cordoglio e quello di tutto il Senato della Repubblica per l'improvvisa scomparsa di Cesare De Michelis, la cui brillante personalità ha animato per tanti anni il dibattito letterario del nostro Paese. Professore emerito dell'Università di Padova, De Michelis ha saputo interpretare in maniera autentica la professione di editore, dedicando la sua vita alla ricerca di nuovi talenti e portando in Italia, con la Marsilio, scrittori eccellenti del panorama internazionale. Lo ricordo con grande affetto per l'intuito spiccato con il quale riusciva a interpretare lo spirito del tempo. Le occasioni di incontro con De Michelis diventavano esperienze eccezionali di arricchimento intellettuale. Era un maestro che per il suo garbo, il suo senso critico, la sua curiosità verso la vita ci mancherà molto".

      Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Alberti Casellati: grazie a UVI più qualità e più risparmi nelle politiche pubbliche

      "Grazie alle attività di studio e di approfondimento dell'Ufficio Valutazione Impatto, che ho l'onore di presiedere, il Senato si è dotato di un innovativo e strategico strumento per migliorare ed implementare le politiche pubbliche".

      Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      "L'analisi sui percorsi più idonei per favorire l'aumento dei laureati - pubblicata nelle ultime ore - è solo l'ultima di una serie di qualificanti focus che consentono ad amministratori, cittadini e professionisti di accedere a valutazioni quantitative e qualitative sulle politiche pubbliche. Un'utilità già ampiamente dimostrata dal vero e proprio censimento effettuato sulle 720 agevolazioni fiscali, così come sugli effetti derivanti dall'abolizione del servizio di leva obbligatorio. Attraverso un'altra ricerca, sulla giungla delle aliquote marginali, abbiamo addirittura dimostrato come, oltre una certa soglia di reddito, non convenga lavorare e guadagnare di più, perché 100 euro di aumento comportano fino a 107 euro di nuove tasse".

      "È anche grazie a questo costante monitoraggio - ha concluso il Presidente Alberti Casellati - che il Senato ha già digitalizzato la propria attività legislativa, conseguendo risparmi per milioni di euro".

      Marcinelle: Alberti Casellati, monito perchè lavoro sia diritto tutelato e protetto

      "A 62 anni dalla tragedia di Marcinelle, è indelebile il ricordo dei nostri connazionali che persero la vita nella miniera del Bois du Cazier, tutti partiti dalle loro terre in cerca del lavoro che un'Italia martoriata dal conflitto mondiale non poteva offrire. La memoria di quel tragico giorno è legata a doppio filo al sentimento di solidarietà che è alla base della nostra comunità nazionale. È un monito per le future generazioni: affinché riflettano sugli sforzi e sui sacrifici patiti da chi ci ha preceduti. E lo è anche per le istituzioni: perché il lavoro sia veramente un diritto per tutti, un diritto che va garantito, tutelato, protetto".
      Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in un messaggio inviato in occasione della cerimonia di commemorazione della tragedia di Marcinelle.

      Incidenti Bologna e Foggia: dichiarazione del Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati

      Sono vicina ai familiari delle vittime dei due tragici incidenti avvenuti oggi a Bologna e a Foggia. Il tema della sicurezza sulle nostre strade deve essere una delle priorità del dibattito politico. Spero che si faccia presto piena luce sulla dinamica degli eventi. Ringrazio le forze dell'ordine per quanto hanno fatto in queste drammatiche ore e auguro a quanti sono rimasti feriti una pronta e totale guarigione.

      Giornata mondiale contro la tratta degli esseri umani: dichiarazione del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      La tratta degli esseri umani è un crimine odioso che va contrastato con ogni mezzo. In occasione della Giornata mondiale, istituita cinque anni fa dalle Nazioni Unite, l'auspicio è che presto questo dramma, che coinvolge donne, uomini e milioni di bambini nel mondo, possa rappresentare solo una vergogna del passato. L'obiettivo dichiarato è quello di eliminare ogni schiavitù entro il 2030. Non solo attraverso la prevenzione, ma anche con la cooperazione di tutti gli Stati che hanno a cuore la democrazia e la libertà. Per sconfiggere in via definitiva un fenomeno scellerato che dovrebbe toccare la coscienza di ogni singolo individuo, ma soprattutto per azzerarlo con l'impegno costante dell'intera comunità internazionale. Senza distinzioni e senza alcuna forma di egoismo, con una solidarietà in grado di superare barriere ideologiche e culturali.

      Daisy Osakue vittima di aggressione: dichiarazione del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      Sono vicina con affetto a Daisy Osakue, l'atleta della nazionale italiana di origine nigeriana, vittima di un'aggressione a Moncalieri. L'ennesimo episodio vile, che denota anche inciviltà e ignoranza. Sono certa che le forze dell'ordine sapranno presto individuare gli autori e fare piena chiarezza su ogni aspetto della vicenda. La violenza va sempre condannata, a maggior ragione quando potrebbe avere odiose motivazioni razziali. Auguro a Daisy, primatista italiana under 23 del lancio del disco, che onora il nostro Paese negli scenari internazionali, di ristabilirsi prontamente e di dimenticare presto questa brutta esperienza.

      Anniversario omicidio giudice Chinnici: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      "Ricordare Rocco Chinnici, a distanza di trentacinque anni dal barbaro attentato in cui morirono anche due uomini della scorta e il portiere dello stabile dove abitava, significa onorare la memoria di un uomo che fece della lotta alla mafia l'impegno di una vita. Il suo rigore professionale, che lo portò alla guida dell'Ufficio Istruzione del Tribunale di Palermo, la sua straordinaria intuizione di creare il famoso pool antimafia, che divenne un esempio da seguire perfino oltre Oceano, la certezza che la lotta alle mafie si costruisce con la trasmissione di valori di legalità alle future generazioni sono insegnamenti tuttora preziosi. Senza una nuova coscienza, come sosteneva Chinnici con parole attuali, noi da soli non ce la faremo mai. Un messaggio di speranza che rivive attraverso l'impegno e il coraggio di tanti uomini dello Stato che continuano ogni giorno la lotta alla mafia con l'identico ed esemplare senso delle istituzioni che animò il lavoro del magistrato siciliano. In questo giorno di commemorazione , che rinnova il dolore per i familiari delle vittime, sono a loro vicina con affetto sincero, anche a nome del Senato della Repubblica".

      Senato "Plastic free": dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      "Il Senato scende in campo attivamente nella sfida del "Plastic free". Ho chiesto all'Amministrazione di impegnarsi ad eliminare la plastica usa e getta, grave fonte di inquinamento. Gli uffici hanno già ricevuto indicazioni per sostituire i bicchieri di plastica con quelli biodegradabili, mentre i diversi fornitori saranno chiamati ad utilizzare imballaggi a ridotto impatto ambientale. Un criterio che impronterà i capitolati delle gare presenti e future.
      A Palazzo Madama, tra l'altro, presso la maggior parte dei distributori di alimenti e bevande sono già presenti contenitori per la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica.

      Il Senato è impegnato da anni a ridurre l'impatto ambientale delle sue attività. Quasi tutti i corpi illuminanti sono a basso consumo e l'energia elettrica acquistata proviene da fonti rinnovabili. Inoltre, il magazzino situato nella periferia di Roma, dotato di un impianto fotovoltaico, è completamente autonomo, mentre il 60% degli automezzi utilizzati dal Senato sono a trazione elettrica o ibrida plug-in. All'esterno di Palazzo Madama sono infatti installate quattro colonnine per la loro ricarica". Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Incendi Grecia. Dichiarazione del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      Le immagini che arrivano dalla regione di Atene, devastata dagli incendi dalla notte di lunedì, sono impressionanti e dolorose. Due nostri Canadair sono in terra ellenica dalla serata di ieri e ho appena appreso che stanno già dando il loro fattivo contributo alle operazioni di spegnimento. Un esempio di concreta solidarietà europea da parte del nostro Paese, a conferma anche del profondo legame che esiste tra il popolo italiano e quello greco, così duramente colpito. Il Senato della Repubblica e' vicino alle famiglie delle tante vittime e a quanti sono rimasti feriti a causa di questa immane tragedia.

      Scomparsa Sergio Marchionne: il cordoglio del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      Sergio Marchionne è stato un manager eccellente, un uomo illuminato, un grande italiano. Con lui scompare un protagonista indiscusso della produttività italiana nel mondo, esempio di laboriosità, di creatività e di lungimiranza. La sua forza sono state le sue radici, la sua famiglia, che in tante occasioni pubbliche amava ricordare come esempio di rettitudine, di senso del dovere e di coraggio. A Marchionne l'Italia deve molto. Ha capito prima di chiunque altro che in un mercato globale e globalizzato la Fiat non poteva sopravvivere a se stessa senza un cambiamento radicale e un salto che le facesse varcare i confini nazionali, rilanciando la produzione e internazionalizzando l'azienda. Una sfida affrontata e vinta, ma mantenendo sempre un radicamento forte nel nostro Paese, riuscendo perfino a portare l'America in Italia. È stato un personaggio di assoluto valore che mancherà molto. Il mio auspicio è che i frutti delle sue scelte e delle sue intuizioni non vengano dispersi ma possano continuare a vivere per il bene di Fca, dei lavoratori italiani e di tutto il Paese. Ai familiari e alla famiglia Agnelli-Elkann desidero esprimere i sensi del mio profondo cordoglio per la perdita di un amico, un padre e un compagno straordinario.

      Il Presidente del Senato Alberti Casellati domani al Tempio Maggiore di Roma

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, visiterà domani alle ore 10 il Tempio Maggiore di Roma, dove sono previsti colloqui con il Presidente della Comunità Ebraica della Capitale, Ruth Dureghello, il Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche in Italia (Ucei), Noemi Di Segni, e il Rabbino Capo di Roma, Riccardo Di Segni. Alle ore 10.30 avrà luogo l'incontro pubblico nel Tempio Maggiore con la Comunità Ebraica e i giornalisti. Al termine, il Presidente del Senato visiterà in forma privata il Museo Ebraico.

      Cerimonia del "Ventaglio": mercoledì 25 il Presidente Alberti Casellati incontra la Stampa Parlamentare

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, incontrerà i giornalisti della Stampa Parlamentare dopodomani, mercoledì 25 luglio, alle ore 11 a Palazzo Giustiniani per la tradizionale cerimonia del "Ventaglio".

      L'incontro sarà trasmesso in diretta dal canale YouTube e dalla Webtv del Senato.

      Nota per le segreterie di redazione

      Le richieste di accredito vanno inviate per e-mail all'indirizzo accrediti.stampa@senato.it; per fotografi e operatori radio-tv le richieste devono contenere i dati anagrafici completi, gli estremi del documento di identità, l'indicazione della testata di riferimento. Le richieste dei giornalisti non iscritti all'Associazione Stampa Parlamentare devono indicare il numero del tesserino dell'Ordine dei Giornalisti. L'ingresso a Palazzo Giustiniani avverrà da via della Dogana Vecchia 29.

      Compleanno Mattarella: gli auguri del Presidente Alberti Casellati

      In occasione del suo compleanno, formulo gli auguri più affettuosi al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il suo equilibrio, la sua saggezza, il suo radicato senso delle istituzioni sono una straordinaria garanzia per ogni cittadino italiano. La nostra Costituzione trova in lui un fedele interprete e l'autentica espressione dei suoi valori. Buon compleanno, Presidente, anche a nome di tutto il Senato della Repubblica.

      Anniversario assassinio giudice Borsellino: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Paolo Borsellino e' un eroe civile, un simbolo della lotta alla mafia, ma prima di questo fu un uomo onesto, integerrimo, fedele ai principi costituzionali dello Stato. Il modo migliore per onorarlo oggi, assieme ai ragazzi della sua scorta, e' quello di mantenerne vivi gli insegnamenti, continuare con impegno rigoroso e quotidiano la sua missione di giustizia e scrivere una pagina definitiva di verità e di riflessione su una tragedia che ha segnato l'esistenza di ognuno di noi.

      Presidente Alberti Casellati: auguri di buon lavoro al neo Presidente della Giunta elezioni e immunità

      "Saluto l'elezione del senatore Maurizio Gasparri alla guida della Giunta per le immunità e le elezioni di Palazzo Madama. Sono certa che svolgerà il suo compito con impegno costante. Buon lavoro al presidente Gasparri e a tutti i componenti della Giunta". Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, oggi in Aula.

      Presidente Alberti Casellati: auguri di buon lavoro ai neo Presidenti di Vigilanza Rai e Copasir

      "Auguri di buon lavoro al senatore Alberto Barachini, neo presidente della Vigilanza Rai, e al deputato Lorenzo Guerini, eletto al vertice del Copasir. Sono certa che svolgeranno il loro delicato e impegnativo compito con le riconosciute doti di equilibrio". Così in Aula il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in apertura della seduta odierna.

      Presidente del Senato Alberti Casellati interviene all'inaugurazione della nuova area della clinica di Oncoematologia pediatrica dell'Ospedale di Padova

      "Voi tutti, a partire dai volontari di 'Team For Children', insieme ai medici, agli infermieri, agli assistenti e ovviamente ai genitori, siete un bellissimo esempio di solidarietà, di positività pur nelle tante difficoltà, di speranza e di voglia di non fermarsi".
      Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, intervenuta questa mattina all'inaugurazione della "teen zone" della clinica di Oncoematologia pediatrica dell'Ospedale di Padova.

      "Spazi come quello che inauguriamo oggi - ha aggiunto il Presidente Alberti Casellati - vanno nella giusta direzione di restituire umanità ai luoghi di cura. È importantissimo creare aree di condivisione, di comunanza, di solidarietà dove i nostri ragazzi possano sentirsi liberi di vivere, di sognare, di progettare e di farlo stando però sempre insieme. È proprio per questo che la presenza oggi delle Istituzioni rappresenta un segnale importante di vicinanza e di attenzione nei confronti dei ragazzi e di chi, ogni giorno, lavora per una sanità sempre più vicina alle esigenze delle persone. Un'offerta sanitaria di assoluta eccellenza che abbiamo il dovere di preservare, sostenere, incentivare".

      "Grazie ancora una volta per quello che fate - ha concluso il Presidente del Senato -. Grazie per l'impegno quotidiano, fatto di piccoli gesti silenziosi e di grandi progetti diventati realtà come questo.
      Grazie soprattutto ai ragazzi che con la loro presenza arricchiscono la nostra vita. Insieme siamo più forti. Insieme ce la possiamo fare".

      Solidarietà del Presidente del Senato Alberti Casellati al capo redattore del Gazzettino Gervasutti

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, esprime solidarietà e ferma condanna per il gravissimo atto intimidatorio ai danni del capo redattore del Gazzettino di Venezia, Ario Gervasutti, e della sua famiglia. Nel manifestare la sua vicinanza e quella del Senato, il Presidente Casellati ha auspicato che si possa fare quanto prima piena luce su questo preoccupante episodio.

      Morte dell'appuntato scelto dei Carabinieri Antonino Modica: il cordoglio del Presidente del Senato

      Sono vicina con affetto, anche a nome dell'intero Senato della Repubblica, ai familiari dell'appuntato scelto Antonino Modica, che nell'adempimento del proprio dovere ha perso la vita in provincia di Rovigo. Esprimo in questo triste giorno sentimenti di profondo cordoglio anche al Comandante Generale dei Carabinieri, Giovanni Nistri, e a tutti gli uomini dell'Arma.

      Caporalmaggiore Giordano morto in Pakistan: il cordoglio del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      Sono vicina alla grande famiglia dell'Esercito italiano, e in particolare al Corpo degli Alpini, in questo momento di grande dolore. L'incidente, durante una spedizione militare di alta montagna in Pakistan, che e' costato la vita al caporalmaggiore scelto Maurizio Giordano, ha profondamente colpito l'intera comunità nazionale. Ai familiari e agli amici del graduato degli alpini va il mio sincero cordoglio e quello del Senato della Repubblica.

      Morto alpino in Pakistan: il cordoglio della Presidente Commissione Difesa Senato

      "La morte del Caporal Maggiore scelto Maurizio Giordano ci riempie di tristezza. Alla sua famiglia, all'Esercito e al Corpo degli Alpini, tutta la vicinanza e il cordoglio miei e di tutti i componenti della Commissione Difesa del Senato". Cosi' la Presidente della Commissione Difesa del Senato, Donatella Tesei dopo aver appreso della morte del militare italiano in Pakistan.

      Presidente Alberti Casellati riceve il giudice della Corte Suprema Usa Ruth Bader Ginsburg

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi pomeriggio in forma privata il giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Ruth Bader Ginsburg. L'incontro, che si è tenuto a Palazzo Madama, fa seguito alla visita che il Presidente Alberti Casellati ha effettuato alla Corte Suprema nel corso della sua recente missione istituzionale negli Stati Uniti.

      Scomparsa Carlo Vanzina: il cordoglio del Presidente del Senato, Alberti Casellati

      Con la scomparsa di Carlo Vanzina il nostro cinema perde un personaggio tra i più amati dal pubblico. Figlio del grande Steno, seppe interpretare la realtà del nostro Paese con una comicità schietta e senza fuorvianti intellettualismi. Alla sua famiglia e ai suoi amici esprimo il mio personale cordoglio e quello del Senato della Repubblica.

      Vitalizi. Consiglio di Presidenza del Senato: acquisizione di documentazione e ulteriori approfondimenti

      Il Consiglio di Presidenza del Senato ha acquisito gli atti elaborati dalla Camera dei deputati insieme alla relazione documentata del Collegio dei Senatori Questori sulla questione dei vitalizi. Il Consiglio ha condiviso la necessità di ulteriori approfondimenti sulle modalità di ricalcolo - anche attraverso l'audizione del Presidente dell'Inps Tito Boeri -, nonché l'acquisizione di un parere da parte del Consiglio di Stato.

      Senato: sabato 7 luglio aperto al pubblico

      Sabato 7 luglio 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle ore 18.00. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle ore 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android, iOS e Windows Mobile.

      Visita ufficiale del Presidente del Senato negli Stati Uniti

      Sta per terminare il viaggio istituzionale del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Nel corso del viaggio, iniziato il 26 giugno e incentrato su due tappe principali, a Washington e a New York , il Presidente Casellati ha incontrato a Washington alcuni giudici della Corte Suprema, la leadership del Congresso e vari Presidenti delle Commissioni del Senato, mentre a New York ha avuto incontri con il Presidente dell'Assemblea generale dell'Onu, Miroslav Lajčák, e con Antonio Guterres, Segretario generale delle Nazioni Unite. A seguire, la fittissima agenda ha visto tra gli altri impegni, l'appuntamento con la Comunità italiana negli Usa, l'inaugurazione del padiglione Italia del Summer Fancy Food, la visita a Wall Street e quella a Ground Zero, dove il Presidente Casellati ha deposto una corona di fiori davanti al Memoriale dell'11 settembre. Ieri sera, infine, in forma strettamente privata, il Presidente del Senato ha assistito al concerto diretto dal figlio in Central Park, un omaggio all'Italia nel cuore di New York, dove Alvise Casellati ha la residenza. Oggi, dopo altri incontri istituzionali al Consolato e all'Istituto di Cultura italiano, il Presidente fara' ritorno in Italia.

      Il Presidente Alberti Casellati da domani negli Stati Uniti

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, sarà da domani negli Stati Uniti per una serie di incontri istituzionali. Il viaggio è incentrato su due tappe principali: a Washington dal 26 al 29 giugno e a New York dal 29 giugno al 2 luglio. Il Presidente Casellati incontrerà a Washington alcuni giudici della Corte Suprema, la leadership del Congresso e vari Presidenti delle Commissioni del Senato, mentre il 29 giugno a New York sono in programma gli incontri alle 12 con il Presidente dell'Assemblea generale dell'Onu, Miroslav Lajčák, e alle 16.15 con Antonio Guterres, Segretario generale delle Nazioni Unite. A seguire, la fittissima agenda prevede, tra gli altri impegni, l'appuntamento con la Comunità italiana negli Usa, l'inaugurazione del padiglione Italia del Summer Fancy Food, la visita a Wall Street e quella a Ground Zero, dove il Presidente Casellati deporrà una corona di fiori davanti al Memoriale dell'11 settembre.

      Esame di maturità: dichiarazione del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      L'esame di maturità che tante ragazze e tanti ragazzi stanno affrontando in questi giorni e' una tappa importante nella vita di ogni persona. Un appuntamento che contribuisce a formare il carattere e insegna ad affrontare con coraggio e determinazione le tante, e quasi sempre più impegnative, sfide future. Ho grande fiducia nelle nuove generazioni, che hanno a disposizione strumenti di conoscenza e opportunità un tempo sconosciute, e sono convinta che la politica debba fare di più, e più a fondo, per garantire al merito e all'impegno cittadinanza stabile nel nostro Paese. In bocca al lupo, ragazzi, un altro piccolo sforzo e la maturità sarà solo un ricordo. Di quelli che non svaniscono e ti accompagnano per tutta la vita.

      Premio "Calabria nel mondo" al Presidente Alberti Casellati

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto ieri il premio "Calabria nel mondo". L'ambito riconoscimento le e' stato conferito dall'onorevole Peppino Accroglianò, Presidente dell'Associazione calabresi nel mondo, in una cerimonia che si è svolta a Roma all'Antico Circolo Tiro a Volo. Il presidente Casellati, in un breve indirizzo di saluto, ha sottolineato il forte legame con la Calabria, terra della sua famiglia di origine, luogo degli affetti e di valori radicati che ne hanno guidato l'esperienza umana, professionale e politica.

      Accademia Lincei. La Vice Presidente Taverna rappresenta il Senato a chiusura Anno Accademico

      La Vice Presidente Paola Taverna, rappresenterà il Senato della Repubblica alla Adunanza Solenne dell'Accademia Nazionale dei Lincei a chiusura dell'Anno Accademico.

      La cerimonia si terrà domani, alle ore 12, a Palazzo Corsini, in Roma.

      Elezione Uffici Presidenza Commissioni permanenti: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Auguri di buon lavoro ai Presidenti, ai Vicepresidenti, ai Segretari e a tutti i membri delle Commissioni permanenti che oggi si sono costituite. Il nuovo Regolamento del Senato assegna loro un ruolo ancora più delicato e fondamentale nell'iter legislativo. Sono certa che sapranno svolgere il loro compito con impegno e serietà, contribuendo al buon funzionamento di assemblee che esaltano le competenze specifiche di ognuno e offrono da sempre un modello di costruttivo confronto.

      Il Presidente Alberti Casellati riceve il Primo Ministro dell'Afghanistan

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama il Primo Ministro della Repubblica Islamica dell'Afghanistan, Abdullah Abdullah.

      Riunione dei Senati d'Europa: Presidente Alberti Casellati incontra Presidente del Senato francese

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha incontrato a Bucarest, nell'ambito della riunione dei Senati d'Europa, il suo omologo francese Gérard Larcher. Al centro del bilaterale, che è durato novanta minuti, la condivisione di valori e principi dell'azione europea, non solo a livello di scambi economici e commerciali, ma anche sui temi culturali e su questioni urgenti come l'immigrazione. Larcher ha invitato il Presidente Casellati a continuare uno stretto rapporto in sede parlamentare su questi temi e a recarsi a Parigi quale ospite del Senato francese.

      Scomparsa Ettore Romoli: il cordoglio del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

      Sono vicina ai familiari e agli amici di Ettore Romoli, scomparso la notte scorsa a Udine. Politico di straordinario valore, ha saputo sempre interpretare il suo ruolo con spirito di servizio e passione autentica. Sia da parlamentare, fu senatore della Repubblica nella XII legislatura e poi deputato, sia da apprezzato sindaco di Gorizia e infine come presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia. Il mondo della politica e quello delle autonomie perdono un riferimento importante e io un amico personale.

      Senato. Il Presidente Alberti Casellati riceve il Ministro dell'Ambiente

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama il Ministro dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa.

      Senato. Il Presidente Alberti Casellati riceve il Ministro della Difesa

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.

      Il Presidente Alberti Casellati riceve il Segretario generale della Uil Barbagallo

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama una delegazione della Uil nazionale, guidata dal Segretario generale Carmelo Barbagallo e composta dai Segretari confederali Pierpaolo Bombardieri e Guglielmo Loy e dal Capo Segreteria del Segretario generale Alfonso Cirasa.

      Al centro del colloquio - richiesto dalla Uil per illustrare i temi del proprio imminente congresso nazionale - la sicurezza sul lavoro, lo sviluppo economico e la riforma fiscale proposta dal sindacato per favorire l'occupazione e aumentare il potere d'acquisto dei lavoratori.

      Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Sono circa 218 milioni i lavoratori minori in tutto il mondo. Una cifra impressionante e drammatica che ci dà la reale dimensione globale di un fenomeno che è concentrato soprattutto nei continenti più poveri del pianeta, ma è presente anche in Europa e nel nostro Paese. Bambini, spesso molto piccoli, ai quali viene negata l'infanzia e la possibilità di un futuro migliore.

      In occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile, mi auguro che ogni parte politica, in ogni Stato, favorisca e metta in campo iniziative concrete per contrastare la vergogna di questa moderna schiavitù, perpetrata ai danni di chi dovrebbe vivere con gioia e serenità la stagione più bella della sua vita, circondato costantemente dagli affetti familiari e aiutato a sviluppare i suoi talenti e la sua personalità anche in ambito scolastico.

      La lotta al lavoro minorile deve dunque essere un obiettivo di tutti e ogni società che voglia sentirsi veramente civile, ogni azienda nel mondo che voglia costruirsi un'immagine positiva, che non si limiti allo spot televisivo o alla pubblicità ad effetto, deve impegnarsi per raggiungerlo.

      Il Presidente Alberti Casellati riceve il Presidente del Parlamento Centroamericano

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama il Presidente del Parlamento Centroamericano, Tony Raful Tejada.

      Il cordoglio del Presidente Alberti Casellati per la morte dell'operaio ferito nell'incidente alle Acciaierie Venete

      La morte di uno degli operai feriti nel grave incidente alle Acciaierie Venete di Padova mi rattrista profondamente. Nell'esprimere il mio cordoglio alla moglie, alla figlia e ai tanti suoi colleghi che dal 13 maggio scorso non hanno fatto mai mancare la loro vicinanza, rinnovo il mio impegno per stimolare il Parlamento ad affrontare l'emergenza sociale delle morti bianche. Garantire la sicurezza e la vita sui luoghi di lavoro deve essere l'impegno di tutti, in maniera rapida, efficace e trasversale.

      Scomparsa Pierre Carniti: il cordoglio del Presidente Alberti Casellati

      Con la morte di Pierre Carniti scompare un'icona del nostro sindacalismo. Un uomo di saldi principi che svolse il suo difficile compito in una stagione di aspri conflitti sociali e seppe far prevalere sempre le ragioni del buon senso. Sia quando ricercò la strada dell'unità, sia quando il suo dissenso costruttivo fu artefice del cambiamento. Eurodeputato per due legislature, senatore, Carniti rappresenta un esempio per quanti ancora oggi si propongono di comprendere i mutamenti della società, anticipare il futuro e indirizzarne il percorso. Ai suoi familiari e ai suoi tanti amici, spesso compagni di battaglie sindacali e politiche, esprimo il mio sincero cordoglio e quello dell'intero Senato della Repubblica.

      Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      IIl 204esimo anniversario della Fondazione dell'Arma è l'occasione per rinnovare sentimenti di stima e riconoscenza a tutti i carabinieri impegnati quotidianamente per la sicurezza di ognuno di noi. Donne e uomini che non si risparmiano, nelle piccole stazioni come nei Comandi più importanti, e rappresentano punti di riferimento insostituibili per l'intera collettività. La loro presenza costante sul territorio, la loro dedizione, il tratto di garbo e umanità, sono linfa vitale e vero e proprio ossigeno di democrazia, pace e legalità. Un pensiero speciale in questo giorno di festa voglio poi dedicare ai militari dell'Arma che hanno perso la vita nell'adempimento eroico del loro dovere e a quanti onorano oggi l'Italia nelle missioni all'estero. Il mio cuore, nel ricordo commosso e nell'orgoglio tricolore che sempre mi emoziona, è con loro ogni giorno.

      L'Italia Costituzionale. Una storia per immagini dalle raccolte del Senato

      Mostra a Palazzo Giustiniani dal 2 al 10 giugno
      Venerdì 1 giugno l'inaugurazione con i Presidenti Alberti Casellati e Fico

      "Nel settantesimo anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione italiana, ritengo doveroso che le Istituzioni concorrano ad approfondirne la conoscenza, in Italia e all'estero. L'Italia 'costituzionale' è allo stesso tempo 'storia' e 'prospettiva', perché la certezza e la stabilità della Costituzione sono in definitiva l'unica garanzia di equilibrio tra autorità e libertà sul quale poggia il senso, l'esistenza, il futuro della comunità". Con queste parole, il Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati presenta l'iniziativa del Senato per la Festa della Repubblica, che quest'anno coincide con il settantesimo anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione.

      Dal 2 al 10 giugno Palazzo Giustiniani apre le porte al pubblico - tutti i giorni, con ingresso libero dalle 10 alle 18 - per la mostra "L'Italia Costituzionale. Una storia per immagini dalle raccolte del Senato".

      La mostra sarà inaugurata domani, venerdì 1° giugno, dal Presidente del Senato Alberti Casellati, alle ore 11,30. Saranno presenti il Presidente della Camera, Roberto Fico, e il Vice Presidente della Corte Costituzionale, Mario Rosario Morelli.

      La mostra ricostruisce il lungo cammino degli italiani da sudditi a cittadini, dal tardo Settecento all'età contemporanea, utilizzando documenti, bandiere, ritratti, opere artistiche, oggetti di valore storico, fotografie, giornali d'epoca e libri antichi. Dalle prime Costituzioni pre-unitarie allo Statuto Albertino, fino all'Assemblea Costituente e alla Carta Costituzionale, firmata proprio a Palazzo Giustiniani il 27 dicembre 1947.

      I materiali esposti provengono per la quasi totalità dalle raccolte appartenenti al Senato della Repubblica. Alcuni documenti originali sono stati prestati da altre Istituzioni: ad esempio, l'originale dello Statuto Albertino del 1848, che proviene dall'Archivio di Stato di Torino, o il primo Tricolore italiano, della Repubblica Cispadana, proveniente dal Museo del Tricolore di Reggio Emilia. Sono invece custoditi dall'Archivio Storico del Senato documenti e oggetti di particolare valore, esposti in questa occasione, come i giuramenti dei sovrani Umberto I e Vittorio Emanuele III, e i tavolini su cui essi furono firmati. La Sala Zuccari ospita i documenti che testimoniano i difficili anni della transizione costituzionale, in modo particolare il lungo e complesso lavoro dell'Assemblea Costituente, testimoniato dai documenti, in alcuni casi autografi, provenienti dall'Archivio della stessa Costituente. Il percorso prosegue raccontando l'approvazione della Costituzione italiana e la cerimonia della sua promulgazione a Palazzo Giustiniani.

      Scomparsa di Alberto Mieli: il cordoglio del Presidente Alberti Casellati

      Desidero esprimere ai familiari e all'intera Comunità ebraica i sensi del mio profondo cordoglio e quello del Senato della Repubblica per la scomparsa di Alberto Mieli. Perdiamo uno dei testimoni più attivi dell'Olocausto. In tante occasioni pubbliche ha saputo raccontare gli orrori di Auschwitz, che aveva impressi indelebili nell'animo e nel corpo, pur riuscendo a mantenere uno sguardo di speranza verso il futuro e trasmettendo sempre un messaggio positivo alle nuove generazioni. Ci lascia con un grande insegnamento che abbiamo il dovere di preservare e tramandare: il valore della memoria.

      Il Presidente Alberti Casellati incontra il Presidente della Repubblica di Croazia

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha incontrato oggi a Palazzo Madama il Presidente della Repubblica di Croazia, Kolinda Grabar-Kitarovic.
      Al centro del colloquio, i rapporti economici, politici e culturali tra i due Paesi e l'idea condivisa che il problema dei flussi migratori vada affrontato a livello dell'Unione Europea.

      Anniversario strage di Piazza della Loggia: messaggio del Presidente del Senato al Sindaco di Brescia

      Signor Sindaco,
      in occasione dell'anniversario della strage di Piazza della Loggia, sento in modo ineludibile il dovere di rappresentare a lei e alla città di Brescia la vicinanza e la solidarietà mie personali e dell'Assemblea che ho l'onore di presiedere.
      La tragedia che ha colpito la sua città è stata un colpo drammatico che si è voluto infliggere a tutta la democrazia italiana: far esplodere una bomba durante una grande manifestazione di popolo non è solo un vile e inqualificabile atto di barbarie, è soprattutto un messaggio brutale all'intero Paese. È un'intimidazione contro la partecipazione alla vita collettiva della Nazione, contro la scelta dei cittadini di impegnarsi per un interesse comune.
      Il 28 maggio del 1974 il terrorismo stragista ha mostrato ancora una volta il proprio volto di convitato di pietra della nostra storia. Non si cancelleranno mai dalla nostra memoria le immagini drammatiche catturate negli istanti successivi l'esplosione: il dolore, la paura, lo sconforto più cupo, il caos nella piazza e nelle anime di chi fu colpito.
      Eppure la forza apparentemente invincibile dell'eversione è stata sconfitta non solo dalla ferma reazione delle Istituzioni, ma anche dalla fiducia e dall'impegno dei cittadini, che non hanno mai mancato di tenere vivi i principi e i valori fondanti dell'ordinamento democratico, facendo ancora una volta di Brescia la leonessa d'Italia.
      La memoria è una risorsa fondamentale contro il risorgere di vecchi fantasmi e per l'edificazione di una cultura della legalità che dia nuova linfa vitale alla nostra convivenza civile.
      Con questa convinzione e unitamente ai miei saluti più cari, giungano a lei, all'Associazione dei familiari delle vittime, a tutta la cittadinanza di Brescia i sentimenti più vivi della mia considerazione.

      Incidente treno: il cordoglio del Presidente Alberti Casellati

      Esprimo il mio personale cordoglio e quello del Senato della Repubblica ai familiari delle vittime dello scontro tra un Tir e un treno avvenuto a un passaggio a livello a Caluso, sulla linea Torino- Ivrea-Aosta. Ai feriti coinvolti nel tragico incidente va invece il sincero augurio di una pronta e completa guarigione.

      Sintesi del messaggio del Presidente Alberti Casellati al Presidente della Fondazione Falcone, Prof.ssa Maria Falcone

      "Desidero esprimere il senso della mia personale gratitudine per l'organizzazione di tutte le iniziative che vedranno, nella giornata di oggi, la conclusione di progetti educativi dall'altissimo ed insostituibile valore morale. Per me, per l'intero Paese, il progetto della Fondazione Falcone "Angeli custodi: l'esempio del coraggio, il valore della memoria" deve tradursi quotidianamente in impegni concreti, ispirazione, forza interiore. Anche per questo è indispensabile continuare a collaborare per diffondere la conoscenza di chi, per senso dello Stato, di giustizia e di libertà ha sacrificato la propria vita. Trasmettere ai giovani l'insegnamento morale di Giovanni, Paolo e Francesca, ed il sacrificio di Rocco, Antonio, Vito, Agostino, Walter Eddie, Vincenzo, Emanuela e Claudio è un dovere che le Istituzioni, a partire da quella che ho l'onore di presiedere, devono assolvere con massimo impegno, nell'interesse delle future generazioni, perché è soprattutto a loro che Giovanni Falcone guardava nella sua costante azione di contrasto alla mafia e alla criminalità organizzata".

      Il Presidente Alberti Casellati riceve la Segretaria della Cisl Furlan

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama una delegazione della Cisl composta dalla Segretaria Generale Annamaria Furlan, dal Segretario Confederale Ignazio Ganga e da Lorenzo Lusignoli del Dipartimento Fisco e Previdenza.

      Al centro del colloquio, la proposta di legge di iniziativa popolare per la riforma del fisco, promossa dalla Cisl, che prevede un particolare sostegno per le famiglie, la crescita dell'occupazione, il rapporto con l'Europa e il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro.

      Anniversario omicidio D'Antona: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Sono passati 19 anni dalla morte del professor Massimo D'Antona, barbaramente ucciso dalle Nuove Brigate Rosse il 20 maggio 1999, ma le sue idee restano ancora vive nel dibattito politico e sindacale del nostro Paese. Uomo mite e riservato, studioso ascoltato e apprezzato, D'Antona seppe interpretare le trasformazioni del mondo del lavoro e mise la sua esperienza al servizio dello Stato con infaticabile laboriosità e creativa generosità. A Olga D'Antona, moglie e donna coraggiosa, che anche da parlamentare si è battuta con impegno e coerenza di valori, esprimo la mia vicinanza in questo giorno che rinnova un insuperabile dolore.

      Il Presidente Alberti Casellati riceve il Segretario della Cgil Camusso

      Il Presidente Alberti Casellati con il Segretario Generale della Cgil Susanna Camusso

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama una delegazione della Cgil composta dal Segretario Generale Susanna Camusso e dai Segretari Confederali Maurizio Landini e Tania Sacchetti.
      L'incontro era stato chiesto dallo stesso Segretario Generale della Confederazione Generale Italiana del Lavoro per poter illustrare la "Carta dei diritti universali del lavoro", una proposta di legge di iniziativa popolare per la cui presentazione il sindacato ha raccolto più di un milione di firme.
      Il Presidente del Senato Alberti Casellati ha ribadito la propria massima attenzione ai temi della sicurezza sui luoghi di lavoro, negli ultimi giorni tornati al centro delle cronache a seguito di drammatici incidenti.

      Il Senato aderisce alla "Notte dei Musei": sabato 19 maggio apertura straordinaria di Palazzo Madama

      Il Senato della Repubblica aderisce all'iniziativa "Notte dei Musei", con l'apertura straordinaria al pubblico di Palazzo Madama dalle ore 20 alle ore 24 di sabato 19 maggio. Le visite, gratuite e della durata di circa un'ora, sono curate da personale del Senato, che illustra i principali aspetti storici, artistici e istituzionali delle sale di rappresentanza e dei luoghi più suggestivi di Palazzo Madama.

      L'ingresso è in Piazza Madama 11. A partire dalle ore 19, ciascun visitatore potrà richiedere, fino ad esaurimento, un massimo di due biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 20 e le 24 con intervalli di trenta minuti.

      Giornata internazionale della famiglia. Dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      La famiglia e' il nutrimento vitale della società, il manifesto di valori che educa fin dall'infanzia a vincoli di solidarietà e di amore. Festeggiarne oggi la Giornata internazionale e' dunque molto di più di una semplice celebrazione. Significa credere al ruolo propulsivo della famiglia nella costruzione del bene comune. Mi auguro che le istituzioni a tutti i livelli si adoperino per interventi mirati e concreti.

      Due operai morti a La Spezia: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      La morte di due operai in un cantiere navale a La Spezia dimostra una volta di più che siamo di fronte ad un dramma sociale che esige risposte concrete dalle istituzioni. Al di là delle valutazioni numeriche, che fanno registrare negli ultimi due anni una negativa e pericolosa inversione di tendenza, appare sempre più necessario intervenire in maniera efficace sotto il profilo della prevenzione e degli investimenti in sicurezza. Abbiamo l'obbligo di puntare all'obiettivo di ridurre drasticamente le morti bianche nel nostro Paese. Il luogo di lavoro deve essere un luogo sicuro. Mi auguro che tutti facciano la loro parte. La vicinanza ai familiari delle vittime, quella che anch'io sentitamente esprimo oggi, non può restare una forma vuota, ma deve riempirsi di progetti e di azioni concrete.

      Incidente Gioia del Colle. Il cordoglio del Presidente Alberti Casellati per la morte del maresciallo Carbone

      Esprimo, anche a nome del Senato della Repubblica, sentimenti di sincero cordoglio all'Aeronautica militare e ai familiari di Antonio Carbone, il primo maresciallo che ha perso la vita in un tragico incidente avvenuto nella base di Gioia del Colle.

      Incidente Acciaierie di Padova: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      La notizia del grave incidente avvenuto stamattina alle Acciaierie Venete di Padova mi addolora profondamente. Non è concepibile che il posto di lavoro diventi un luogo in cui si rischia la vita. La fatalità è per sua natura qualcosa di eccezionale, ma gli incidenti e le morti bianche sono ormai in costante aumento nel nostro Paese e si deve parlare di vera e propria emergenza. Mi auguro che questo dramma sociale sia tra i primi punti all'ordine del giorno dell'agenda del nuovo Parlamento e di tutte le istituzioni, per individuare correttivi e soluzioni legislative finalmente efficaci. La sicurezza e la vita dei lavoratori devono essere una priorità.

      Omicidio Peppino Impastato: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Il modo migliore per ricordare Peppino Impastato, il giovane giornalista barbaramente assassinato a Cinisi quaranta anni fa per la sua eroica, intelligente e ironica azione antimafia, è quello di costruire una rete di concreta solidarietà e una "scorta civile" che sostenga l'attività e il coraggio di quanti oggi sono impegnati quotidianamente nella lotta a Cosa Nostra. Impastato, che per tener vivo il suo ideale di legalità si oppose alle logiche criminali della sua famiglia di origine, rappresenta un simbolo e un esempio per quanti in territori difficili hanno bisogno di non cedere alla rassegnazione e di trovare la forza per vincere l'omertà che nasce dalla paura e ci rende schiavi. Non lasciarli soli, fargli sentire la vicinanza dello Stato e di quanti lo rappresentano, è un dovere al quale nessuno può sottrarsi. Nel nome di Peppino Impastato e di tutte le vittime della ferocia mafiosa.

      Quarantesimo anniversario omicidio Aldo Moro e Giornata vittime terrorismo: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Il 9 maggio 1978, giorno del martirio di Aldo Moro, rappresenta nella Storia del nostro Paese uno spartiacque tra un prima e un dopo. A distanza di 40 anni e' ancora vivo in ognuno di noi lo sgomento di quelle ore, la certezza che la barbarie del terrorismo brigatista, che già si era manifestata in tutta la sua ferocia il giorno del rapimento con l'uccisione degli eroici ragazzi della scorta, aveva prodotto un tragico effetto: niente sarebbe più stato come prima. Come se quel corpo esanime, abbandonato in una Renault rossa, fosse il simbolo di un'intera nazione e di un mondo di valori che si voleva sovvertire. Tentare di recuperarli pienamente, attraverso gli scritti, gli insegnamenti e il coraggio politico di Aldo Moro, e' doveroso per chiunque nelle istituzioni abbia l'ambizione di rappresentare il Paese. Ai suoi familiari, ai suoi amici, che vissero nel privato un dramma che fu collettivo, va il mio cordoglio e il mio affetto. Con la mente e con il cuore rivolti anche a tutte le vittime del terrorismo che celebriamo nella giornata di oggi.

      Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Nella Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa desidero far giungere il più sincero ringraziamento, a nome del Senato della Repubblica, agli oltre 17 milioni di volontari che, in tutto il mondo, svolgono quotidianamente uno straordinario lavoro. Donne e uomini impegnati a dare aiuto sanitario e conforto morale non solo in scenari di guerra, ma in qualunque circostanza di emergenza e bisogno. Preziosissima, poi, l'azione di prevenzione dai rischi che la Croce Rossa svolge, nonché quella di informazione rivolta soprattutto ai più giovani per promuovere stili di vita sani. Ai 160mila volontari italiani della Croce Rossa rivolgo il mio personale apprezzamento per un'attività insostituibile, sempre al servizio del bene comune e della salvaguardia della dignità umana.

      Il Presidente Alberti Casellati riceve il Presidente del Parlamento della Repubblica di Estonia

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Giustiniani il Presidente del Parlamento della Repubblica di Estonia, Eiki Nestor.
      Il colloquio fa seguito alla collaborazione istituzionale avviata a Tallinn alla Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti UE del 23 e 24 aprile, presieduta dallo stesso Eiki Nestor.

      Scomparsa Ermanno Olmi: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      La scomparsa di Ermanno Olmi rappresenta una grave perdita per la cultura italiana. Regista di straordinario talento, ha saputo rievocare ideali letterari ed atmosfere manzoniane con geniale sensibilità, facendo del cinema lo strumento per raccontare e testimoniare alle future generazioni l'etica della vita e la sua visionaria poesia. E proprio ai giovani volle rivolgere la sua attenzione - lui che era regista autodidatta - attraverso la scuola di cinema per autori emergenti nella quale riverso' tante energie e il suo genio creativo. Quello di un animo semplice, legatissimo alla sua terra, alle sue origini contadine e cristiane che ha voluto magistralmente evocare e rappresentare nel capolavoro assoluto 'L'albero degli zoccoli', Palma d'oro a Cannes nel 1978 e premio César per il miglior film straniero. Mi piace infine ricordare che fu proprio l'Università di Padova, la mia città, che gli conferì cinque anni fa la laurea honoris causa in Scienze umane e pedagogiche. Il giusto riconoscimento per un Maestro che ci ha aiutato con i suoi capolavori a ritrovare il senso della vita attraverso il recupero delle radici, la lingua delle origini e l'unicità, la semplicità e la grandezza delle piccole cose.

      Alluvione Sarno: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Sono passati venti anni dalla tragica alluvione che devastò Sarno e alcuni comuni limitrofi, provocando la morte di 160 persone, ma il dolore è ancora vivo in me e nell'intera comunità nazionale.

      Al di là delle sentenze, che hanno accertato gravi negligenze, il ricordo di un evento così drammatico ripropone l'esigenza di un'attenzione al territorio e a tutto ciò che è indispensabile per prevenire ogni disastro ambientale. Investendo risorse e attuando strategie attese da troppo tempo.

      Nel rinnovare il sentimento di vicinanza ai parenti e agli amici delle vittime, 137 a Sarno, 11 a Quindici e 5 a Siano, voglio ricordare anche quanti parteciparono con grande generosità alle operazioni di salvataggio in quelle drammatiche ore. Dove non mancarono gesti di concreta solidarietà e atti di autentico eroismo.

      Senato: sabato 5 maggio aperto al pubblico

      Sabato 5 maggio 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle ore 18.00. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle ore 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android, iOS e Windows Mobile.

      Senato. Il Presidente Alberti Casellati riceve Virginia Raggi

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama la Sindaca di Roma Virginia Raggi. Al centro del colloquio, il sostegno del Senato alla candidatura di Roma come sede del Segretariato dell'Assemblea parlamentare dell'Unione per il Mediterraneo, la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale e la semplificazione burocratica e amministrativa.

      Giornata mondiale della libertà di stampa: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Dichiarazione del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati:

      "La libertà di stampa è un principio fondante di ogni democrazia. Non ci può essere democrazia senza libertà di stampa. In occasione della Giornata mondiale che la celebra, istituita dall'Assemblea Generale dell'ONU, desidero ricordare gli operatori dell'informazione che in tanti luoghi nel mondo hanno perso la vita ed esprimere la mia vicinanza a quanti vengono minacciati, anche in Italia, in ragione della loro attività professionale. Un ringraziamento particolare va poi alla nostra stampa parlamentare, che svolge una funzione essenziale per eliminare ogni barriera tra i cittadini e le istituzioni".

      Designazione Cda Rai: i siti di Senato e Camera pubblicano l'avviso per la presentazione delle candidature

      Il Senato della Repubblica e la Camera dei deputati hanno pubblicato oggi, nei rispettivi siti istituzionali, l'avviso per la presentazione delle candidature al consiglio di amministrazione della RAI-Radiotelevisione Italiana S.p.A., ai fini dell'elezione di 4 componenti, due per ciascuna Camera, così come dettato dall'articolo 49 del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177.
      Coloro che intendono candidarsi a componente del Cda Rai dovranno inviare la propria candidatura esclusivamente tramite posta elettronica certificata, agli indirizzi pubblicati nei siti di Camera e Senato.

      Il testo dell'avviso »

      Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      Dichiarazione del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati:

      "La celebrazione della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, bene primario, mi consente di ribadire la necessità di un impegno costante della politica su questo tema così delicato. Gli infortuni mortali sono in crescita non solo nel mondo, ma anche nel nostro Paese. In Italia dall'inizio dell'anno le vittime sono più di 150. Un numero sul quale il Parlamento ha il dovere di riflettere e di intervenire. Così come è indispensabile agire per contrastare il drammatico fenomeno del lavoro minorile. Tutelare l'infanzia e i diritti dei minori deve rappresentare una priorità. Non solo nei Paesi dove oggi è considerato normale sottoporre tanti bambini e tante bambine a lavori usuranti e pericolosi per la loro salute, ma anche in quelli dove il fenomeno è più occulto e limitato. Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile che le Nazioni Unite si prefiggono di raggiungere, secondo i quali è prevista la sicurezza degli ambienti lavorativi entro il 2030 e la totale abolizione della manodopera minorile entro il 2025, devono rappresentare per le classi politiche di ogni Stato uno stimolo per contribuire a raggiungere un traguardo ineludibile. Per costruire insieme un futuro che metta al bando nel mondo del lavoro ogni illegalità, ogni violenza e ogni sopraffazione".

      Napolitano. Il Presidente Alberti Casellati all'ospedale San Camillo

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, si è recata questa mattina all'ospedale San Camillo di Roma, dove il Presidente emerito, Giorgio Napolitano, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Il Presidente Casellati, incontrando il figlio Giulio, il Prof. Musumeci e la sua equipe, si è informata sulle condizioni di salute del Presidente Napolitano e sul decorso post operatorio.
      Il Presidente del Senato ha formulato gli auguri più affettuosi di una pronta guarigione.

      Colloquio telefonico tra il Presidente del Senato Alberti Casellati e il Presidente della Camera Fico

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricevuto pochi minuti fa la telefonata del Presidente della Camera, Roberto Fico. Durante il colloquio, il Presidente Fico ha informato il Presidente Casellati del mandato esplorativo conferitogli dal Capo dello Stato. Il Presidente Casellati ha formulato al Presidente Fico i migliori auguri di buon lavoro.

      Giornata Nazionale della Salute delle Donne: dichiarazione del Presidente Alberti Casellati

      "In occasione della Giornata Nazionale della Salute delle Donne, voglio innanzitutto ringraziare quanti operano quotidianamente per tutelare e sostenere nel settore della sanità l'universo femminile. E lo fanno in modi differenti, con la dedizione e le sensibilità necessarie". E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
      "La salute delle donne, considerata nel senso più ampio possibile, è fondamentale per lo stato di benessere dell'intera società. Approfondire la specificità di quella medicina di genere che ho avviato per prima in Europa da sottosegretario alla Salute, fornire risposte adeguate in materia di prevenzione, ma anche di diagnosi e cura, è un percorso che va sempre più rafforzato, attraverso mirati interventi legislativi e l'accesso agevolato ai servizi delle istituzioni territoriali. Mi piacerebbe - conclude il Presidente del Senato - che partisse quanto prima una vera e propria campagna informativa che mettesse al centro dell'interesse generale la salute delle donne, motore di un Paese il cui vigore passa necessariamente attraverso le energie, le intelligenze e le peculiarità del mondo femminile".

      "Vorrei una legge che...": cerimonia di premiazione nell'Aula del Senato

      L'Aula di Palazzo Madama ha ospitato oggi la cerimonia di premiazione degli Istituti vincitori della decima edizione di "Vorrei una legge che..." per l'anno scolastico 2017-2018, iniziativa promossa dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Il Senatore Questore Antonio De Poli, in rappresentanza del Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha consegnato i premi insieme alla Ministra Valeria Fedeli.

      L'iniziativa si rivolge ai bambini dell'ultimo anno della scuola primaria (quinta elementare) e del primo anno della scuola secondaria di primo grado (prima media). Il bando di concorso prevede che le classi partecipanti propongano dei veri e propri disegni di legge e li illustrino materialmente con disegni, cartelloni, video, fotografie, canzoni. È prevista l'individuazione di tre istituti vincitori per ciascun grado di scuola, nonché l'attribuzione di un numero non prestabilito di menzioni speciali ad altri progetti meritevoli. La selezione è effettuata da una Commissione mista composta dal Senato della Repubblica e dal MIUR.

      L'obiettivo è quello di avvicinare anche i più piccoli alle Istituzioni e incentivarne il senso civico.

      Nell'anno scolastico 2017-2018 hanno partecipato al concorso oltre cento istituti scolastici di ogni regione d'Italia.

      La cerimonia di oggi è stata trasmessa in diretta dal canale satellitare, dalla WebTv e dal canale YouTube del Senato. Gli elaborati prodotti dalle scuole vincitrici sono stati esposti a Palazzo Madama, nella Sala Garibaldi.

      Nel sito www.senatoperiragazzi.it è disponibile l'elenco completo degli Istituti selezionati.

      Mandato esplorativo al Presidente del Senato: oggi secondo giro di incontri a Palazzo Giustiniani

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha fissato il secondo giro di incontri con i partiti, come da mandato esplorativo conferitole dal Capo dello Stato, che si terranno oggi con il seguente calendario:
      Ore 14.30, Coalizione di centrodestra.
      Ore 17.30, Movimento 5 Stelle.

      Gli incontri saranno a Palazzo Giustiniani, dove verrà allestita la Sala stampa a partire dalle ore 13.30.

      Vitalizi. Il Presidente del Senato ai Questori: istruttoria comune con la Camera

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha dato mandato ai Questori del Senato di collaborare con gli omologhi della Camera per l'istruttoria comune sui vitalizi.

      Mandato esplorativo al Presidente del Senato: oggi pomeriggio gli incontri a Palazzo Giustiniani

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, inizierà oggi pomeriggio gli incontri con i partiti, come da mandato esplorativo conferitole dal Capo dello Stato.

      Di seguito il calendario:

      ore 16.30, Movimento Cinque Stelle
      ore 17.30, Lega
      ore 18.30, Forza Italia
      ore 19.30, Fratelli d'Italia

      Gli incontri si terranno a Palazzo Giustiniani, dove sarà allestita la Sala stampa a partire dalle ore 16.

      Presidente Alberti Casellati ricorda Roberto Ruffilli

      "A trent'anni dalla sua terribile uccisione per mano di un commando delle Brigate rosse, l'insegnamento e l'eredità politica di Roberto Ruffilli sono fortemente attuali. Attraverso di lui si volle colpire il processo di ammodernamento dello Stato". E' quanto dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      "Dotato di acuta intelligenza e dirittura morale, con il suo 'realismo cristiano' - aggiunge il Presidente del Senato - Ruffilli seppe puntare l'indice sulla responsabilità etica dei partiti nella vita della democrazia. Per lui la politica non avrebbe mai dovuto tradursi in una mera lotta di potere, ma essere attività di miglioramento della vita comunitaria in cui, al centro, ci fosse 'il cittadino come arbitro'. In questo - conclude il Presidente del Senato - vi è tutta la modernità del pensiero di Ruffilli, quanto mai attuale in questa delicatissima fase della vita repubblicana".

      Scomparsa Vittorio Taviani: il cordoglio del Presidente del Senato

      "Con Vittorio Taviani scompare uno dei protagonisti più fecondi e geniali dell'arte cinematografica italiana. Insieme al fratello Paolo ha dato vita a un sodalizio artistico di straordinario successo internazionale, divenuto un vero e proprio marchio della nostra cultura e del cinema d'autore." Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in una dichiarazione.
      "Nei suoi film ha saputo raccontare la storia dell'Italia attraverso le mille contraddizioni dei suoi personaggi, liberi dalla retorica e proprio per questo resi ancora più veri. Fra tutti i suoi intramontabili capolavori - prosegue la dichiarazione -, non posso non ricordare il mirabile esperimento di impegno sociale del film 'Cesare deve morire' in cui ha portato il teatro nel cinema e la realtà nella finzione attraverso la voce e i volti dei detenuti del carcere di Rebibbia".
      "La cultura italiana - conclude il Presidente del Senato - perde un grande protagonista, il cui stile raffinato e inconfondibile mancherà molto. Alla moglie, alle figlie e al fratello Paolo desidero esprimere il mio cordoglio più sentito".

      Siria. Presidente del Senato Alberti Casellati convoca Capigruppo per lunedì. Martedì 17 informativa del Presidente del Consiglio

      La Conferenza dei Capigruppo del Senato della Repubblica è convocata per lunedì 16 aprile alle ore 18. Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha già preso contatto con il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, per una informativa urgente sulla situazione in Siria da tenersi fin dalla giornata di martedì 17 aprile.

      Presidente Alberti Casellati: sui vitalizi auspico rapide soluzioni e modalità condivise.

      "Auspico che i Senatori Questori avviino quanto prima, assieme ai colleghi della Camera, l'annunciata istruttoria congiunta sul tema dei vitalizi. L'obiettivo è quello di dare corso a un confronto a tutto campo e di trovare rapidamente soluzioni e modalità condivise". Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in una dichiarazione.

      Presidente Alberti Casellati: auguri di buon lavoro ai neo Senatori Segretari Laforgia e Durnwalder

      "Auguri di buon lavoro ai neo Senatori Segretari Francesco Laforgia e Meinhard Durnwalder. Sono certa che il loro contributo sarà prezioso e che svolgeranno nel migliore dei modi il delicato incarico". Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in una dichiarazione.

      Marina Militare: Alberti Casellati, profondo cordoglio e vicinanza ai familiari Fazio

      "Desidero esprimere, a nome del Senato della Repubblica e mio personale, vicinanza al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare e a tutti i vertici delle Forze Armate per la scomparsa del sottoufficiale Andrea Fazio. Ai suoi colleghi, a tutti gli uomini e le donne in divisa che onorano ogni giorno la nostra Nazione, ma soprattutto ai suoi familiari, giungano le più sincere condoglianze unitamente ai sentimenti di profonda vicinanza in questo triste e difficile momento. Un pensiero affettuoso di pronta guarigione rivolgo, infine, ai militari della Marina militare rimasti coinvolti nell'incidente". Lo dichiara il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

      Presidente Alberti Casellati incontra il Presidente della Repubblica d'Armenia

      Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha incontrato oggi a Palazzo Giustiniani il Presidente della Repubblica d'Armenia, Serzh Sargsyan.

      Consiglio di Presidenza sarà integrato con Segretari dei due Gruppi non rappresentati

      Il Consiglio di Presidenza del Senato della Repubblica sarà integrato con l'elezione di due Senatori Segretari per assicurare un componente ciascuno ai due Gruppi finora non rappresentati: il Gruppo Misto e il Gruppo Per le Autonomie (SVP-PATT, UV).

      Lo ha deciso lo stesso Consiglio di Presidenza che si è riunito oggi a Palazzo Madama, sulla base di quanto previsto dal Regolamento del Senato, comma 2-bis dell'articolo 5: "Al fine di assicurare una più adeguata rappresentatività del Consiglio di Presidenza, i Gruppi parlamentari che non siano in esso rappresentati possono richiedere che si proceda all'elezione di altri Segretari. Su tali richieste delibera il Consiglio di Presidenza. Il numero degli ulteriori Segretari non può essere in ogni caso superiore a due".

      La data dell'elezione sarà fissata dalla Conferenza dei Capigruppo convocata per lunedì 9 aprile alle ore 17.

      Senato: sabato 7 aprile aperto al pubblico

      Sabato 7 aprile 2018, Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica, sarà aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle ore 18.00. L'ingresso è in Piazza Madama.

      Le visite, gratuite e della durata di circa 50 minuti, sono curate da personale del Senato. Per i diversamente abili è disponibile un apposito servizio di accompagnamento. Durante il percorso è possibile conoscere la storia del Palazzo risalente alla fine del XV secolo, apprezzarne il valore storico-artistico e comprenderne le trasformazioni.

      Per poter accedere a Palazzo Madama è necessario ritirare il biglietto presentandosi all'ingresso il giorno stesso dell'apertura al pubblico, dalle ore 8.30 in poi (non è possibile riservare i biglietti anticipatamente). Ciascun visitatore può richiedere al massimo quattro biglietti se adulto e un biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18, con intervalli di trenta minuti.
      Superata la soglia dell'ingresso principale di Palazzo Madama, i visitatori raggiungono la Sala Caduti di Nassirya. In questo spazio, prima dell'inizio della visita, viene proiettato un filmato che illustra composizione, articolazione e compiti del Senato della Repubblica nella sua funzione di Assemblea legislativa.

      Palazzo Madama e Palazzo Giustiniani possono essere visitati anche con il tour virtuale, disponibile nel sito del Senato e come "app" per i dispositivi Android, iOS e Windows Mobile.

      Giornata mondiale autismo. Presidente Alberti Casellati: "Esiste una legge ma occorrono risorse economiche per favorirne l'attuazione"

      "In occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo, alla quale il Senato aderisce illuminandosi di blu, credo che sia doveroso per la politica impegnarsi a sostenere concretamente le persone con sindrome dello spettro autistico e le loro famiglie". Così Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, in una dichiarazione.

      "Esiste una legge, ma occorrono risorse economiche in grado di favorirne l'attuazione - prosegue la dichiarazione - e migliorare la qualità della vita di chi in Italia, direttamente o indirettamente, soffre per questa patologia. Si tratta di una priorità e mi auguro che tutti facciano la loro parte".

      Esplosione Treviglio. Presidente del Senato: morti bianche, un tema che la politica ha il dovere di affrontare con urgenza

      "Ormai è una tragedia quotidiana. La morte di due operai, entrambi padri di famiglia, per l'esplosione di un'autoclave in un'azienda di Treviglio, ripropone a distanza di pochi giorni dall'incidente al porto industriale di Livorno, un tema che la politica ha il dovere di affrontare con urgenza: quello delle morti bianche". Così in una dichiarazione Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato.

      "Partecipo al dolore di chi oggi ha perso i suoi cari e mi auguro che il problema della sicurezza sul lavoro venga esaminato in tutti i suoi risvolti in questa legislatura".

      Scomparsa Luigi De Filippo: il cordoglio di Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato

      La senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, ha dichiarato: "Con la morte di Luigi De Filippo scompare l'ultimo rappresentante di una grande famiglia del Sud che ha fatto del teatro una ragione di vita all'insegna del rigore. Una vera e propria dinastia culturale, alla quale il nostro Paese deve molto. E trovo davvero straordinario e significativo che, pur provato dalla malattia, Luigi De Filippo abbia continuato a stare in scena nel suo ultimo lavoro teatrale fino alla fine. Sono vicina ai suoi affetti più cari in questo momento di dolore ed esprimo le condoglianze più sentite a nome dell'intero Senato della Repubblica".

      Presidente Alberti Casellati firma il libro delle condoglianze per le vittime del rogo di Kemerovo

      La senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, si è recata oggi pomeriggio all'Ambasciata della Federazione Russa, dove ha firmato il libro delle condoglianze per le vittime del rogo di domenica 25 marzo in un centro commerciale nella città di Kemerovo.
      "Sono qui a portare il saluto del Senato tutto e quello mio personale", ha detto il Presidente del Senato all'Ambasciatore Sergey Razov, aggiungendo: "Le attestazioni di sincera solidarietà di tanti cittadini italiani all'ingresso dell'Ambasciata della Federazione Russa testimoniano, e sono la riprova, della vicinanza e dell'affetto del nostro popolo. Condividiamo il dolore della vostra Nazione e quello dei familiari delle vittime di questa immane tragedia nella quale hanno perso la vita anche tanti bambini".

      Presidente Alberti Casellati riceve il Capo della Polizia e il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri

      La senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, ha ricevuto oggi a Palazzo Madama il Capo della Polizia Franco Gabrielli e, successivamente, il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri.
      Nel corso dei colloqui il Presidente del Senato ha espresso i propri sentimenti di vicinanza alle Forze dell'Ordine e profondo apprezzamento per l'impegno quotidiano a difesa dei cittadini e della pubblica sicurezza.

      Presidente Alberti Casellati: "Partecipo al dolore delle famiglie degli operai che hanno perso la vita al porto di Livorno. Non si può accettare che simili tragedie vengano imputate alla pura fatalità"

      "Partecipo al dolore delle famiglie degli operai che hanno perso la vita nell'esplosione al porto industriale di Livorno". Così Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, in una dichiarazione.

      "Le morti bianche nel nostro Paese sono in drammatico aumento. Il Parlamento ha il dovere di dare risposte concrete con efficaci interventi legislativi, ma altrettanto importante è il rispetto rigoroso delle norme e delle regole già esistenti. Non si può accettare che simili tragedie vengano imputate alla pura fatalità. La sicurezza di chi lavora deve essere sempre e in qualunque istante un diritto".

      Presidente Alberti Casellati: auguri al "Mattino" di Padova che compie oggi quarant'anni

      "Oggi 'Il Mattino' di Padova compie quarant'anni. Un traguardo prestigioso, tanto più importante in un momento estremamente difficile per l'editoria". E' quanto dichiara Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato.
      "Almeno due generazioni di padovani si sono informate e formate attraverso le pagine del 'Mattino'. Auguro lunga vita a un giornale che, anche quando sono a Roma, non manca mai nella mia rassegna stampa quotidiana. Un modo semplice per sentirmi sempre vicina alla mia terra e alla mia gente".

      Presidente Alberti Casellati: "Auguri di buon lavoro a tutti i Capigruppo"

      "Auguri di buon lavoro a tutti i Capigruppo neo eletti. Il Senato è chiamato a dare risposte concrete e immediate a un Paese in sofferenza. E per farlo è necessario che vi siano, pur nel rispetto delle diverse opinioni, doti di saggezza, equilibrio e pazienza. Il quadro politico ha bisogno di trovare una ricomposizione e una sintesi, nell'esclusivo interesse dei cittadini italiani". Così Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, in una dichiarazione.

      Scomparsa Fabrizio Frizzi: il cordoglio di Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato

      "La scomparsa di Fabrizio Frizzi addolora l'intera comunità nazionale. Entrato giovanissimo in Rai, si fece subito apprezzare per il suo garbo e la sua professionalità, portando nelle case di tante generazioni di italiani il suo stile inconfondibile, la sua versatilità, il rispetto assoluto nei confronti dei telespettatori e delle diverse sensibilità". Così Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, in una dichiarazione.
      "Il suo esempio sarà prezioso per chiunque svolga o voglia intraprendere un'attività nel mondo dello spettacolo. Alla moglie Carlotta e a tutti i suoi familiari e amici va il mio sincero e affettuoso cordoglio e quello del Senato della Repubblica".

      Presidente Alberti Casellati riceve Presidente del Consiglio Gentiloni

      La senatrice Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato, ha ricevuto a Palazzo Madama il Presidente del Consiglio dei Ministri, on. Paolo Gentiloni, il quale ha comunicato di avere rassegnato le dimissioni del Governo da lui presieduto al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

      Il Senato aderisce all'iniziativa "Earth Hour"

      Anche quest'anno il Senato della Repubblica aderisce a "Earth Hour", iniziativa globale del WWF dedicata alla sfida ai cambiamenti climatici. Sabato 24 marzo l'illuminazione della facciata principale di Palazzo Madama sarà spenta simbolicamente per un minuto, alle ore 20.30.

FINE PAGINA

vai a inizio pagina